La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

» Inchieste

Teologia

"Ti perdono". Sfumano i rancori. Odio e incomprensioni dimenticate nella nuova stagione "con la veste bianca". Benedetto XVII perdona la ragazza che lo ha travolto: affetto esasperato o rancore? Voleva solo abbracciare il Papa, addolcisce il cardinale Bagnasco. Nell'ospedale del dolore, perdona il vecchio cardinale Echegaray, travolto dalla furia mistica della pellegrina svizzera. E Berlusconi perdona il povero Tartaglia, ma non perdona le macchine "dell'odio" che uniscono in una sola trama la sua aggressione e l'aggressione al Papa. Quali macchine, quale odio? Cavaliere svagante. Anche il Papa deve avere perdonato la carne debole del Berlusconi di palazzo Grazioli e Villa Certosa. Mai più in tentazione: governante di fede cattolica comprovata come assicura negli auguri devoti al capo della Chiesa.
Perdono vuol dire "per un dono". Il dono del ragazzo Bachelet alle Brigate Rosse che gli hanno ucciso il padre. Il dono di Giovanni Paolo II ad Ali Agca. Le radici del perdono affondano nella stessa speranza. Non distingue la colpe dell'uno o dell'altro per illuminare facce in apparenza disuguali eppure riunite dalla ricerca della dignità che insegue la salvezza. Salvezza bianca, nera, gialla o marron, non importa.

Scola, vescovo di Milano, anti-Martini e anti-Tettamanzi (ma i fedeli possono convertirlo)

27-06-2011

di

Con gli articoli di stampa di questi giorni, tutti non smentiti e attendibili (Gianguido Vecchi “Corriere del 10 e 12 giugno Sandro Magister, l’Espresso)  possiamo essere certi della prossima nomina del cardinale Scola a vescovo di Milano (ma lo Spirito Santo potrebbe ancora intervenire…). Sono notizie fatte passare dagli organi ufficiali del Vaticano per preparare l’opinione pubblica. L’amarezza e la delusione per questa notizia sollecitano alcune prime brevi … continua »

Pubblicato in Teologia

Giovanni Paolo II, luci e ombre del nuovo beato

30-04-2011

di

Più di un milione di persone attorno a San Pietro per festeggiare commosse un Papa che comincia il cammino verso gli altari. L’amarezza lontana di chi ha sopportato le sue scelte discutibili nei primi anni di pontificato: cortesia e auguri per le nozze d’oro di Pinochet, condanna alla Teologia della Liberazione, abbandono del vescovo Romero continua »

Pubblicato in Teologia

Paradiso vuol dire libertà, la libertà è per il paradiso

20-09-2010

di

Colloquio con Raniero La Valle: parla del suo ultimo libro “Paradiso e libertà”. Protagonista l’uomo, «quel Dio peccatore». Paradiso da salvare da chi pretende l’appalto del potere del mondo e taccia di moralismo le critiche al suo impero, dall’alba dei tempi a Berlusconi continua »

Pubblicato in Teologia

Lettera di dimissioni dal popolo ebraico

02-09-2010

di

Quando ha ricevuto il premio Nobel, Elie Wiesel ha detto: «A volte dobbiamo interferire. Quando vite umane sono in pericolo, quando la dignità umana è minacciata, i confini e le sensibilità nazionali divengono irrilevanti. Ogni qual volta uomini o donne sono perseguitati per razza, religione od opinioni politiche, quel luogo deve – in quel momento – diventare il centro dell’universo» continua »

Pubblicato in Teologia

Giovanni Paolo II mi ha emarginato, ecco perché

08-07-2010

di

Analisi critica di un grande teologo sul papato di Wojtyła. Come conseguenza, gli fu interdetto l’insegnamento continua »

Pubblicato in Teologia

Mai usare il crocefisso per fare politica

24-06-2010

di

Il crocifisso deve essere solo un simbolo della fede. Come tanti cattolici che si richiamano al Concilio, noi di “Noi Siamo Chiesa” siamo contrari alla campagna del governo e del Vaticano per riformare la sentenza della Corte Europea dei diritti dell’uomo continua »

Pubblicato in Teologia

Condoni e bavagli del governo dell’amore (a pagamento)

24-05-2010

di

“Ho difeso davanti ai giudici un ragazzo colpevole di dichiararsi «anarchico», ma non ha mai commesso l’ombra di un reato. Condannato agli arresti domiciliari. Proibito pensare. Ricordate il fascismo? Ci salviamo se non abbiamo paura” continua »

Pubblicato in Teologia

Se il mio parroco si sposa

05-05-2010

di

“Io, prete sposato, ho rapporti di amicizia con Podestà, ex arcivescovo di Buenos Aires regolarmente ammogliato, non con monsignor Milingo che non mi piace. Raccoglie le simpatie di buona parte dei sacerdoti africani che non hanno simpatia per il celibato. La stessa Chiesa ricorda che il celibato è stato introdotto tardivamente nella Chiesa romana, mentre i preti di rito orientale continuano a prendere moglie. Allora…” continua »

Pubblicato in Teologia

Pagina 1 di 212