La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

C'è posta per noi

I lettori che vogliono intervenire e inviarci le loro opinioni, possono mandare una mail all'indirizzo editoriale[at]arcoiris.tv (sostituire [at] con il simbolo @). Tra quelle pervenute, sceglieremo le più interessanti e le pubblicheremo nella rubrica C'è posta per noi.<

Caro Domani, perché i signori della Casta stabiliscono qual è il loro stipendio: sono nostri dipendenti e dobbiamo stabilirlo noi cittadini, non loro

18-08-2011

di

 Caro Domani, rammento che Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella definirono i parlamentari italiani “La Casta” in un loro celebre libro di successo ampiamente meritato; Grillo usa apostrofarli come “i nostri dipendenti”; se ragioniamo senza preconcetti, con la logica, tali sono dal momento che si tratta di rappresentanti degli elettori remunerati con le tasse dei medesimi, (il vero datore di lavoro) e il cui compito (impegnativo) è legiferare.

Utilizzando … continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Caro Domani, evviva, sono ebreo. Così non potranno licenziarmi

15-08-2011

di

Caro Domani, guarda te cosa ti dovevo vedere dopo tanto tempo. Questa crisi ha messo in evidenza un elemento, tra i tanti: addio alla contrattazione collettiva per il lavoro. E addirittura le collaborazioni saranno gestite dalle aziende, senza più le pur blande tutele a chi dipendente non è nulla. Si potrà licenziare a piacimento perché sei antipatico, perché sei calvo, perché sei lavativo o anche perché sei troppo zelante e allora il tuo capo può sentirsi minacciato dalla tua produttività…. continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Caro Domani, difendo il 110 lode di noi ragazzi del Sud

11-08-2011

di

Pare ci siano troppe lodi al Mezzogiorno. Eppure un’analisi più approfondita dei dati fa emergere il sospetto dell’ennesima strumentalizzazione leghista. La voce degli studenti del Sud, che raccontano differenze e problemi non solo di voti continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Caro Domani, a Porto Rotondo i miliardari fanno festa e sento in tv che i sacrifici dovremo sopportarli soprattutto noi: padre e madre insegnanti, io cameriere mentre studio

08-08-2011

di

Caro Domani, questa è la mia ultima settimana di stage a Porto Rotondo. Studio in una scuola alberghiera ed ho avuto l’opportunità di questa esperienza nel posto più bello della Sardegna. A dire il vero il turismo è stata una vocazione tardiva perché ho frequentato il liceo scientifico ed avevo intenzione di iscrivermi ad ingegneria ma vicende familiari mi hanno costretto a ripiegare in posto pronto e sicuro come assicurano gli inviti a frequentare questo tipo di scuole.

Parlo … continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Caro Domani, ho censurato l’articolo di Massimo Gramellini: parla del pellegrinaggio degli onorevoli a Gerusalemme e non volevo che mio figlio lo leggesse altrimenti non va votare. Ma me ne pento e allora…

04-08-2011

di

Caro Domani, chiedo scusa del disturbo: devo ammettere una piccola vigliaccheria. Ho un figlio di 19 anni che non vuol sentir parlare di politica. Disprezza i politici, ripete ciò che sente nelle televisioni o scopre nei siti internet: tutti ladri. Non è vero, provo ad arrabbiarmi, ma ho paura che le mie parole non servano. Non credo si rassegnerà a votare non importa il partito purché capisca qual è suo dovere di cittadino. Stamattina ho fatto sparire La Stampa. Dopo … continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Caro Domani, pericoloso difendere i diritti umani. L’Alitalia riporta a terra una pacifista: non può attraversare gli Stati Uniti nemmeno a 10 mila metri di altezza

01-08-2011

di

Era invitata a Cortona per un seminario sull’America Latina. Mentre era in volo arriva l’altolà: aereo rimandato in Messico. Il pacifismo di Raquel Gutierrez Aguillar, docente universitaria, fa paura chissà a chi. E la nostra compagnia, che Berlusconi ha voluto “di bandiera”, alla nostra bandiera dà questa dignità continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Caro Domani, ma un bianco, biondo, cristiano, europeo sarà capace di puntare il dito contro se stesso? Provarci è facile, difficile accettare le responsabilità

28-07-2011

di

A proposito del bellissimo articolo Bianco, biondo, cristiano, europeo: prendete nota che i terroristi hanno cambiato colore di Cleophas Adrien Dioma mi viene in mente quell’antico detto africano: “Prima di puntare il dito contro qualcuno ricordati che ne hai tre puntati verso di te”.

Provare: chiudere la mano, puntare il dito indice e verificare dove puntano il medio, l’anulare e il mignolo. Qualcuno chiederà: e il pollice? È puntato verso l’alto: anche Dio ha qualche responsabilità. continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Perché la Val d’Aosta può spendere per i dipendenti della Regione 2119,60 euro e la Lombardia solo 20,30?

25-07-2011

di

Mentre la Casta fa i conti con la rabbia che cresce tra gli italiani e, per l’ennesima volta, si discute di “riforme” (abolizione delle Province, riduzione dei parlamentari, ecc.), ci si dimentica dei soldi pubblici regalati alle Regioni a statuto speciale. Un nostro lettore propone un referendum “contro i privilegi di 9 milioni di italiani a scapito degli altri 51 milioni e mezzo” continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Pagina 6 di 23« Prima...45678...20...Ultima »