La Lettera

Per Terre Sconsacrate, Attori E Buffoni

Governo denunciato

di

L’ho fatto. L’avevo scritto, l’ho fatto. Stamani sono stato alla Procura della Repubblica di Firenze e ho denunciato il governo. Ho presentato due esposti recanti la “notitia criminis” concernente il favoreggiamento dello squadrismo, il primo, e varie fattispecie … continua »

Dire, fare, mangiare

E la chiamano cellulite

di

L’estate ci mette a misura con il nostro corpo. La maggior parte delle donne si confronta con il problema della cellulite. Premesso che la cellulite è molto diffusa e non si può prescindere da una predisposizione personale ad averla o … continua »

Lettere

Roberto SAVIO – Il mondo della finanza “inventa” 100 milioni di nuovi diseredati (e l’arricchimento di pochi continua)

25-08-2011

di

Ecco un programma per tornare quasi alla normalità: far sì che i cittadini possano decidere come difendere la loro vita oltre che sull’acqua e il nucleare; far sì che la solidarietà non diventi un impegno “marginale”; far sì che 400 milioni di persone non scappino da ambienti avvelenati o desertificati; far sì che 12 milioni di persone non finiscano ogni anno nella schiavitù del crimine e ricordare che l’80 per cento dei lavoratori del mondo è privo di tutela sociale continua »

Pubblicato in Lettere

Nani d’Italia

22-08-2011

di

Abbiamo avuto momenti difficili nei 65 anni di storia repubblicana, ma gli uomini chiamati a risolverli si chiamavano Luigi Einaudi, Carli, Ciampi. E i politici che ci rappresentavano nel mondo erano De Gasperi, Moro, Berlinguer, Amato, Prodi. Per non far ridere le capitali d’Europa e d’America evitiamo che il Cavaliere, Bossi, Brunetta, Romani, Verdini, Cicchitto, Gasparri, insomma quelli lì, aprano ancora bocca. Almeno i silenzi di Tremonti fanno capire che non ha mai avuto niente da dire continua »

Pubblicato in Lettere

Elio VELTRI – Crisi, l’ultima bugia: “Tutto è cambiato in 3 giorni…”. Sylos Labini l’aveva prevista nel 2003

18-08-2011

di

Da anni sostengo che la cosa più difficile nel nostro paese è affermare la verità che difficilmente emerge nei regimi autoritari e nelle democrazie malate. E la nostra lo è e non da oggi. Una delle componenti aggravanti è la grande ignoranza, spesso più nociva della malafede, di molti nostri politici e governanti.

Tremonti, dopo avere sostenuto per oltre due anni che nessuno poteva prevedere la crisi e che in ogni caso il nostro paese l’aveva sopportata meglio degli … continua »

Pubblicato in Lettere

Eugenio BENETAZZO – Aspettando le monetine di un secondo Hotel Raphael: dopo Craxi, Berlusconi

15-08-2011

di

C’è stata solo una volta da quando l’Italia è diventata una Repubblica che abbiamo dimostrato al mondo di avere carattere, senso di appartenenza allo Stato, coraggio e buon senso: era il 30 aprile del 1993 quando davanti all’Hotel Raphael di Roma migliaia e migliaia di persone proclamarono la dipartita di Bettino Craxi sotto una pioggia di monetine ed al tempo stesso la fine, non solo di un governo, ma anche di un sistema di governo. Con molta presunzione Silvio Berlusconi … continua »

Pubblicato in Lettere

Antonella BECCARIA – Indignarsi, un isterismo. Protestare, un crimine: ma chi decide se la parola “fallimento” vale solo per nuove generazioni?

11-08-2011

di

È sempre antipatico parlare d’autunno quando si è ancora nel pieno dell’estate. Un’estate strana, questa, fresca, che ha limitato afa e arsura a pochi giorni. Eppure caldissima su più fronti. In questi giorni i due argomenti che tengono banco su giornali e in televisione – la finanza e la rivolta in Gran Bretagna – scaldano lettori e telespettatori. Ma riempiono anche di interrogativi sul futuro prossimo. E non solo. Vediamo.

Partiamo dal primo. Le fluttuazioni dei mercati, gli assalti … continua »

Pubblicato in Lettere

Noi siamo depressi, loro sono depressi ma chi organizza la Depressione?

08-08-2011

di

Sono vent’anni che il capitalismo, tutore delle libertà, governa il mondo senza la concorrenza nefasta del comunismo e dopo vent’anni ecco un nuova depressione più grave di quella di tre anni fa. Nel girotondo delle Borse depresse tutti stanno perdendo e l’angoscia rimbalza da una radio all’altra, voci tv che dipingono di rosso i disastri delle piazze finanziarie. E la domanda corre in tante lingue: cosa succederà? Stiamo diventando più poveri, se non poverissimi ma non proprio tutti, a dire … continua »

Pubblicato in Lettere

Enzo MARZO – Al rientro solo Napolitano potrà salvare il Paese mettendo fine allo scandalo del governo Berlusconi

04-08-2011

di

Il Generale Estate non riserverà sorprese diverse da quelle che ogni giorno siamo costretti a subire. Mercenari che fanno numero ma non politica. Stiamo scivolando in una crisi senza fine. Al ritorno troveremo nuovi scandali. Letta e Tremonti non risuciranno a sopravvivere al post Cavaliere continua »

Pubblicato in Lettere

Azzurra CARPO – Nell’Amazzonia senza pioggia: se il polmone del mondo diventa una camera a gas

01-08-2011

di

Le immense dighe che tagliano i fiumi generano metano 20 volte più velenoso del biossido di carbonio. Alberi bruciati per fare carbon fossile, per coltivare le palme dell’olio, per la soia che ingoia centinaia di chilometri di piante ogni anno. “Noi indigeni non vogliamo forum per indigeni: vogliamo partecipare ai forum mondiali sul clima perché siamo i primi a pagare l’inerzia della civiltà evolute” continua »

Pubblicato in Lettere

Pagina 6 di 35« Prima...45678...2030...Ultima »