La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Legionari di Cristo avviliti dalla pedofilia del fondatore che doveva diventare beato

01-04-2010

di

Qualche giorno fa hanno chiesto perdono dopo anni di negazione. La congregazione dei Legionari è composta da 800 sacerdoti e 2500 seminaristi. Università e centri a Roma, Monterrey, Connecticut, New York, Salamanca, Brasile e America Latina. Missioni nell’Europa ex comunista e in Asia Centrale continua »

Pubblicato in Viaggiatori che raccontano

Berlino, i turchi votano a sinistra ma non lo vogliono dire

29-03-2010

di

In Germania da 40 anni, un milione e mezzo di immigrati “vive” come in un villaggio anatolico: scrive una sociologa di Ankara che abita nella Repubblica Federale. Il loro Islam moderato è apprezzato dai tedeschi continua »

Pubblicato in Europa

Dubai, Hamas e il Mossad: otto stranezze per un omicidio

25-03-2010

di

L’omicidio di uno dei capi di Hamas, assassinato a Dubai il 20 gennaio, ha fatto pensare al ritorno delle squadre di “vendicatori” del Mossad. Mentre Israele nega, l’analisi dei fatti fa emergere una serie di stranezze nel modus operandi di trenta presunti agenti, immortalati dalle telecamere a circuito chiuso. E intanto lo sguardo degli investigatori si sposta anche sui palestinesi continua »

Pubblicato in Mediterraneo

Perché la Svezia funziona e l’Italia no: a Stoccolma parlamento rosa, metà sono donne

11-03-2010

di

Ma non è tutto oro anche nella società più civile d’Europa: solo il 16 per cento in cattedra all’università, appena il 5 per cento nei consigli d’amministrazione, l’1,6 per cento in Borsa. Roma resta lontana, ultimo posto: 14 milioni di donne italiane denunciano violenza, in Svezia (e sono preoccupati) 5.446 continua »

Pubblicato in Europa

L’Africa si alza e impara a perdonare

11-03-2010

di

Musulmani, cristiani, gruppi etnici provano a riconciliarsi nel Ciad del petrolio. Speranza da allargare al Niger dei massacri e dell’uranio, ricchezze che sono il lievito del disordine. Ma gli affari dei paesi civili ne hanno bisogno

Moissala (Ciad)  -  La prima parola che si impara in Mbay, lingua che si parla a Moissala, è “lapia”: vuol dire “Pace”. Qui c’è n’è un gran bisogno dopo una storia di guerre civili, conflitti continui, colpi di Stato. Oggi si … continua »

Pubblicato in Africa

Chi scappa dalla Nigeria, scappa dall’Agip e dalla Shell

04-03-2010

di

La benzina è il motore delle nostre abitudini: perché dovremmo preoccuparci degli africani disperati che bevono acqua inquinata e vivono con pochi centesimi? Il loro tesoro ce lo portiamo via. L’Italia vende armi al governo e il nostro governo “offre” due navi militari per pattugliare il delta del Niger “infestato da ribelli”. E se arrivano non c’è posto per loro continua »

Pubblicato in Africa

E i neri invidiano le nostre immondizie

04-03-2010

di

Nel vocabolario dei popoli africani non esiste la parola “superfluo”. Con i milioni di Sanremo e dell’Isola dei Famosi potrebbero vivere un anno, ma spogliare le nostre Tv da certe emozioni è l’ipotesi terrificante che fa tremare chi li spende. Nessuno vuole la rivoluzione degli spettatori privati dai piaceri del niente continua »

Pubblicato in Africa

Se il vescovo diventa un “pericolo pubblico”

01-03-2010

di

Non in Iraq, ma in Germania. Nelle omelie la “Papessa” protestante chiedeva la pace in Afghanistan, rispetto alla natura, attenzione ai giovani trascurati. Linguaggio chiaro che infastidiva i politici di Berlino. Ed è diventata una sorvegliata speciale. Al primo errore – un bicchiere in più prima di guidare l’auto – portata in caserma come straniera sconosciuta. Ha rinunciato al vescovado e a guidare la Chiesa protestante tedesca: “Non avrei più la libertà di dare indicazioni etiche”

continua »

Pubblicato in Europa

Pagina 30 di 37« Prima...1020...2829303132...Ultima »
Sur y Sur