La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Società » Italia »

Berenson dimenticato: ha inventato la critica dell’arte moderna, ma i grandi allievi fingono di non conoscerlo

26-10-2009

di

Il 6 ottobre 1959 moriva all’età di 94 anni Bernard Berenson nella sua villa I Tatti, casa fiorentina che prende il nome dalla teoria critica che insieme alla distinzione tra valori decorativi e valori illustrativi nella pittura, costituisce il fondamento della storia dell’arte moderna.  Fu l’Isaia, ” il Giovanni Battista “, il Gesù di Nazareth della storia dell’arte in età moderna. Formò i seguenti storici: Lionello Venturi, Carla Offner, Roger Fry , John Pope Hennessy, Kenneth Clark, Giuseppe Fiocco, Roberto Longhi, Luisa Vertova, Federico Zeri e attraverso loro infiniti altri storici. Nessuno di questi studiosi ancora in vita ha partecipato al convegno che si è tenuto pochi giorni fa ai Tatti.

Senza Bernard Berenson la storia della pittura fiorentina e soprattutto veneziana non sarebbero quello che sono. Fu l’ultimo dei grandi umanisti d’Europa, lui che era nato in un misero shetl della Lituania. Non c’è stato un solo quotidiano italiano che abbia ricordato questo anniversario. Grazie Italia, grande, riconoscente, memore.

Francesco Smeraldi, veneziano, pubblica poesie in Italia e a Parigi. Giuseppe Ungaretti le aveva presentate al premio Viareggio. Ha lasciato la poesia per dedicarsi all'attribuzionismo della pittura del Quattocento e del Cinquecento.
 

Commenti

  1. luisa

    bravo Francesco Smeraldi: l’unico che ha ricordato B.B.

  2. luisa

    c\’è un punto interrogativo di troppo nel titolo ?

  3. luisa

    caro Francesco Smeraldi se pensi che il teatro La Fenice di Venezia mai commemora Strawinskji che diresse per la prima volta La carriera del libertino proprio alla Fenice e che è sepolto a Venezia !

  4. luisa

    se le parole sono pietre: Philippe Daverio storico dell’arte !!!!