La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

C'è posta per noi »

Caro sindaco Alemanno, vuol far pagare i cortei di protesta, ma quanto costano vigili e poliziotti che la domenica vegliamo all’Olimpico su Lazio e Roma?

19-08-2010

di

Posso essere d’accordo con la proposta del sindaco Alemanno di far pagare le manifestazioni di protesta che sfilano per Roma: vigili e servizio d’ordine costano cari ed è giusto che non debba pagare il Comune, vale a dire noi romani. Devo dire che resta l’amaro in bocca perché chi scende in piazza con cartelli di protesta è un cittadino infelice, non arriva alla fine del mese, si vede taglieggiare le pensioni dalle imposta indirette e dalle riduzioni di aiuti dovuti alla crisi. Che poi debba pagare per esercitare un diritto riconosciuto dalla Costituzione ha l’aria di una paradosso, ma mettiamo sia giusto così.

A questo punto voglio sapere dal sindaco Alemanno quanto pagano o dovrebbero pagare le società di calcio Roma e Lazio. Quasi ogni partita la città è in stato d’assedio. Migliaia di agenti e vigili urbani. A volte scontri con auto in fiamme e cittadini innocenti coinvolti nelle risse e puniti ingiustamente con qualche notte di galera solo perché passavano di li. Immagino non sia difficile quantificare il numero delle forze dell’ordine coinvolte usando lo stesso metodo che ha definito la “tassa” da imporre a chi sfila per fame o per protesta contro le ingiustizie sociali. Sono in età matura e non sono uno sportivo. Non lo sono mia figlia e il mio ragazzo di 19 anni. Perché dobbiamo pagare per i signorini che vanno in tribuna alla domenica o i parlamentari delle poltrone vip? Resto in attesa di risposta.

 

Commenti

  1. mario

    perché non fa pagare le tasse agli immobili costruiti per pura speculazione?