La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

» Inchieste

L'inchiesta

Quanti esseri umani (e quanti soldi) devono essere bruciati per la sete di vendetta degli Usa?

11-07-2011

di

La guerra globale contro il terrorismo scatenata dall’amministrazione degli Stati Uniti dopo l’11 settembre 2001 ha causato sino ad oggi la morte di circa 258.000 persone. La stima – “estremamente prudente” – è stata fatta dalla Brown University di Rhode Island, una delle più antiche università USA (è stata fondata nel 1764) che ha valutato i costi umani e finanziari dei conflitti … continua »

Pubblicato in L'inchiesta

E se i bombardieri Usa di Aviano si trasferissero in Polonia a far la guardia a Mosca?

30-06-2011

di

Ma il ministro La Russa orgogliosamente smentisce: “Washingtron mi assicura che da qui non si muoveranno”. Il sogno di trasformare l’aeroporto delle bombe in un aeroporto per passeggeri sembra ancora lontano continua »

Pubblicato in L'inchiesta

Il festival di Taormina premia Tarak Ben Ammar: socio del Cavaliere portava a Craxi i miliardi neri di B

13-06-2011

di

Produttore cinematogtrafico, finanziere tra i più importanti del Mediterraneo, siede nel consiglio di Mediobanca. Nel 2008 ha aiutato Berlusconi nel diventare socio al 50% della prima Tv indipendente tunisina, inaugurata tra barzellette e belle donne: copre il Magreb dall’Algeria alla Libia (e Gheddafi era contento). I giudici di Milano lo hanno convocato, per due volte da Parigi ha rifiutato di presentarsi… continua »

Pubblicato in L'inchiesta

I golfi della morte sono due: Fukushima (Giappone), Augusta (Sicilia)

18-04-2011

di

Nelle cave sottomarine depositi di armi chimiche italiane e Usa: arsenico, mercurio, metalli pesanti, diossina. E quei sottomarini nucleari più pericolosi di una centrale continua »

Pubblicato in L'inchiesta

Una portaerei chiamata Sicilia

04-04-2011

di

I marines di Sigonella, l’aviazione italiana di Trapani, i depositi di munizioni di Augusta, gli hangar di Pantelleria, i profughi di Mineo e i centri radar e logistici: ecco le infrastrutture e le armi usate nelle operazioni militari in Libia continua »

Pubblicato in L'inchiesta

Chi tocca Bossi muore, la Lega censura la Tv

14-03-2011

di

La bella trasmissione di Ilaria D’Amico (Exit, La7) costretta a cancellare la partecipazione di Leonardo Facco, autore del libro Umberto Magno, storia di Bossi, del figlio Trota e dei cortigiani brianzoli dall’obbedienza cieca, pronta e assoluta. L’onorevole Reguzzoni, capo bastone a Montecitorio, non lo vuole: “o io o lui”. E lui parla e parla giulivo “imbrogliando gli spettatori” continua »

Pubblicato in L'inchiesta

Sotto i profughi che scappano sulle carrette del mare, i sommergibili telecomandati della Nato giocano alla guerra nel canale di Sicilia

14-02-2011

di

Aerei ed elicotteri coordinano le manovra dal cielo: sottomarini con reattori a propulsione nucleare e famigerati missili Tomahawk. Quanti milioni costa all’Italia (che batte cassa in Europa per accogliere i disperati in fuga) sperimentare macchine sofisticate d’attacco? continua »

Pubblicato in L'inchiesta

Mentre il Medio Oriente brucia, Gheddafi compra 100 milioni di azioni Finmeccanica: diventa un po’ padrone di armi, navi e aerei. Non si sa mai

31-01-2011

di

Cento milioni di euro per incamerare il 2% del pacchetto azionario di Finmeccanica, la holding che controlla le principali industrie del comparto militare, aeronautico e spaziale italiano. Li ha sborsati la Lybian Investment Authority (LIA), l’autorità governativa libica che gestisce i fondi d’investimento in numerosi settori, da quello immobiliare, petrolifero ed industriale alle grandi infrastrutture, al turismo e all’agricoltura, in Libia come all’estero. Ma la vera partita si … continua »

Pubblicato in L'inchiesta

Pagina 3 di 512345