La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

C'è posta per noi »

Caro Domani, la Milano della signora Moratti è alla frutta, anzi al panettone

13-09-2010

di

Nessuno ne parla, voglio solo avvisare i lettori che non sanno perché nessun giornale li informa: Milano è alla frutta, anzi al panettone. Edilizia Moratti, dopo anni di amministrazioni del centrodestra, non ha più progetti né programmi. Il sacco della speculazione e del cemento sta creando una sovrapposizione ed un addensamento tale che ormai si circola sulle isole pedonale e sui marciapiedi. I pedoni, stropicciati sul muro dai suv, camminano arrampicati sugli alberi come il barone di Italo Calvino. L’anarchia totale del traffico è tale che i fuoristrada per avanzare si caricano utilitarie e motorini. Gli alberi di Renzo Piano e Claudio Abbado sono stati “incendiati” da allegri rappresentanti delle ‘ndrine lombarde. L’Expo è in una situazione di… Stanca, arenato in darsene e navigli immaginari.

Edilizia Moratti ha convocato i suoi consulenti milionari sul da farsi. Non ci resta che il vecchio panettone da rilanciare in estate, un’alternativa al muffin che abbonda sul desco delle pensionate milanesi a 300 euro al mese. Una sorta di suicidio glicemico tra disoccupati e precari pigiati in metropolitana ad ascoltare gli ultimi deliri della contessa Letizia Brichetti, Moratti, Mazzanti Vien dal Mare.

Bibliotecario al Corriere della Sera e giudice di pace. Ha pubblicato vari libri di poesie, l'ultimo si intitola "Pandosia".