Leggi anche

La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Piccoli editori » Alet Edizioni »

Alet, spazio alle adolescenti che vincono il Campiello

27-11-2009

di

logo alet b_nGiovane, colta e talmente abbiente da non occuparsi se non delle proprie passioni. Così potremmo definire la casa editrice Alet di Padova nata nel 2004. Ha guardato subito all’America con il mistero Sindona del giornalista Nick Tosches, alla Spagna con Enrique Vila Matas, ha scippato Julio Cortazar all’Einaudi, ha onorato l’America di John Steinbeck, autore di culto quasi sconosciuto ai giovani lettori,  ha guardato, poco, anche all’Italia con Aldo Busi e  la napoletana Antonella de Grandis.

Nel gennaio del 2010 Alet,  con la direzione di Giulia Belloni, già alla padovana Meridiano Zero e dopo una lunga esperienza milanese, inaugurerà una collana  “Iconoclasti”, alla scoperta di giovani scrittori.

Il debutto spetta a ” I cani vanno avanti ” dell’udinese Valentina Brunettin, nata nel 1980. Noi la conosciamo come vincitrice a soli 16 anni del premio Campiello giovani con  ” L’Antibo ” edito proprio da Alet, un successivo sbandamento per la Marsilio con “Fuoco su Babilonia ” e dopo sette anni di silenzio il ritorno alla Alet con questo libro inquietante.

La cagnetta Laika nel 1957 viene lanciata nello spazio in una capsula poco più grande di un pallone da calcio, nel blu più spaventoso e freddo, ma era stato deciso che il primo essere vivente fosse un cane. I cani vanno avanti appunto…

Margherita Smeraldi, veneziana, famiglia sefardita originaria di Salonicco, il nonno è stato il più importante presidente dei cantieri di Trieste e Monfalcone e il bisnonno materno il fondatore e proprietario de "Il Gazzettino". Ha lavorato per molti anni in un'agenzia giornalistica romana per approdare, felice, tra le braccia intelligenti di Domani/Arcoiris

Libro Gratis