La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

» Inchieste

La mia Scuola

Le ambigue medaglie della Gelmini: come non premiare gli insegnanti meritevoli

07-01-2011

di

Progetto sperimentale in quattro città, uso di metodologie che non fanno parte della cultura del nostro paese, bastone e carota con riconoscimenti in denaro non quantificati. Intanto si tagliano le teste degli insegnanti in “esubero” e si annunciano risparmi per 8 miliardi di euro. Ma dove sono? continua »

Pubblicato in La mia Scuola

Se i bambini fanno teatro con le facce dai colori diversi

23-12-2010

di

Gli insegnanti dagli stipendi tagliati e dai posti che tremano hanno richiamato in una palestra siciliana tre scuole elementari: piccoli indiani, africani, tanti gentilissimi italiani. E per dare solennità al Natale fettine di panettone e aranciate. Ma la scuola ha finito i soldi e nel 2011 solo le scuole private riusciranno a far festa. Tremonti, Gelmini e Brunetta sempre più soddisfati continua »

Pubblicato in La mia Scuola

Un’intervista sulla scuola? Preferisco di no

18-11-2010

di

Un reportage parte con uno scopo: raccogliere la voce degli insegnanti. Ma in corso d’opera la “notizia” diventa un’altra: alcuni degli interpellati rifuggono le domande della giornalista e si trincerano dietro il silenzio. Causa: meglio evitare fatti e opinioni perché si rischia il posto di lavoro. Soprattutto se precario continua »

Pubblicato in La mia Scuola

E il giudice rimette in cattedra i precari della scuola

21-10-2010

di

Quello che nessuno racconta sui docenti italiani. Sentenze di vita (e scatti di orgoglio) per gli insegnanti senza lavoro in un’Italia descolarizzata. Perché i sindacati hanno accettato passivamente il precariato illegale che oggi la magistratura punisce? continua »

Pubblicato in La mia Scuola

La scuola ai tempi della Gelmini: supplente costretto a dormire in tenda

11-10-2010

di

Storia di un professore calabrese trasferito in Romagna: 26 giorni di supplenza non bastano a pagare il letto di una pensione. Si è accampato attorno alla scuola. L’ha salvato la Caritas. Succede in uno dei Paesi che governano il “primo mondo” nel G8 continua »

Pubblicato in La mia Scuola

“Io, panchinaro della cattedra”. Una vita da precario

07-10-2010

di

Adesso scrivo io. Scrivo di me. Dopo che lo hanno fatto in tanti, da Giovanni Floris a Corrado Augias, da Annamaria Sersale a Marina Boscaino, da Michele Smargiassi a Franco Siddi, da Giulio Benedetti a Michele Serra, e molti altri. Mio malgrado, ero un fenomeno di quel baraccone chiamato scuola. Ma c’è di più, la conosco bene eppoi ho tutto per fare notizia. Sono meridionale, ho insegnato da precario per oltre 27 anni, per poi passare finalmente in ruolo e, … continua »

Pubblicato in La mia Scuola

Cattedre fatte a pezzi, gli insegnanti di ruolo dicano no alle guerre tra poveri

23-09-2010

di

I tagli del ministero puntano a espellere i precari e a incrementare gli orari degli insegnanti “regolari”. Un docente dovrebbe costituire un esempio di reponsabilità e non deve diventare un servo funzionale al lavoro a cottimo continua »

Pubblicato in La mia Scuola

Una vita da supplente: lavorare gratis e pagare le tasse su una busta paga fasulla

16-09-2010

di

Il carnevale degli istituti privati: “Ero assunta con contratto regolare, tutto a posto, meno lo stipendio, che non c’era. Per poter usufruire dei contributi dello Stato scartano docenti alle prime armi non per mancanza di esperienza, ma perché non possono dimostrare lo stato di disoccupazione biennale e non ottenere gli sgravi fiscali. Due piccioni in una fava. Lavoratori gratis e soldi da Roma” (anticipazione del libro pubblicato da edizione Nuovi Mondi) continua »

Pubblicato in La mia Scuola

Pagina 5 di 6« Prima...23456