La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Perché gli intellettuali si innamorano delle corride (ma i tori no)

22-01-2010

di

La settimana scorsa il ben noto scrittore e opinionista spagnolo Javier Marías, a proposito del referendum che vieterebbe le corride in Cataluña, ha sostenuto – pur dicendo che a lui di simili spettacoli non frega niente – che l’eliminazione delle corride comporterebbe la morte e l’estinzione di tutti quei tori che vengono usati a tale scopo. E che quindi sarebbero proprio gli animalisti a fare più vittime degli stessi toreri. Quello che il noto scrittore non ha capito – o … continua »

Pubblicato in Ideali

Nell’ospedale dove muoiono i bambini, diario di una ragazza in Angola

22-01-2010

di

“A Sud di casa” è il racconto di una giornalista-cooperante che attraversa il mondo fra dolore e speranza: «tra presente e futuro mi nutro di paure»

Luanda, 12 aprile 2006 / “Quando l’acqua sommerge le ruote della jeep”

Il cielo cupo scarica pioggia torrenziale. Gocce di pietra travolgono tutto, cascate d’acqua rompono i muri, allagano le case, rovesciano bancarelle, sradicano … continua »

Pubblicato in Terre di mezzo

Ristoranti & Globalizzazione, addio pollo alle mandorle: la Cina scopre l’hamburger

22-01-2010

di

PECHINO – Le peculiarità culturali della nuova Cina, dove moderno, nuovo e tecnologico si combinano in modi inediti e, spesso, contraddittori con la tradizione e l’eredità di un passato secolare, non potrebbero essere più forti in ambito culinario. Scoprire la Cina attraverso i suoi ristoranti, trattorie e bar, non potrebbe offrire un modo migliore per capire quanto sia forte il legame con la tradizione nel contesto dell’apertura al nuovo.

In un paese dove la storia delle cucine regionali è … continua »

Pubblicato in Oriente

Una scommessa nata per strada

22-01-2010

di

Terre di mezzo Editore è nato nel 1994 a Milano come una scommessa: una rivista mensile venduto in strada da persone in difficoltà, scritto da giornalisti professionisti interessati a temi che sulla stampa tradizionale non trovano quasi mai il giusto spazio: dalla povertà alla società multiculturale, dallo sviluppo sostenibile al consumo critico ai rapporti fra Nord e Sud del mondo.

Nel 1996 vengono pubblicati i primi libri e, visto che la produzione editoriale … continua »

Pubblicato in Terre di mezzo

Quando gli arabi cantavano il paradiso Sicilia

22-01-2010

di

“Ricordo la Sicilia e il dolore suscita nell’anima il rimpianto. Se sono stato cacciato dal paradiso, come posso io darmene notizia?”

“Poeti arabi di Sicilia”, a cura di Carlo Ruta, edizioni Bi Si, Messina, pagine 170, 9 euro

Forse come nessun’altra regione italiana, la Sicilia mostra tracce di più anime culturali, sovrapposte attraverso il tempo e la cui fusione è ancor oggi un work in progress. A volte questo lavoro assume il carattere di una riscoperta e un … continua »

Pubblicato in Cosa Leggere

HAITI 2 / La nostra portaerei debutta in società

19-01-2010

di

Sta navigando verso Haiti la portaerei Cavour. Ancorata dallo scorso giugno al Muggiano (La Spezia) per mancanza di carburante, la nostra “prima vera portaerei” aveva finora dato notizia di sè per aver ospitato il lancio pubblicitario della Fiat Punto Evo. Non poteva perciò mancare all’appuntamento con le colleghe navi da guerra degli Usa. Quale miglior occasione, infatti, per il “battesimo operativo” dell’ammiraglia se non il soccorso alle vittime del terremoto? Un’occasione anche per mostare la “versatilità” di questo gioiello della … continua »

Pubblicato in America Centrale

HAITI 1 / Spostiamo Haiti nel nostro mondo

19-01-2010

di

Agli haitiani è rimasta una speranza: non sparire dalle prime pagine dei giornali. Quei corpi ammucchiati come legna o sciolti nelle strade devono perseguitarci fino a quando prende forma una solidarietà non solo concreta: matura. Non provvisoria: dialogante. Lontana dai ricatti provvidenziali dei piani Marshall, quegli aiuti in cambio di insediamenti militari o domini commerciali che hanno permesso all’Europa di rifare le spalle forti, ma la galassia delle basi armate 60 anni dopo condiziona le nostre abitudini. Proteste inutili, trattati … continua »

Pubblicato in America Centrale

Minzolini: Craxi nonno di Berlusconi

19-01-2010

di

Resuscita periodicamente il fantasma di Bettino Craxi. Un bel palleggio di opinioni in diretta si è visto mercoledì sera, quando il direttore del Tg1 ha recitato un nuovo pistolotto governativo, rileggendo la Storia degli ultimi decenni all’ombra di Bettino, secondo lui ghigliottinato come Luigi XVI da comunisti e giudici comunisti. Ma Craxi, nella rievocazione di Minzolini, più che una figura storica era una figura retorica e una metafora evidente di Berlusconi. Il quale pure, secondo il suo dipendente Minzolini (pagato … continua »

Pubblicato in Credere Obbedire Combattere

Pagina 4 di 10« Prima...23456...10...Ultima »