La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Chi ha paura degli “zingari”?

15-02-2010

di

La loro presenza diventa emergenza. Sgomberi di campi Rom che diventano persecuzioni, impediscono ogni dialogo. Non facile: nell’ex impero sovietico sono stati stabilizzati ai margini della società, appartamenti-ghetto e lavori africani. La loro cultura resiste in Italia da sei secoli e non può essere affrontata solo dalla polizia

Zingari, Rom, Sinti, Gitani, Camminanti. O nomadi, che dir si voglia. Parlando, studiando o scrivendo dei ‘figli del vento’ si dà spesso per scontata questa nostra proliferazione (o … continua »

Pubblicato in L'Italia multietnica

Protezione Civile: il nostro agente ad Haiti

15-02-2010

di

E così, ora, i lavoratori sardi che hanno perso o stanno per perdere il posto di lavoro, sanno come sono stati spesi gli oltre 300 milioni di euro della Maddalena. E i terremotati sanno con quanto entusiasmo gli amici di Bertolaso abbiano accolto le prospettive di guadagno delle new town berlusconiane. Mentre la ricostruzione dell’Aquila non è ancora iniziata. Valanghe di soldi pubblici sono entrati nelle tasche di pochi italiani e usciti dalle tasche di tutti noi. A questo punto, … continua »

Pubblicato in Credere Obbedire Combattere

Fiorini, corsaro della finanza: dalla Metro Goldwyn Mayer alla Parmalat

11-02-2010

di

La Metro Goldwyn Mayer è un’istituzione del cinema non solo statunitense. Creata nel 1924 attraverso la fusione di due preesistenti case di produzione, nel corso dei decenni ha prodotto film passati alla storia come Via col vento, Il mago di Oz, Cantando sotto la pioggia, 2001: odissea nello spazio e alcune delle pellicole dedicate allo 007 per eccellenza, James Bond. Ma la sua è stata anche una vicenda che ha segnato i decenni per le traversie societarie, iniziate negli anni … continua »

Pubblicato in I peggiori protagonisti della nostra vita

Salvatore GIANNELLA – Bavaglio alle Regioni per le centrali nucleari

11-02-2010

di

Addio alle fonti rinnovabili: tutti i soldi andranno lì. Giro d’affari gigantesco al quale Comuni e Province con l’acqua alla gola non rinunceranno anche se “denuclearizzate” continua »

Pubblicato in Lettere

Il dramma dei piccoli imprenditori travolti dalla crisi. Silenzio di ministri, tv, giornali

11-02-2010

di

Quasi nessuno lo sa, ma l’Italia è piena di piccoli-grandi cittadini che, da nord a sud, stanno provando a salvare l’Italia. In un susseguirsi di tragedie e di notizie sconfortanti, la speranza nel dopo crisi non viene né dalla politica, né dai cosiddetti intellettuali. La conoscenza, la creatività e l’etica – caratteristiche indispensabili per uscire dal tunnel di una crisi (non solo economica) senza precedenti – sono un patrimonio collettivo privo di rappresentanza. Fatto di singole persone che, al di … continua »

Pubblicato in Italia

All’ombra del Padrone: mangio, dormo, vado nella sua banca, tifo la sua squadra, guardo le sue tv. Perché chiamarla Italia?

11-02-2010

di

Salve, sono un cittadino dell’Italianistan. Vivo a Milano 2, in un palazzo costruito dal Presidente del Consiglio. Lavoro a Milano in un’azienda di cui è mero azionista il Presidente del Consiglio. Anche l’assicurazione dell’auto con cui mi reco a lavoro è del Presidente del Consiglio, come del Presidente del Consiglio è l’assicurazione che gestisce la mia previdenza integrativa.

Mi fermo tutte le mattine a comprare il giornale, di cui è proprietario il Presidente del Consiglio. Quando devo andare in … continua »

Pubblicato in Italia

Ragazzi imbrogliati dalle bugie sulla scuola: 7 miliardi in meno

11-02-2010

di

130 mila insegnanti a spasso, studenti abbandonati all’improvvisazione. Ma il Gran Simpatico si scioglie d’entusiasmo: “Dal prossimo anno avremo scuole che potranno essere comparate agli altri paesi”. Parole al vento tra una canzone di Apicella e il mancato viaggio di nozze della ministra Gelmini

La scrittura come terapia. In quest’ultimo anno e mezzo abbiamo provato – noi come molti altri – a fare tutto ciò che era nelle nostre possibilità per segnalare disagio, illegittimità, pericolo di … continua »

Pubblicato in La mia Scuola

Viaggio sul treno fantasma

11-02-2010

di

Non esiste negli orari Trenitalia. Biglietti che si comprano viaggiando. Forse ne annunceranno la partenza ma per il momento si cerca il binario a caso. Gli intercity Milano e Bologna – Monaco di Baviera corrono clandestinamente sulle nostre rotaie. Paradiso della comodità di un sistema ferroviario che non riconosce l’Europa continua »

Pubblicato in Italia

Pagina 5 di 9« Prima...34567...Ultima »