La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

INCHIESTE

Quali riforme?

La politica italiana discute da anni di "riforme", "riformismo" e "dialogo". Cosa si nasconde dietro questo linguaggio astratto? Quali riforme servirebbero davvero all'Italia di oggi?

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

27-12-2011

di

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, segretario Cgil dell’Emilia-Romagna continua »

Pubblicato in Quali riforme?

Riforma elettorale: ma perché l’opposizione ha pasticciato con due progetti uno contrario all’altro, proporzionale e maggioritario?

12-09-2011

di

Alla fine tocca sempre a loro, ai cittadini, supplire alle inadempienze e alle incapacità dell’attuale classe politica. Lo fanno pagando i costi di un indebitamento pubblico di cui non hanno colpa, lo fanno scegliendo sindaci che non sono quelli imposti dall’alto, lo fanno chiedendo l’abrogazione di norme che i parlamentari fingono di non poter cambiare. È questo il caso del referendum sulla legge elettorale, … continua »

Pubblicato in Quali riforme?

NUOVI REFERENDUM – Tre riforme dal basso, per raddrizzare l’Italia

23-06-2011

di

L’associazione “Democrazia e Legalità” – con il contributo di economisti, giuslavoristi e magistrati – propone tre leggi di iniziativa popolare: regole e trasparenza nei partiti (come dice l’articolo 49 della Costituzione); reddito minimo garantito; lotta all’evasione. Per salvare l’Italia dal baratro continua »

Pubblicato in Quali riforme?

Gli italiani hanno detto Sì all’acqua pubblica. Ora bisogna riscrivere le regole

13-06-2011

di

Non è vero che la vittoria dei “sì” bloccherà gli investimenti necessari, come minacciava la presidente di Confindustria Marcegaglia. Ora, evitata la svendita obbligata ai privati, è urgente riformare i servizi pubblici locali. Un parlamentare Pd spiega le conseguenze di una “privatizzazione senza liberalizzazione”. Le regole degli anni ’90 hanno trasformato le vecchie municipalizzate in monopoli privati. Risultato: tariffe alte, servizi pessimi continua »

Pubblicato in Quali riforme?

La Chiesa non può essere “neutra” (al fianco del potere) quando il paese precipita nella disperazione

11-04-2011

di

La proposta dei vescovi sui “problemi cruciali” é il “consolidamento di una democrazia governante”, vale a dire prevalenza dei poteri sui diritti, rafforzamento dell’esecutivo, sistema elettorale maggioritario, legge che regoli la democrazia interna ai partiti: ma i padri della Costituzione l’avevano respinta, allora che neutralità é? continua »

Pubblicato in Quali riforme?

I mandarini dei partiti e la crisi della democrazia: per cambiare legge elettorale non c’è bisogno delle dimissioni di B.

29-11-2010

di

Mentre gli italiani che manifestano vengono caricati dalla polizia di Maroni, i politici (esclusi leghisti e berluscloni) dicono che è urgente modificare la legge elettorale. Lo si vorrebbe fare con questo Parlamento ma con un altro governo: perché? Michele Ainis: “è il solito gioco dell’oca”. E l’astensionismo sfiora il 40%, vocazione sempre più maggioritaria tra gli italiani continua »

Pubblicato in Quali riforme?

Crisi dei partiti: l’incubo Berlusconi e la Sinistra che deve cambiare

03-05-2010

di

Il 6 maggio a Bologna abbiamo discusso della crisi di legittimità costituzionale dei partiti italiani. Titolo dell’incontro pubblico (organizzato da Domani insieme agli amici della Associazione per il Rinnovamento della Sinistra, Il Mosaico e Articolo 21): “RIFORMARE LA POLITICA”. Ospiti Luigi de Magistris, Tana de Zulueta, Raniero La Valle, Piero Ricca, Aldo Tortorella: testimoni privilegiati della sinistra, dell’impegno civico e della libera informazione. Persone con esperienze e provenienze diverse, accomunate da una lucida consapevolezza: con questa destra non ci può … continua »

Pubblicato in Quali riforme?

Perché i partiti non vogliono abolire le Province?

22-03-2010

di

Berlusconi aveva giurato di scioglierle, ma nuove Province stanno per nascere: la Lega le vuole. Costano 14 miliardi l’anno e, nei discorsi di una campagna surreale, i presidenti di Regione non ne parlano continua »

Pubblicato in Quali riforme?