La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

» Speciale

Elezioni, io voto così

VOTARE PER L'EUROPA, MA CHI ?
Si vota per l'Europa mentre ogni giornale e ogni Tv d'Europa osservano con preoccupazione il disastro morale italiano. Non solo pettegolezzi e contropettegolezzi sulle famiglie al potere, soprattutto il disastro di un governo inefficiente e sempre più autocratico. La preoccupazione degli osservatori stranieri ( e non solo europei ) riguarda l'informazione: potere politico e potere mediatico nelle stesse mani. Alle quali obbediscono disciplinatamente giornalisti scendiletto: populismo ed esasperazione gonfiati in sincronia con gli interessi del capo del governo. Magistratura umiliata appena si affacciano nei tribunali cause che coinvolgono il Presidente del Consiglio. Disinteresse per la crisi economica come dimostra la trattativa Fiat- Opel. Mentre il governo di Berlino e il presidente Obama sono intervenuti con strategie affidate a ministri e grandi esperti, il governo italiano non ha alzato una parola.
Chi mandare al Parlamento Europeo per evitare l'emarginazione del Paese ?
Ecco le risposte.

Perché votare le due liste della Sinistra

03-06-2009

di

Come voterò alla prossime elezioni europee e se, e come, parteciperò, il 21 giugno, al referendum. Dico subito che trovo assai difficile decidere per questa seconda occasione, mentre mi pare di avere maturato una scelta sensata e responsabile a proposito delle elezioni. Cercherò di spiegare come vi sono arrivato e non mi meraviglierò se le vostre decisioni saranno diverse dalle mie. Sono il primo a comprendere che oggi più che mai qualunque opzione è discutibile.

Un voto per … continua »

Pubblicato in Elezioni, io voto così

PERCHÉ VOTARE ITALIA DEI VALORI

03-06-2009

di

Tre ragioni per votare Italia dei Valori.

La prima è che solo IdV ha preso sul serio la duplice anomalia rappresentata da Berlusconi: un monopolista televisivo al vertice del potere politico, un inquisito dalla magistratura che ha sempre usato il potere politico per contrastare il cammino della giustizia nei suoi confronti. Un caso unico al mondo che ha inquinato alla radice tutta la politica italiana, e che il resto del mondo democratico considera inconcepibile.

La classe dirigente di … continua »

Pubblicato in Elezioni, io voto così

PERCHÉ VOTARE PD

03-06-2009

di

Le elezioni del 6 e 7 giugno costituiscono una duplice importantissima scadenza per gli italiani: per l’Europa e le sue istituzioni e per la vita democratica del nostro Paese.

Il Parlamento Europeo che uscirà dalle elezioni di giugno vedrà aumentato il suo potere in base al nuovo Trattato di Lisbona che sarà ratificato entro l’anno; nel prossimo futuro anche in quel Parlamento si prenderanno decisioni che avranno conseguenze concrete sulla vita di tutti i cittadini europei.

Non … continua »

Pubblicato in Elezioni, io voto così