La Lettera

Per Terre Sconsacrate, Attori E Buffoni

Governo denunciato

di

L’ho fatto. L’avevo scritto, l’ho fatto. Stamani sono stato alla Procura della Repubblica di Firenze e ho denunciato il governo. Ho presentato due esposti recanti la “notitia criminis” concernente il favoreggiamento dello squadrismo, il primo, e varie fattispecie … continua »

Dire, fare, mangiare

E la chiamano cellulite

di

L’estate ci mette a misura con il nostro corpo. La maggior parte delle donne si confronta con il problema della cellulite. Premesso che la cellulite è molto diffusa e non si può prescindere da una predisposizione personale ad averla o … continua »

Lettere »

Domani chiude, addio

22-12-2011

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino a tre. Il 30 dicembre chiude due anni e mezzo dopo il primo numero. A volte capita ed è successo nel momento più felice del dialogo con lettori e autori che si rincorrono nelle polemiche.

I numeri precisano la fedeltà di chi lo sfoglia: 60-70 mila la settimana con momenti appassionati che sfiorano le centomila letture. Mentre l’amarezza del giornalismo di carta fa sapere che metà dei ragazzi ormai si informa nella rete, Domani, che nella rete galleggia felice, se ne va. Ultima settimana: il 2011 comincia nei ricordi. Rimpiangeremo la fantasia di chi ci ha frequentato con rabbia, amarezza, confronti sempre accesi, mai rassegnati. Miglia di voci libere: lettori che diventano autori rimodulando le proposte di un’informazione normale.

Non è facile spiegare la felicità dell’aver raccolto in queste pagine un’Italia pulita. Adesso la luce si spegne, altre restano accese. Auguri e grazie.

 

Commenti

  1. Enrico Munaretto

    Salve a tutti
    Sono veramente dispiaciuto per questa notizia. Sono iscritto alla vostra newsletter e spesso visito questo sito attratto soprattutto dalle buone novelle, che sono così rare in un mare di informazione che rasenta il terrorismo psicologico…
    Forse sono indiscreto, ma vorrei sapere le motivazioni di questa scelta.
    Grazie per qualsiasi risposta vogliate darmi.

  2. Marco Lombardi

    Spiace davvero, perché la redazione, che più di una volta mi ha gentilmente ospitato e che per questo ringrazio profondamente, è riuscita a mixare opinioni e punti di vista differenti, anche appunto offrendo la vetrina ad un perfetto sconosciuto come me. Che dire, alle volte, dai resti di una pianta tranciata, germogliano nuovi virgulti di vita. Auspichiamocelo come un bel miracolo di natale. Un abbraccio.

  3. paolo maurizio bottigelli

    Diro’ subito, che la mia tesi sulla chiusura di Domani è molto piu’ pessimisticaNon del sono dispiaciuto, del sono sono arrabiato, come puo’ una proprieta’ di giornale sacrificare un giornale che anche se non in modo clamoroso è era un riferimento per molti lettori,un giornale bello ma sopratutto fatto e diretto con passione da Maurizio Chierici,non avere piu’ nei prossimi giorni, nei prossimi mesi un giornale cosi’ inedito nella sua impaginazione e nei suoi contenuti, fa male a tutti e fa male ad un pò di paese Italia. Il tema conduttore è sempre il solito il “genocidio”: cioè che la distruzione e sostituzione di valori nella società italiana di oggi porta,anche senz carnefice e fucilazioni di massa,alla soppressione di larghe zone della societa’ stessa…dall’informazione alla memoria l’oscuramento dell’informazione è sempre una involuzione democratica.

  4. andrea galluzzi

    ..non ricordo nemmeno come sia arrivato a voi, mi sono iscritto alla newsletter e nonostante non sia mai stato un vostro costante lettore, spesso ho apprezzato la varietà delle tematiche trattate e la modalità, da controinformazione, come oggi si usa definire le realtà come la vostra. spero di potervi ri-leggere prossimamente con entusiasmo e, credo, con meno difficoltà.

  5. Elisabetta Riceci

    Scusate là mia ignoranza, ma perché? È il giornale che leggo con più assiduità. C’è ancora là possibilità di fare qualcosa per salvarlo? Grazie
    BUON NATALE!

  6. Franco Scaroni

    Mi spiace molto questa notizia. Perchè questa chiusura? Ho letto con voi cose belle e coraggiose. Come dice Marco Lombardi, anche io spero che dalla pianta tranciata nascano nuovi virgulti. Forse i miracoli non avvengono solo a “Le Havre”.
    Auguri e un abbraccio.

  7. luigi collareda

    Io non ho soldi per fare qualcosa ma mi dispiace che chiudete , mi dispiace veramente, speriamo ci ripensiate!!!!
    un grazie per quello che avete fatto
    luigi collareda Schio

  8. sergio caserta

    caro Maurizio e cari tutti gli amici della redazione, anch’io addolorato della decisione di chiudere l’esperienza del Domani, come sempre in natura nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma,e però lasciarsi provoca sempre un piccolo o grande trauma; ho partecipato volentieri con le mie modeste forze, negli ultimi tempi, a comporre il mosaico del Domani e mi sono divertito anche quando autorevolmente Maurizio mi ha chiesto di scrivere su argomenti sui quali non ero del tutto pronto! mi auguro di ritrovarvi per altre avventure. Sergio

  9. sergio caserta

    caro Maurizio e cari tutti gli amici della redazione, anch’io addolorato della decisione di chiudere l’esperienza del Domani, come sempre in natura nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma,e però lasciarsi provoca sempre un piccolo o grande trauma; ho partecipato volentieri con le mie modeste forze, negli ultimi tempi, a comporre il mosaico del Domani e mi sono divertito anche quando autorevolmente Maurizio mi ha chiesto di scrivere su argomenti sui quali non ero del tutto pronto! mi

  10. arturo ghinelli

    sapevo delle difficoltà della carta stampata,speravo che in rete si potesse resistere di più. Mi mancherete

  11. Paolo Farinella, prete

    Caro Maurizio,
    mi cogli di sorpresa e non posso che essere d’accordo con chi è dispiaciuto di questa chiusura che giunge come un fulmine. Non ne conosco i motivi, ma conoscendo te, so che sono seri e ponderati. Posso fare qualcosa? Un abbraccio forte a te e tutti i lettori di questo straoridnario foglio invisibile, ma reale e vero.
    Paolo Farinella, prete

  12. Paolo Farinella, prete

    Caro Maurizio,
    mi cogli di sorpresa e non posso che essere d’accordo con chi è dispiaciuto di questa chiusura che giunge come un fulmine. Non ne conosco i motivi, ma conoscendo te, so che sono seri e ponderati. Posso fare qualcosa? Un abbraccio forte a te e tutti i lettori di questo straordinario foglio invisibile, ma reale e vero.
    Paolo Farinella, prete

  13. MARIA REGINA BRUN

    Sono molto dispiaciuta nell’apprendere che Domani chiude anche se non sono sempre riuscita a trovare il tempo per leggere tutto quanto è stato pubblicato in questi 3 anni circa. Ringrazio coloro che tramite Domani ci hanno sempre fornito informazioni interessanti che ho sempre fatto girare tra amici e anche tra i miei studenti. Se potessi essere utile perchè Domani potesse continuare ad esistere ed ossigenare le nostre menti mi rendo disponibile. Grazie di cuore, Maria Regina Brun insegnante

  14. Mauro Matteucci

    Credo che, se Domani sarà oscurato, perderemo uno spazio che sapeva dare voce aì senza-voce, a coloro che credono ancora in un’etica fatta di umanità autentica, di relazioni vere, di confronti sinceri.

  15. Gianfranco Fuschini

    cosa serve per indurvi a ripensarci ?
    e don Farinella …………..?

  16. Barbara Ruggiero

    Sono molto dispiaciuta per questa notizia.
    E’ possibile sapere perchè?
    Grazie!

  17. gemcan

    Mi rammarico per questo evento,peccato! sono sono sempre i migliori che se ne vanno e per l’informazione questo è un vuoto di democrazia.

  18. Andrea Tolin

    Che dire…Grazie e buona trasformazione! Sono sicuro che da questa esperienza nascerà qualcos’altro d’importante, come qualcosa d’importante ha ispirato il Vostro lavoro fino ad ora. Un abbraccio e tanti Auguri!

  19. teresa cremonesi

    sono una anziana all’estero che ha seguito gli avvenimenti italiani, spece quelli che interessano ai giusti, anche tramite voi, gente che non molla , sicure ritornate, perchè io vi aspetto

  20. Daniela Chiaperotti

    Mi dispiace proprio, ma perché chiudete? Come mai non ci dite nulla? Spero che questa decisione sia reversibile.

  21. angela rigoli

    Vi seguo praticamente dall’inizio con curiosità,interesse, condivisione e apprezzamento…peccato davvero! Una voce importante, critica, libera che si spegne…e proprio in questo momento in cui le poche voci così sarebbero indispendabili!
    Mi unisco a quanto scrive Paolo Farinella, prete: posso/possiamo fare qualcosa?
    Grazie per tutto quanto fatto e donato!

    angela rigoli

  22. Lucio Senatore

    Non conosco i motivi di tale decisione, posso intuirli ,di fatto verrà a mancare una fonte di notizie ,approfondimenti e quant’altro in una società che si appiattisce sempre di più. Lucio Senatore. In ogni caso non abbandoniamo le menti.

  23. Ezio Pelino

    Mi dispiace e vorrei capire perchè. L’informazione è sempre un atto di democrazia. Un giornale democratico come questo non può chiudere, non può morire senza un pubblico convincimento

  24. Laura Favro Bertrando

    Il silenzio di una fonte così vivace e varia di informazione è un segno non proprio positivo, ma spero anch’io nei nuovi virgulti!

  25. Massimo BRESSAN

    mi unisco al coro di persone che si domandano il “perchè”?

  26. Massimo Bressan

    mi unisco al coor di persone che si domandano il “perchè”?

  27. Elena Cianci

    Caro Domani,

    apro la posta e trovo questa terribile notizia. La chiusura del vostro giornale on line. Sono una signora “in età” poco usa al web e dintorni ma abbastanza in gamba per usare il PC quel tanto che basta per comunicare coi miei simili e leggere i giornali come il vostro. MI mancherà molto anche perché facevo “girare” le notizie soprattutto quelle sulle donne essendo una femminista che crede ancora in certi valori. Ma perché a rimetterci sono sempre quelli più intelligenti? Perché le notizie/approfondimenti più interessanti non riescono ad essere divulgati?

    Se doveste fare appelli potrei fare una discreta campagna; auguro comunque a tutti un buon futuro anche se suona sinistro augurarlo chi non ne ha più ma voglio sperare che un giorno molto prossimo Domani tornerà.

    I miei più affettuosi saluti

    Elena Cianci

  28. PINO

    Mi dispiace, sinceramente. Sperando che più di un addio possa essere solo un arrivederci. A DOMANI

  29. Chiara Mascellani

    E perchè mai chiudete? Vi prego, no, non fatelo!!
    Non potreste dare informazioni più precise? Non ha senso dire che si chiude senza dare nessuna motivazione, tanto più che la decisione lascia di stucco così tanta gente che trovava in Domani non solo informazione, ma spunti di riflessione veramente interessanti.

  30. Claudia Canesi

    Mi spiace moltissimo, sinceramente. Sono una fedele lettrice di Domani e non capisco le ragioni della chiusura. Perchè non lottate, come i Wikimen?
    Non voglio dire ‘mi mancherete’ perchè non voglio lasciarvi andare. Possiamo fare qualcosa?
    Un abbraccio a tutti quelli che hanno collaborato a fare di Domani un grande momento di informazione on line.
    Vi aspetto. Tornate presto.

  31. Lucio Grassia

    …. se è un modo per farci sentire più soli ci siete riusciti! Se i motivi fossero di indole economica non avete neppure fatto come Wikipedia che ha riscosso successo, soldi e solidarietà e chissà che…e poi scomparire così senza un perchè non è oltretutto democraticamente corretto!… e che, ci si molla così?
    nel dubbio ogni ipotesi è plausibile, anche la peggiore ma vorrei esere smentito!
    AUGURI E GRAZIE, Lucio

  32. Stefania Deidda

    PERCHE’?

  33. Isabella Ferrara

    Noooooo non chiudete provate ancora a resistere, provate con le sottoscrizione, l’informazione libera nn si può chiudere, e’ una sconfitta …. Tanti sono i motivi che hanno portato a questa scelta ma c’e sempre un ‘alternativa, tranne davanti alla morte! Addio era bello leggervi!

  34. Ines Bartoletti

    Perchè? Noi possiamo fare qualche cosa per impedirlo? Grazie

  35. Mi spiace tantissimo leggere questa notizia. Purtroppo di questi tempi se ne leggono tante di brutte. Spero che il vostro giornale, che è ottimo per quanto riguarda l’informazione tutta, riesca a sopravvivere, malgrado tutto. Altri sono i giornali che dovrebbero SPEGNERSI!!! Tutti quelli asserviti ai padroni!!!
    AUGURI.

  36. Franco Zanetti

    Potreste essere più chiari nel comunicarci anche il motivo? Grazie
    Franco
    p.s. … proprio ora che la Rete da a noi la possibilità di esprimerci, anche solo
    leggendovi?

  37. giacomo grappiolo

    Difficile da comprendere un sintetico e triste commiato senza motivazioni.

    Spiace e molto non poter proporre soluzioni.

  38. Domenico Boiocchi

    Perchè? Ci sarà pure una spiegazione.

  39. Ignazio Mazzoli

    E’ una brutta notizia. La lettura mattutina della newslettere di domani è stata sempre utile a trovare uno spunto o un testo che andava fatto conoscere. Ne sentirò la mancanza. Ma proprio nulla c’è da fare? Resistete. Con stima Vi aspetto anche per il 2012.

  40. Francesco Velicogna

    Almeno lascerete l’archivio in rete?
    Siete stati un esempio molto efficace di giornalismo d’opinione e talvolta avete pubblicato interventi che erano piccoli saggi:…conserviamo i documenti, per favore!

  41. cristiano vannucchi

    Mi dispiace immensamente.

  42. Margot ccanto

    Nooo … veramente ci mancherete, vi auguro nuove strade di successo.

  43. Carlo Ruta

    Caro Maurizio, apprendo in questo momento della chiusura, che mi lascia incredulo. “Domani” ha acquisito numeri importanti, è diventato in questi anni una grande palestra di discussione, ha coinvolto un gran numero di donne e uomini liberi. Perché fermare un progetto tanto significativo e prezioso? Spero sia possibile ripensarci. Sono profondamente dispiaciuto.
    Un abbraccio
    Carlo

  44. ennio romolo epifania

    Felice di averVi incontrato e di aver spesso condiviso “letture” comuni seppur da posizioni a volte assai diverse ma sempre e comunque su argomenti di grande interesse e trattati con vitale quell’onestà intellettuale che Vi riconosco.

    Grazie a tutti.

    E.R.Epifania batterista Les Avares
    (Musica Musicante-Anarchico Militante-Ateo Osservante)

  45. Paola Barni

    Carissimi!
    Perchè un’esperienza così bella e interessante deve finire?
    E’ necessario che ci sia una motivazione!
    Per favore ripensateci!

  46. Giovanna Corradini

    Cari amici, per favore non chiudete, ripensateci, non spegnete questa esperienza. Il paese civile ha bisogno di voci libere. E Domani lo è stato a un livello assai elevato.

  47. Claudio Toller

    Mi dispiace veramente molto,è possibile fare qualcosa?

  48. Maria Luisa Paroni

    Non ci posso credere!!!
    Perchè chiudere Domani? Per me è sempre stato un appuntamento stimolante e non mi sarei mai immaginata che dovesse chiudere così, inopinatamente, nonostante il valore, l’attualità, lo spirito di libero confronto, che motivi ci sono? Possiamo fare qualcosa?
    Vorrei quasi che questo annuncio fosse una sorta di provocazione per saggiare il grado di fedeltà e di affezione dei suoi lettori, una sorta di “captatio benevolentiae”…mi auguro sia così, una sorta di amichevole bluff…un “pesce d’aprile” in anticipo…ma se fosse vero che Domani è costretto a chiudere, spero almeno che i contenuti restino disponibili su internet per potervi accedere, perchè continuino ad essere spunto di riflessione e di memoria storica (visto che noi italiani dovremmo fare una cura d’urto di fosforo…).
    In ogni caso, mi associo a tutti i lettori che augurano a Maurizio Chierici ed a tutta la redazione di Domani un prospero 2012 ed un successo altrettanto strepitoso per le future iniziative che intraprenderanno.
    Ma oggi più che mai è indispensabile resistere!
    Resistete per favore!
    Grazie!

  49. CARLO LESI

    Mi spiace che Domani chiuda sia perchè ricordavo il valore di Maurizio Chierici quando era inviato al CORRIERE ( è una garanzia) sia perchè il giornale on line DOMANI cercava di andare dentro i fatti tentando di vederli non dall’ottica comune, convenzionale. Conosco anche lo spessore intellettuale di qualche giornalista che vi ha scritto a tutto vantaggio del giornale. Domani andava anche contro-corrente in modo equilibrato, capacità di cui oggi in un mondo conformista, individualista e qualunquista c’è molto bisogno.Ignoro il motivo della chiusura; forse è scritto da qualche parte che mi è sfuggita. Ovvio che ci si chiede: ” è possibile fare qualcosa?” anche se temo sia troppo tardi. Non lo fosse, diteci come fare. Ad ogni modo mi auguro che lo stesso Chierici e/o altri giornalisti che vi hanno dato il contributo si facciano vivi in altro modo, sotto altra testata sempre con lo spirito che ha distinto DOMANI.Che ce lo comunichino. In bocca al lupo!

  50. gri

    avrete sicuro buone motivazioni, ma perche’? e si puo’ far qualcosa? Cosa? Grazie

  51. Angelo Lamon

    Solo dalle ceneri l’Araba Fenice risorgerà!!!!

  52. Vito Procacci

    E’ l’unico giornale che leggo sempre. Ma perchè? E’ possiile far qualcosa?

  53. Mauricius Tarvisii

    Peccato, questo sito era una piattaforma diversa nella rete, che dava spazio a opinioni che altrove non hanno voce, perché scomode, oppure perché non schematicamente allineate nella geometria ideologica nazionale. Una perdita grave, senza ombra di dubbio.

  54. Bruno Mercuri

    …una brutta notizia. E’ definitiva? Si può fare qualcosa?

  55. Luisa Memore

    Mi unisco al coro che richiede perlomeno una spiegazione : ora più che mai è necessario disporre di fonti di informazioni staccate dal “coro”… Perchè cedere???

  56. miranda piazza

    E’ con dolore che ti dico grazie … di questi due anni di notizie vere trasparenti, mi hai fatto compagnia ed oltre a me tante altre che ogni giorno trovava qualcosa di interessante ed intelligente da leggere. auguro un destino a tutti voi della direzione pieno di gradevole sorprese ,non puo’ finire cosi tante belle intelligenze!!!!!!

  57. adriana viola

    Con profondo rammarico apprendo che non potrò più avere il piacere di leggervi, se possibile cercate di resistere, abbiamo tanto bisogno di voci libere!
    Adriana Viola

  58. Silvano Benitti

    PERCHE’ chiudete?
    Perchè non c’è spiegazione?

  59. Franco Bifani

    Ultimo degli ultimi in questo giornale inimitabile ed irripetibile, sono stato subito accolto, con generosità e compiacenza dalla redazione. Sono veramente addolorato e costernato per la chiusura del sito, sul quale mi onoravo di ritrovare i miei sfoghi, quale che ne fosse poi il valore intrinseco, umano e letterario. Un grande saluto anche all’amico prof Gino Spadon, arguto ed ironico redattore di lettere anticonformiste. Da voi, direttore e redattori, ho imparato tante cose, tra errori e sfondoni di tipo giornalistico, dovuti alla mia foga di grafomane incallito e sregolato. Spero di ritrovarvi ancora, da qualche altra parte; mi mancherete terribilmente, cari amici, dotati di fine arguzia, intelligenti e colti, che per anni avete espresso, con forza, chiarezza ed efficacia una legittima avversione all’amoralità ed immoralità, dilaganti nel mondo della politica e della vita sociale. Non un addio, quindi, io spero ardentemente, ma un arivederci, a presto, anche!

  60. Brunella ceriali

    Ma che bruttissima notizia…quando desidero leggere qualcosa di vero, intelligente e serio leggo voi…ora????? Cosa si può fare per evitarlo e perchè sta succedendo? Non capisco…..
    Brunella

  61. G. Baggi

    Pessima notizia, non mi perdevo alcuna lettura e trovavo notizie non riscontrabili sulla stampa di tutti i giorni. Non è possibile un ripensamento? In ogni grazie per tutto quello che ci avete dato. Per fortuna ho archiviato tutte le pubblicazioni.

  62. carlo vuolo

    ..Mi dispiace. Mi si spezza il cuore , leggere Domani, chiude a fine anno!!!Grande giornale fatto da grandi giornalisti…un giornale diverso, che ha dato voce a liberi pensatori in cerca della verità. E’ una brutta notizia, Devo ringraziare di cuore la redazione se le mie lettere sono state pubblicate…Si può fare qualcosa?

  63. marcobava

    non capisco perche’ chiude

  64. bruno rossi

    Avete fatto una cosa bellissima in questi tre anni. La mia pigrizia non mi ha permesso di entrare nemmeno con una riga fra i tuoi splendidi collaboratori. Il giornale non ci ha rimesso niente, ma io sì. Bruno

  65. Steffi Castri

    non posso crederci … perché abbandonate il campo??

  66. filippo senatore

    Propongo una sottoscrizione per mantenere in vita Domani. Dobbiamo avere speranza per i l futuro anche se Giorgio Bocca negli ultimi tempi diceva che la l’informazione in Italia è finita? Forse il pessimismo del maesto del giornalismo italiano può farci reagire con slancio verso nuovi obiettivi. Lo spero per noi e per tutti
    Filippo Senatore

  67. Stefano Bovero

    Grazie per avermi permesso di pubblicare molti commenti personali, siete stati un vero campione di pluralismo e di democrazia informativa. Spiegateci però: PERCHE’ CHIUDETE ?

  68. Luca Miliani

    Peccato, peccato davvero. Siete stati una fonte preziosissima di notizie e commenti fuori dal coro. Grazie per questi tre anni…ma, come chiedono i post precedenti, perchè chiudete?

  69. Evaristo Carriego

    Perché? Perché? Perché? Perché, come dice il Poeta, “del Doman non v’è certezza”.

  70. Giovanni Bertagna

    Non riesco a leggere tutti gli articoli, per cui mi chiedo se mi è sfuggita qualche avvisaglia di questa notizia di chiusura. Poiché quest’estate ho staccato il cavo dell’antenna tv per evitare di sentire parole vuote mi spiace a maggior ragione che s’interrompa.

  71. Simonetta Soliani

    Che brutta notizia!! Anche se non ho mai partecipato con commenti, ho letto parecchi dei vostri articoli; finalmente si potevano apprendere notizie vere e denunce coraggiose.
    Ma non si può fare nulla per evitare la chiusura?
    gazie comunque per tutto ciò che avete fatto.

  72. marianna mazzanti

    Come chiude il Domani? In questo periodo lavoro come una pazza, mi “distraggo” un attimo ed che notizia mi ritrovo?Non è possibile ed ora?Perchè chiudete?Non ci posso credere! Non se ne può andare un’altra voce libera e indipendente! NO NO NO!

  73. Mara Paola Magini

    Sono dispiaciutissima della chiusura di Domani avete bisogno di soldi? Io sono pensionata ho un prestito ma qualcosa riesco a donare,

  74. Antonietta Iuri

    Sono rimasta senza parole e non mi capacito del perche’di questa chiusura annunciata:perche’ chiudere uno spazio libero che apre la mente alle persone e le tiene informate nel modo piu’ libero, democratico e culturalmente piu’ ricco?Spero vivamente che tutto cio’ non avvenga,nel frattempo…vi abbraccio!!!!Antonietta

  75. Ambra Prearo

    Sostegno e solidarietà a Domani. Brutta cosa iniziare l’anno con la perdita di spazi d’aria (Domani, e anche RAI Stereo Notte/Notturno Italiano, più svariate librerie non omologate). La rete rimane viva e presente, coraggio.

  76. gino spadon

    E così questo giornale, questo luogo di libertà, si chiude. Me ne dispiace. Profondamente. Ho molto scritto in questi due ultimi anni per dire tutto il mio disgusto nei confronti di un uomo che ha fatto della menzogna, del cinismo, della ciarlataneria, le sue armi di governo. Di questa mia attività in Italia e in Francia non sempre mi sono rallegrato, non solo perché avevo consapevolezza che bastava poco per apparire, nel mio furore censorio, una sorta di Giovanna d’Arco isterica e monomaniaca, ma anche perché le mie lettere pubblicate nei vari giornali, nella loro forzata brevità, e quindi nella loro schematicità, davano inevitabilmente il senso del ripetitivo se non, ancor peggio, della litania. Questo giornale on line mi ha offerto generosamente il suo spazio perché io potessi più distesamente esprimere il mio pensiero. E di ciò lo ringrazio. Lo ringrazio di avermi dato modo di esercitare quello che ho considerato un dovere civico, e cioè di ispirare, con le mie limitate forze, non l’odio (sentimento troppo nobile per un tale cialtrone) ma il fastidio, la repulsione, la nausea nei confronti dell’indegno Barzellettiere che ci ha incanaglito e defraudato della speranza.

  77. gino spadon

    Leggo (messaggio numero 59) le gentili parole che Franco Bifani ha avuto nei miei confronti. Le ricordo, queste parole, non tanto o non solo per ringraziarlo, ma per dire che questo giornale è stato oltre che un crogiolo d’idee, anche un luogo dell’amicizia. Di un’amicizia che per essere fatta di riserbo non è meno profonda. Speriamo di ritrovarci ancora qui, Franco.

  78. Nino Santangelo

    Siccone penso che i motivi della chiusura sono di carattere economico, propongo un sottoscrizione fra tutti gli utenti di questo giornale per sostenerlo. Con tutte le tasse ingiuste che ci accollano, possiamo sostenere anche questa. Non sarà la fine del momdo. Chi ci sta batta un colpo.

  79. Marcello De Pietri

    Un’altra brutta notizia ! Ormai ci siamo abituati. Io sono solo uno dei tanti “rimorchi inutili” che però Vi hanno letto con interesse condividendo le Vostre idee e sperando che, anche grazie a Voi, si potesse ricostruire la Democrazia in Italia. Spero che quanto da Voi fatto non vada disperso e che altri possano accompagnarci ad ottenere questo scopo. Mi viene però sempre il dubbio che, in realtà, siamo troppo pochi a crederci ed a sperarlo veramente. Ergo……………………… Tante grazie, caro Domani, …mi mancherai.

  80. Irene Baule

    non ho capito perchè… ma mi dispiace tantissimo!!!
    imparavo tanto dai vostri articoli
    mi mancherete molto!

    Irene

  81. giusi faulisi

    Mi dispiace non avere più la possibilità,aprendo questa finestra, di posare lo sguardo sopra ad un angolo di parole di senso e di grande apertura che ogni volta mi faceva intravedere il colore della speranza e del coraggio in mezzo a tanta spazzatura.
    Mi dispiace perchè penso che ora più che mai invece ci sia bisogno di occhi che vedono e orecchie che sentono con coraggio.Ringrazio tutti per quello che generosamente ci avete regalato.Con affetto buon anno giusi faulisi

  82. rosanna sorani

    E’ partita la sottoscrizione proposta da Gino Spadon il 29 dicemnbre scorso per riprendere le pubblicazioni di “Domani”? Ed é possibile aderirvi?
    Grazie per la risposta che vorrete darmi.
    rosanna sorani

  83. Antonio Mazzeo

    Sono stato fuori per “riposo” e apprendo solo adesso della chiusura di Domani. Ne sconosco i motivi ma è comunque una sconfitta per la libertà d’espressione e di critica. Spero, caro Maurizio, che non si tratti di una decisione-scelta-necessità definitiva e di poter continuare a condividere con voi questa esperienza di giornalismo d’inchiesta e di denuncia. Vi abbraccio Antonio mazzeo

  84. Corrado stajano

    Caro Maurizio,
    mi dispiace molto che Domani non ci sia più. E’ stato uno strumento di informazione civile – politica e culturale – importante, in questo tempo così povero. Ti sei prodigato. Spero, nonostante la fatica, che tu possa mettere in cantiere presto una consimile utile iniziativa.
    Ti abbraccio affettuosamente,
    Corrado