La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Mosca, l’estate immersa nella vodka: vera, falsa o con metanolo purché sia tanta. Hanno cominciato a odiare Gorbacev che non voleva la Russia ubriaca

21-07-2011

di

Ogni ragazzo ne beve un litro e due decilitri al mese. Falsari la offrono alla luce del sole a pochi centesimi di euro. I villaggi attorno alla capitale la fabbricano con timbri, bolli ed etichette di fantasia, ma la polizia non se ne accorge continua »

Pubblicato in Vivere a Mosca

L’ALFABETO DELL’AFRICA – S come Sud Sudan, una patria pagata 2 milioni di morti

21-07-2011

di

E’ nato il giorno in cui diventavo prete per l’umanità e quindi anche per lui. Data che passa alla storia personale e mondiale. Grande gioia a Parma, luogo della mia ordinazione, e molta di più a Juba, nuova capitale. Lavoro in Ciad ma il cuore di un missionario deve abbracciare tutti i popoli, in modo particolare quelli dei sud del mondo. Il nuovo Stato é sorto all’insegna della lunga e dolorosissima lotta di un popolo che da 191 anni si … continua »

Pubblicato in Alfabeto dell'Africa

L’Egitto in fiamme acquista elicotteri made in Italy con i soldi americani per aiuti umanitari

18-07-2011

di

Lo sapevate che l’Egitto è il maggiore recettore al mondo di aiuti militari Usa, dopo Israele? continua »

Pubblicato in Mediterraneo

L’Africa della pace in cammino verso il Nobel

11-07-2011

di

Riconoscere e valorizzare il ruolo delle donne in Africa e dare loro il Premio Nobel per la Pace 2011. Questa la proposta promossa dal CIPSI, coordinamento di 48 associazioni di solidarietà internazionale, e da “ChiAma l’Africa”. La pace è un dono da promuovere e custodire sempre, perché senza la pace è impossibile la salvaguardia della dignità di ogni creatura e della creazione. Lo abbiamo letto … continua »

Pubblicato in Africa

9 luglio, Sud Sudan indipendente ma il petrolio scatena appetiti, invasioni e altri massacri: cari giornalisti, non dimenticate un Paese che ha pagato la libertà con 2 milioni di morti

07-07-2011

di

Southern Sudan: We are voting for dignity - Foto di Oxfam InternationalIl 9 luglio 2011 verrà proclamata l’indipendenza del Sud Sudan, il 54° stato dell’Africa. È con gioia che salutiamo questo giorno dopo tanta sofferenza e morte! Ci sono voluti 191 anni di lotte per arrivare a questo traguardo, così ha sostenuto in un messaggio alla nazione il primo … continua »

Pubblicato in Africa

Rivolte parallele: ragazzi del Cile in lotta per cancellare la scuola privata di Pinochet, 40 anni dopo studenti e professori italiani contro la Gelmini innamorata dei “risparmi” della dittatura

07-07-2011

di

700mila ragazzi in piazza a Santiago del Cile, chissà quanti ragazzi e professori nelle strade italiane quando le scuole riaprono con classi pollaio e migliaia di insegnanti in meno. Come dall’altra parte del mondo chiedono rispetto per l’insegnamento pubblico (voluto dalla nostra Costituzione ) a poco a poco cancellato per favorire scuole private finanziate dallo stato: dissanguano famiglie già dissanguate dalla crisi continua »

Pubblicato in America del Sud

L’Ikea rinuncia alla campagna di Russia. “Tangenti troppo salate, meglio l’Italia”

04-07-2011

di

E i giornalisti coraggiosi di Mosca si sbizzarriscono nelle vite parallele da Bisignani a Verdini, da Papa (magistrato-senatore) ai loro plunipotenziari con le mazzette nell’armadio continua »

Pubblicato in Vivere a Mosca

Hugo Chavez torna a casa dall’ospedale dell’Avana, ma un altro Chavez era già pronto: il Venezuela potrebbe ricominciare da Adamo

04-07-2011

di

Adam Chavez è il fratello minore del presidente. Ne ha accompagnato i governi come ministro dell’Economia, soprattutto da ambasciatore all’Avana. Se Raul ha preso il posto del fratello malato, perché Adam non può fare lo stesso? Solo voci di minaccia. Adesso il presidente è tornato, ma le chiacchiere sulla successione continuano nel dubbio: guarirà? continua »

Pubblicato in America del Sud

Pagina 10 di 37« Prima...89101112...2030...Ultima »
Sur y Sur