La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

» Inchieste

Internet

Web e democrazia: chi scrive nella rete diventa il “Condor” di Robert Redford, anche i notabili d’Italia hanno paura della verità

22-12-2011

di

Wikileaks logo - Di Jorge DragónIl web ha fatto presto a divenire un bisogno radicale, avendo intercettato una motivazione profonda, che è quella di esprimersi, relazionarsi in modo complesso e, soprattutto, interagire con il mondo. In questo senso, ha democratizzato i processi della comunicazione. È nell’ordine delle cose allora che si cerchi di limitarlo e controllarlo. Ma chi ha paura di internet? Le cronache degli … continua »

Pubblicato in Internet

I telefoni ormai non servono per parlare: parlare al telefono è vecchiume del passato

13-10-2011

di

Negli Stati Uniti solo il 37 per cento di chi impugna i cellulari risponde a voce a chi li chiama. Vengono usati per informarsi, chat, messaggi, reti sociali. “Scrivere evita il fastidio di discorsi noiosi, dà tempo per pensare le risposte, permette di non tradire con voci languide o arrabbiate i pensieri che vogliamo nascondere” continua »

Pubblicato in Internet

Vogliono censurare Internet in nome della tutela degli autori? Sono dei bugiardi

24-03-2011

di

Stavolta a provarci è l’Agcom, ma in passato parlamentari come Gabriella Carlucci e Luca Barbareschi. Lotta alla violazione del copyright o alla pedopornografia le ragioni sbandierate. Ma la verità sta altrove: questa gente ha solo paura della libertà d’espressione e ancora di più della libertà di pensiero e di critica che in Rete trovano linfa e spazio continua »

Pubblicato in Internet

Povero Assange, caduto nella trappola di una strana donna: se l’è portato a letto anche se preferisce le ragazze. Perché?

16-12-2010

di

Lo ha denunciato per stupro assieme a un’amica. Prove debolissime, ma la destra dei Repubblicani statunitensi chiede che il leader di Wikileaks venga “ucciso” e che il sito sia dichiarato “organizzazione terroristica”. Ecco la risposta di Israel Shamir continua »

Pubblicato in Internet

Wikileaks: cade la maschera dell’Occidente, incapace di affrontare le sue vergogne

09-12-2010

di

Il segreto di Stato deve essere difeso a ogni costo, non importa se finisce in galera con un’accusa molto dubbia Julian Assange o se si calpesta ancora una volta il diritto di sapere dei cittadini. La rete sta sbugiardando industria, giornalismo e politica e la reazione di chi governa è sempre la stessa: cercare un disperato ritorno al passato continua »

Pubblicato in Internet

Facebook e la campagna contro il tumore al seno: frivolezza o semplicità del messaggio?

25-10-2010

di

Ottobre è il mese dedicato all’informazione circa le modalità della prevenzione e della cura del tumore al seno. Su Facebook, il più frequentato e diffuso social network, è partita una divulgazione in limine tra spiritoso e ludico. Le donne hanno fatto rete scambiando tra amiche una lettera informativa che si concludeva con l’invito a pubblicare sul profilo una frase riferita al punto in cui, entrando in casa, si lascia la borsetta, ma formulata con quel tocco di ambiguità ammiccante destinata … continua »

Pubblicato in Internet

Internet sta morendo? Noi siciliani speriamo di no

23-08-2010

di

Noi siamo quelli dei volantini e dei giornali di quartiere per chi non ha accesso alla rete. Proprio per questo sappiamo meglio di altri a che serve – e a che può servire – sbucare sul web. Se Berlusconi comincia a preferirlo alle sue televisioni una ragione ci sarà continua »

Pubblicato in Internet

Pagina 1 di 212