La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

» Spettacoli

Spettacoli

Dieci anni di galera a Igor Marini, faccendiere di Telekom Serbia. Vespa chiederà scusa?

14-11-2011

di

L’offerta di informazione supera di gran lunga non solo la domanda, ma anche le umane possibilità. Il che forse è bene, in un momento in cui vorremmo poterci godere ogni minimo spunto del declino di Berlusconi. Peccato però che, in una simile congestione di fatti, sia passata quasi sotto silenzio la più vendicativa notizia della giornata e cioè la condanna (10 anni: esagerati!) del bugiardo Igor Marini, la cui vita è un film straordinario. Ci sarebbe piaciuto che la tv … continua »

Pubblicato in Credere Obbedire Combattere

Santoro vendica Biagi e Montanelli

07-11-2011

di

È cominciata nel nome di Enzo Biagi e Indro Montanelli la «rivoluzione» di Michele Santoro su Sky, internet e un’ampia piattaforma di tv locali. E la rivoluzione, anche la più democratica e pacifica, non è un pranzo di gala. C’è sempre qualcuno che ne soffre, come, nel caso di “Servizio pubblico” ha sofferto su La7 “Piazza pulita” di Corrado Formigli, visto che i due programmi si disputavano lo stesso pubblico. Un pubblico che sulle reti Rai era unito e che … continua »

Pubblicato in Credere Obbedire Combattere

Sulla strage di Erba una Vespa dell’amore. Lettere dal basso impero del berlusconismo

31-10-2011

di

Dopo anni di lamentazioni per il trionfo dei messaggini sui messaggi veri e propri, da qualche giorno si assiste al trionfo della lettera scritta. Ci aprono i giornali (e di conseguenza i tg), con le epistole di Berlusconi o dei dissidenti anti Berlusconi, ovviamente anonimi. Si tratta di un ritorno alle patrie lettere per opera di qualche amanuense precario o dietro tutta questa letteratura ci sono sempre la mano e la testa di Giuliano Ferrara? Il dubbio è lecito, mentre … continua »

Pubblicato in Credere Obbedire Combattere

Cartolina dall’Albania: foto di famiglia con ministro e faccendiere

24-10-2011

di

Come noto, in nessun altro Paese ci sono tanti talk show politici e in nessun’altra galassia dell’universo i politici passano tanto tempo in tv come in Italia. Anche per questo, sempre più spesso, noi telespettatori ci sentiamo più testimoni oculari che pubblico. E quasi sempre testimoni a carico. Prendiamo per esempio il ministro Frattini, che svolge il suo ruolo in un periodo difficilissimo e, nonostante ciò, non lesina figuracce in tv. Come quando è apparso nei tg per minimizzare la … continua »

Pubblicato in Credere Obbedire Combattere

L’Augusto pulpito

17-10-2011

di

Minzolini ha creato una rubrica per occuparsi dei giornalisti della carta stampata che lo criticano (praticamente tutti quelli che non sono pagati da Berlusconi). Tanto per gradire se l’è presa anche con Umberto Eco, riferendo i giudizi negativi sul suo ultimo romanzo pubblicati dall’Osservatore romano. Ma il vero obiettivo di Minzo era Travaglio, contro il quale è stata agitata come una clava la notizia di un rinvio a giudizio per calunnia. Travaglio di cause del genere ne avrà parecchie, ma … continua »

Pubblicato in Credere Obbedire Combattere

Le dimissioni degli italiani

10-10-2011

di

È ripassata in video parecchie volte. In più, ormai si può rivedere quanto si vuole in Internet; perciò, la scena di Tremonti che, fingendo di parlare della Spagna, auspica le dimissioni del premier anche in Italia, abbiamo avuto modo di studiarla bene. Il ministro non ha parlato tanto per parlare, come un Gasparri qualsiasi. Tremonti sa quello che dice, anche se, per l’occasione, ha tirato fuori quell’arietta infantile che Corrado Guzzanti ha portato all’ennesima potenza comica nella sua … continua »

Pubblicato in Credere Obbedire Combattere

Alla Rai Tv non si fanno prigionieri

03-10-2011

di

Chissà perché Giuliano Ferrara, che è così bravo, ha accettato di fare da toupet al Tg1 di Minzolini, che è così scarso e pelato. Ma, veramente lo sappiamo il perché: è lo stesso per cui l’altra sera Fede e Feltri facevano coppia in apertura di Tg4 per dire quanto sono fetenti tutti quelli che non vogliono bene a Silvio. La tv, pubblica e privata, è piena di giornalisti pagati da lui, che del resto è un editore. Infatti, … continua »

Pubblicato in Credere Obbedire Combattere

I mercenari del porcellum delizia dei giornali e forza del potere

26-09-2011

di

Ma avete visto con che piglio rivoluzionario Angelino Alfano ha impugnato davanti alle tv l’arma della nuova legge elettorale? Scamiciato, congestionato e perfino vagamente minaccioso, sembrava dire: non provate a fermarmi perché faccio uno sfracello. E un marziano venuto dallo spazio avrebbe pensato che al povero Angelino l’atroce legge vigente (forse la peggiore al mondo) l’abbia imposta il feroce Saladino comunista. Invece no. Il dannato porcellum l’hanno voluto Berlusconi e Bossi e lo hanno imposto a tutto il Paese per … continua »

Pubblicato in Credere Obbedire Combattere

Pagina 2 di 2312345...1020...Ultima »