La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

C'è posta per noi

I lettori che vogliono intervenire e inviarci le loro opinioni, possono mandare una mail all'indirizzo editoriale[at]arcoiris.tv (sostituire [at] con il simbolo @). Tra quelle pervenute, sceglieremo le più interessanti e le pubblicheremo nella rubrica C'è posta per noi.<

Rai International peggio di Minzolini: “Ogni giorno a Caracas uccise 6 mila persone”, 2 milioni e 190 mila l’anno (invenzione di un massacro per diffamare Chavez)

27-10-2011

di

Cara Rai International, molti italiani vi hanno scritto mostrando il loro sdegno per la vostre stupidaggini, perché vi hanno preso sul serio, senza rendersi conto che siete degli analfabeti funzionali. Se la presentatrice Benedetta Rinaldi ricordasse le quattro operazioni elementari che studió quando era ragazzina (supponendo sia andata a scuola… perché il suo analfabetismo é realmente incredibile!) potrebbe fare facilmente un piccolo conto. Se fosse vero che Caracas registra 6000 morti amazzati ogni giorno, significherebbe che:

in … continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Bertoldo-Berlusconi fa ridere il mondo per farsi imporre la riforma delle pensioni che Bossi non vuole

24-10-2011

di

Non mi sento particolarmente “patriottica” ma mi sono vergognata d’essere italiana davanti alla Tv: quelle risate della signor Merkl e del signor Sarkozy quando una giornalista ha chiesto cosa si erano detti col nostro capo di governo. Le risate hanno contagiato i reporter di mezzo mondo. Non era ai successo da De Gasperi in poi. Al contrario: appena B ha preso il potere, i vari Frattini, Martino, Bonaiuti, per non parlare di Brunetta e dell’elegante Carlo Rossella e ogni giornalista … continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Nuova sanatoria sulle tasse: condono del 40 per cento alle aziende infedeli. Sconti in carico a noi che le imposte le versiamo sempre. Io so per chi vota l’Italia dei furbi…

20-10-2011

di

Caro Domani, stamattina mi è venuto un brivido leggendo i giornali. Per far cassa e tirar su 4 miliardi Berlusconi sarebbe favorevole ad un nuovo condono fiscale che graziosamente definisce “condono di massa”. Riapre i termini di presentazione delle denunce non presentate in passato. Chi ha evaso per anni “somme ragguardevoli” non dovrà pagare interessi e le multe verranno ridotte del 40 per cento. C’è di più: non saranno punibili i reati tributari minori come le dichiarazioni fraudolente o infedeli … continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Caro Domani, non è che i black bloc siano figli dei violenti che anni fa destabilizzavano per mantenere in vita i governi Andreotti?

17-10-2011

di

Gli scontri di Roma non devono far dimenticare il motivo della manifestazione, un disagio ormai sempre più insopportabile. Sabato scorso ho seguito le dirette di giornali e televisioni sulla manifestazione di Roma. E ho avuto un pensiero: che gli scontri affossino del tutto le sacrosante istanze che hanno portato 200 mila persone in piazza. Ecco, a questo proposito suggerirei due ragionamenti, collegati tra loro. Il primo: la manifestazione di Roma è avvenuta in contemporanea a molte altre in giro per … continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Caro Domani, tra Meredith e B. dov’è la ricerca della verità?

13-10-2011

di

Dopo la sentenza Meredith, alcuni accattoni, tipo l’ex ministro Alfano, strumentalizzano la sentenza per screditare la giustizia italiana, a vantaggio del suo padrone Silvio Berlusconi. Vogliono far apparire la giustizia italiana come inadeguata e addirittura qualcuno di loro porta come esempio di giustizia quella americana, che invece è la più barbara del mondo.

In realtà l’ordinamento giudiziario italiano è il migliore del mondo, ci sono diversi gradi di giudizio proprio perché si vuole essere sicuri delle scelte fatte, e … continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

A 60 anni sono sceso in piazza assieme ai miei figli: un paese senza partiti è un paese allo sbando, ma questi partiti perché non si mescolano alla gente?

10-10-2011

di

Ho due figli, la grande laureata in medicina, l’altro all’università. Sono andato in piazza assieme a loro e per la prima volta nella mia vita ho gridato contro un sistema ormai indifferente e così lontano dai problemi dei “ragazzi” anche se – avendo 60 anni – chiamare ragazzi uomini e donne attorno ai 30 fa sorridere la mia generazione. A 18 anni lavoravamo e studiavamo con la voglia di fare la nostra parte in una società aperta alle speranze di … continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Caro Domani, di lavoro si muore. E si muore per non arrivare alla fine del mese, in nero

10-10-2011

di

Sono i tempi che stiamo già vivendo: il Paese reale è tornato di prepotenza sulle pagine dei giornali. Lo ha fatto per le ragioni peggiori, la morte delle cinque operaie in nero di Barletta. Si torna così a guardare la miseria di tutti i giorni, soffocata da mesi di fiumi d’inchiostro buttati sulla crisi (economica e, per quanto non ufficiale, di governo), di scandali giudiziari che coinvolgono i vip toccandoli marginalmente, di grossi processi che diventano argomento costante sui media. … continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Caro Domani, i leghisti non pagano le tasse

06-10-2011

di

Preparo la mia vecchia casa all’inverno, spifferi dalle finestre che vanno sigillati ed ho chiamato gli artigiani che sanno farlo. Arriva un signore simpatico col suo bombolino di silicone. E si mette al lavoro: sette finestre. Intanto parla. Chiede se domenica ho visto la TV locale, appariva fra gli invitati all’inaugurazione della nuova sede del Carroccio. Non tante gente: ospite d’onore la signora onorevole che in parlamento fa da badante a Umberto Bossi.

L’aggiustatore di finestre è leghista della … continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Pagina 3 di 2312345...1020...Ultima »