La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

» Inchieste

Sotto tiro

Chi ha deciso di togliere la scorta al giornalista che indaga sugli inceneritori Marcegaglia?

26-09-2011

di

Gianni Lannes e la sua famiglia minacciati dalle mafie, computer rubati per scoprire cosa “nascondono”, auto incendiata e onorevole Angelo Cera (Udc) che nei comizi promette di “sistemarlo”. Lui intanto continua a scavare, ormai bersaglio facile di chi vuol farlo tacere. Interrogazioni parlamentari, ma Maroni non risponde. Il dubbio delle autorità e una realtà da chiarire continua »

Pubblicato in Sotto tiro

Se le intimidazioni arrivano anche dall’interno: la storia di Agostino Pantano

04-11-2010

di

Il potere che “intrallazza” è sempre più forte. Tanto da costringere un pezzo di una redazione calabrese, direttore compreso, a rassegnare le dimissioni. E poi la criminalità ha capito un fatto: i giornalisti non si fermano più ai dettagli della nera, ma sanno fare inchieste che vanno oltre. Troppo pericoloso lasciarli raccontare continua »

Pubblicato in Sotto tiro

Sono un giornalista di 25 anni. La ‘ndrangheta mi ha bruciato la macchina, ma io non ho paura

11-10-2010

di

Antonino Monteleone: «15 giornalisti minacciati in Calabria e su Libero nemmeno un rigo. La situazione è così grave che un giornale ha dovuto lanciare una grande manifestazione. Ma in un Paese normale i giornali dovrebbero raccontare le manifestazioni degli altri. Mentre una vicenda dai contorni molto oscuri, come ciò che è successo a Belpietro, si becca le aperture di tutti i giornali: 7 pagine solo su Libero» continua »

Pubblicato in Sotto tiro

“Indagavo su un duplice omicidio. In carcere fu deciso di ‘farmi saltare la testa’”

30-09-2010

di

Da questo numero prende il via una nuova rubrica, “Sotto tiro”, dedicata ai giornalisti che, a causa del loro lavoro, vengono minacciati. Il primo incontro è con Josè Trovato, già direttore En TV e collaboratore del Giornale di Sicilia. “Siamo cronisti di frontiera, tuteliamo le fonti e ci accusano di favoreggiamento, ma denunciare deve essere la regola” continua »

Pubblicato in Sotto tiro