QUI CAMORRA

Immondizie o faide familiari? Ricomincia la guerra dei 3 anni nella Napoli dei boss

di

Strana “associazione criminale” è la camorra. A pensarci bene questa mafia è quanto di meno associazionistico può venire … continua »

Qui Mafia

Per coprire quale segreto la Francia nasconde il delitto di Nicolas Giudici, giornalista ucciso quando frugava nei misteri della Corsica?

di

Giornalista e saggista ucciso dieci anni fa, ma il delitto è stato subito “secretato”. Prima del colpo fatale la commissione parlamentare che si occupava del “caso Corsica” lo aveva a lungo interrogato su clientelismi e vendette. Poi il delitto e … continua »

QUI 'NDRANGHETA

La ‘ndrangheta a Milano, vent’anni di onorata società

di

Se ne parla come di una novità che il ministro Maroni rimpicciolisce ma la “Duomo Connection” risale al 1990: dopo 24 operazioni di magistratura e polizia siamo arrivati ai 300 arresti di assessori e politici lombardi continua »

Busi contro il defunto “fascista” Tatarella, tutti contro Busi

15-07-2010

di

Se Aldo Busi chiama le cose e le persone con il loro nome, la Casta tutta si stizzisce continua »

Pubblicato in Ma chi sei?

Se l’onestà non paga, rendiamola “conveniente”

15-07-2010

di

Le cronache riportano le dichiarazioni molto aspre del procuratore Nicola Gratteri a commento dell’operazione di polizia contro la ‘ndrangheta lombarda. Alla domanda su quale strategia possa arginare il dilagare del malaffare a tutti i livelli, il magistrato antimafia sollecita la creazione di un sistema di convenienze legate al rispetto delle leggi, basandosi sul presupposto che “la convenienza viene prima dell’etica”.

Sono frasi tese a suscitare reazioni soprattutto nell’uditorio privilegiato di coloro che vivono e promuovono la legalità in questo … continua »

Pubblicato in Italia

De Mauro: il movimento gay dovrebbe parlare italiano e non aggrapparsi ad un malinconico inglese

15-07-2010

di

Per sconfiggere i pregiudizi non serve parlare inglese: “c’è un fondo reazionario della nostra cultura che si serve del cattolicesimo italiano come una foglia di fico”. Tullio De Mauro, il più importante linguista italiano, affronta per la prima volta in questa intervista il problema dell’omosessualità. Parlarne liberamente, ma parlarne come? continua »

Pubblicato in Le parole rubate

“Dove sei? Qui ci sono risse, stai attenta”. L’Aquila in corteo, cronaca dall’altro lato della barricata

12-07-2010

di

Una manifestazione pacifica deviata più volte dal percorso prestabilito, gli scontri per strada, l’impronta della mano insanguinata di un ragazzo sul muro di una banca. Tutto questo per ribadire che alle “tre e trentadue io non ridevo” continua »

Pubblicato in Italia

Il Papa sapeva che il suo cardinale andava a cena da Vespa?

12-07-2010

di

Benedetto XVI non poteva ignorare che il segretario di Stato partecipava al “Porta al Porta” segreto per pianificare il nuovo governo (italiano) con Berlusconi, il governatore di Bankitalia Draghi, Bertone, Gianfranco Casini, Cesare Geronzi e Gianni Letta, “gentiluomo di Sua Santità”: P2 e Chiesa a confronto attorno al tavolo imbandito continua »

Pubblicato in Italia

Bologna, 2 agosto 1980: “I tagli alla memoria saranno pesantissimi”

08-07-2010

di

“Se non ci aiuterà qualche cittadino, abbiamo il tempo contato”. Parla Paolo Bolognesi, presidente dell’associazione vittime, che fa il punto sulle recenti polemiche sui fondi mancanti. A un mese dai trent’anni della strage, traccia anche un bilancio sul futuro tra strategie in odor di P2 e svuotamento della scuola continua »

Pubblicato in Italia

Saviano vuole scappare? Non sono d’accordo: Falcone, Impastato e migliaia di italiani “normali” sono rimasti per salvare la democrazia

08-07-2010

di

Non condivido le cose dette da Roberto Saviano alla giornalista di El Pais. Ha dichiarato che l’Italia è un paese feroce dal quale vorrebbe andarsene. È vero che l’Italia è un paese feroce. Certo ognuno ha il diritto di pensare ad una vita diversa, non blindata, non oppressa dalle restrizioni imposte dalle minacce e dalla persecuzione della criminalità. Ricordo una malinconica fotografia di Giovanni Falcone affacciato alla finestra del retro della sua abitazione dalla quale non poteva uscire se non … continua »

Pubblicato in Italia

Eja eja Cavaliere, da enormi balle a un mar di delusioni

08-07-2010

di

Com’è mutevole l’umana psiche. In un momento di disamore verso Colui che, abbandonata ogni cura del suo “particulare”, tutto s’è dato al nostro bene, mi venne spontaneo, un giorno, scrivere questo epigramma:

Silvio Berlusconi,
da enormi balle,
un mar di delusioni

nonché questa sonetto “in ANA” frutto d’improvviso accecamento ideologico

Il cavalier che nomasi Banana,
e tronfio s’en va, munito di bandana,
se ben lo vagli, con la mente sana,
campion lo eleggi … continua »

Pubblicato in Le parole rubate

Pagina 73 di 105« Prima...102030...7172737475...8090100...Ultima »
L'APPUNTAMENTO SETTIMANALE CON FREI BETTO

Il Brasile aspetta il ritorno di Lula: il cancro non lo fermerà

di

“Ricordo l’inizio della nostra amicizia quando ancora correva per diventare presidente: scarabocchiava su un pezzo di carta i temi per i quali battersi e saliva sul banco travolgendo chi ascoltava” continua »

Con questa faccia da straniero

Scrivere per Domani non mi fa sentire straniero

di

La mia amica mi ha regalato un bellissimo quaderno. Il quaderno della fortuna. Sul davanti del quaderno c’è il disegno di un agricoltore con un carretto tirato da due mucche. Dietro una piccola spiegazione di cos’è il frumento. È scritto: … continua »