La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

C'è posta per noi »

Lettere degli emigranti italiani: come da lontano guardano e giudicano cosa succede tra Arcore e Roma. Scrivono a Rete Cicero e da comunità sparse nel mondo

Eletto dal popolo ma non può fare ciò che vuole

27-01-2011

di

C’è ancora qualcuno che ritiene che le allegre serate berlusconiane siano una montatura dell’opposizione e comunque solo una piccola “birichinata” da perdonare? O che sono fatti del tutto personali che nulla hanno a che vedere con la funzione pubblica del Presidente del Consiglio? Beh:la stampa internazionale sia quella di destra che di sinistra non la pensa così. E non la pensano cosi milioni di italiani.
Ed è un minimo di buon senso a suggerirci che non è così che si governa e che il suo ”stile ” di agire ha danneggiato l’immagine dell’Italia nel mondo intero lasciando spazio ai peggiori preconcetti e luoghi comuni sugli italiani.
E poi diciamocelo francamente:cosa hanno prodotto di positivo i 4 governi Berlusconi a partire dal 1994 (quindi non da ieri!): leggi a suo favore, molta retorica e un’alleanza sempre più stretta con la Lega Lombarda che medita la separazione del Nord. E comunque i problemi del paese sono peggiorati.
Berlusconi è stato eletto dal popolo? È vero però questo non significa che possa fare quello che vuole e presentarsi sempre come una vittima.
Personalmente penso che il nostro Presidente del Consiglio abbia superato il limite e che dovrebbe dimettersi.
Mi piacerebbe conoscere l’opinione di altri italiani della rete Cicero
Antonio Fattore,  rete Cicero,  San Paolo,  Brasile.

***

Aveva promesso un milione di posti,  ma bisogna essere belle,  giovani e gentili

Tanto di cappello Antonio Fattore….finalmente qualcuno si è accorto ed dice le cose come stanno in Italia dal 1994 ad oggi, (solo che prima del 1994 c’era Craxi,  che curava gli interessi dei fratelli Berlusconi.. che riposi in pace in Tunisia..)

Vuoi la mia opinione..? Non sono bravo a opinioni ma ti racconto un pezzo della mia vita; vedendo in quei anni l’andamento di degrado del governo italiano in generale su tutti i fronti e nessun buon futuro per i miei figli è stato così che nel 2003 ho chiuso l’impresa edile,  ho svenduto tutto casa compresa pur di andarmene via al più presto e così sono venuto qui in Australia a vivere. Ora puoi capire la mia opinione a che punto era già nel 2003.

Non sono scappato via per disperazione,  ho solo scelto di vivere meglio in un posto migliore con la mia famiglia ed in sicurezza, (specialmente dopo che mi avevano ripulito la casa dai miei beni personali ben tre volte..) Vivere meglio anche per non buttare via 30 anni di duro lavoro vivendo in un posto poco sicuro,  ingovernabile anzi forse troppi che “governano” e non si capisce nemmeno che dicono quando parlano,  privo di tutele per la gente onesta ma molte per la gente disonesta,  sanità che funziona solo con tanti soldi alla mano,  caotico che tutti fanno quel che vogliono e senza un minimo prospetto di come sarà il futuro…

Ps. . direi che si è imposto come primo ministro…molto facile dire eletto dal popolo quando si possiede televisioni private su tutto il territorio nazionale,  imprenditore con migliaia di dipendenti,  presidente del Milan calcio ed altro ancora.. ( poi sarebbe stato bello vedere a che punto era arrivato con la corruzione per divenire primo ministro così in fretta,  ma poi l’art.68 della costituzione ha eliminato tutto).. aveva anche promesso lavoro ad un milione di persone.. (forse si riferiva alla prostituzione visto che le strade estraurbane ed urbane sono invase da prostitute 24 ore su 24,  e chissa perchè in questo caso la guardia di finanza non controlla la ricevuta fiscale o scontrino,  mentre multano bambini che comprano caramelle e non prendono lo scontrino ..) ma nesssuno ha mai pensato di che bisogno avesse Berlusconi di mettersi anche in politica con tutti gli impegni che già aveva??Non dite che è sceso in campo per aiutare l’economia che non ci crede più nessuno,  poteva farlo benissimo come imprenditore.

Ma la costituzione,  il codice penale,  il codice civile,  la corte dei conti.. non esistono più per tutelare le persone veramente oneste? Oppure esiste l’Italia solo al livello geografico e storico?

Giovanni Cologni,  rete Cicero,  Australia

***

Un uomo pericoloso
Condivido in larga parte le considerazioni di Fattore e credo che il nostro. persegua un disegno politico assai pericoloso x sé e per gli altri “compari” che in buona sostanza lo vincola a perseverare nello stravolgimento delle regole costituzionali e dei comportamenti istituzionali,  ma su questo mi riservo d´inviarvi una nota a parte,  anche a commento del caso Battisti.
Stefano Biagetti,  rete Cicero,  Brasile

***

Noi,  imparziali e apartitici

Permettetemi un commento.
Nel passato Cicero è stato accusato da varie parti di favoreggiare la destra poi la sinistra.

Tutto ciò è errato. Cicero favorisce solo gli italiani all’ estero,  di qualsiasi parte politica essi siano.
In Cicero abbiamo membri di destra,  di centro,  di sinistra.
Tutti possono partecipare in egual misura. Non ci sono limiti.

Tuttavia i membri di Cicero non sono obbligati a partecipare e lo fanno di propria spontanea volontà. Pertanto sollecito tutti a farlo ed esprimere le proprie opinioni su questo ed altri argomenti.

Max Bono,  direttore rete Cicero,  Salvador de Bahia,  Brasile

***

Difendo il Cavaliere

Nel 2008 Berlusconi mi ha convinto ed adesso lo difendo perché non è stato incriminato,  mentre altri non vedono l`ora che scappi in Tunisia. Non vorrei fosse per il fatto che Berlusconi sta tagliando “diciamo” sprechi dappertutto,  ecco perché vogliono incrocifissarlo.

Chi odia una persona prima che sia condannata sbaglia,  chi non legga anche cosa hanno fatto ed stanno facendo tutti i politici : anche loro sbagliano. Noi emigranti dobbiamo lottare per i nostri diritti e basta.

Pino Mazza,  rete Cicero,  Sidney,  Australia

***

Sono un’italiana che si vergogna

È vero che da quarant’anni vivo in Svizzera,  ma l’ Italia che leggo sui giornali non la riconosco più. Possibile che un capo del governo sia ridotto in questo stato? Quando ho lasciato la mia Padova capi del governo erano Andreotti e Moro ma di loro non ho mai sentito cose come quelle d oggi. Forse bisogna non essere ricchi per governare in modo normale? Una volta pensavo che chi era ricco non rubava,  ma infangare l’ Italia e fa vergogna gli italiani nel mondo è anche peggio.

Antonia Comandin,  Winterthur,  Svizzera tedesca

***

Però chi lo accusa non ha sempre le mani pulite

Noi francesi siamo abituati a governanti che non sempre sono per la quale,  ma quasi sempre hanno le mani abbastanza pulite meno Chirac che mi ha deluso ma in fondo era una cosa da poco rispetto a certe storie che si sentono dall’ Italia. Volevo dire che Berlusconi deve avere pietà di noi che viviamo fuori e darci una mano nel salvare l’onore dell’ Italia. Per favore deve andarsene poi si ripresenta agli elettori e sono sicuro che gli elettori faranno le cose giuste. E i signori che lo ingiuriano sapranno se davvero hanno ragione o anche loro devono pagare qualcosa.

Giordano Cacciapuoti,  Lione,  Francia

***

I compagni di lavoro ci prendono in giro

Ma stiamo ancora a parlare per dire cosa? I giornali sono pieni di foto e tutti sappiamo cos’ha fatto. Possiamo noi che viviamo in Belgio sentirci ogni giorno presi in giro dai compagni di lavoro che sanno tutto delle ragazze e dei soldi di Berlusconi?

Girolamo Alfieri,  Liegi,  Belgio

***

Noi dall’altra parte del mondo non sappiamo cosa rispondere

Siamo lontani dalla nostra terra che poi è la terra dei miei genitori perché sono arrivata in Canada che ero bambini e dell’ Italia non ricordo niente. Però mi sento italiana come la mia vicina di casa si sente libanese anche se è nata qui. Adesso leggo sui giornali canadesi cose che mi fanno spavento: la mia patria è in questa confusione ed io e mio marito,  anche lui italiano di padre e madre non lo sopportiamo. Fino ad oggi non mi sono iscritta nelle liste di voto ma la prossima volta faccio i documenti per poter votare per mettere un altro capo del governo che ci non faccia vergognare l’ Italia.

Anita Ventura,  Vancouver,  Canada

 

Commenti

  1. Giorgio

    FACCIAMO UN PO’ DI CHIAREZZA. 1° Il cavaliere non è stato eletto dal popolo, o come hanno affermato sempre il Pdl e company dalla maggioranza degli italiani, E’ STATO ELETTO DA UNA LEGGE “PORCATA” come l’hanno definita loro stessi, e con la minoranza degli italiani, in quanto Pdl e Lega hanno avuto il 45%, dei voi ed il 55% dei seggi. In pratica NON SONO STATI VOTATI dalla MAGGIORANZA degli italiani, vale a dire il 55%. Andatevi a controllare i dati di tutte le precedenti elezioni, il cavaliere e le sue coalizioni non hanno mai avuto il consenso della maggioranza degli italiani. Semmai l’unico governo che ha avuto la MAGGIORANZA degli italiani è stato l’ultimo governo Prodi che ebbe il 50%, più 24mila consensi. Detto questo va ribadito sempre questo concetto, ogni volta che scriviamo, un articolo, un e-mail e via di seguito. Inoltre il governo Prodi, ha fatto recuperare ad ogni cittadino, in media 800 – 1000 EURO l’anno, iniziando dall’abolizione delle tasse sulle ricariche dei telefonini, dalla equiparazione della classe di merito dei familiari che pagano l’assicurazine. Insomma una miriade di agevolazioni, per i meno abbienti. Questo governo, ha ridotto la maggioranza degli italiani a dei veri poveri, che non ce la fanno neppure ad arrivare a metà del mese. Ha aumentato l’addizionale irpef, la benzina è arrivata a €.1,500, ha aumentato la disoccupazione, ha reso il lavoro come una arma di ricatto per i padroni, barattandolo con i diritti, che ancora sono garantiti dalla Costituzione e Statuto dei Lavoratori. Allora che fare? Leggiamo,anzi studiamo ogni giorno la Costituzione e scambiamoci le opinioni tra cittadini, e ragionando con la nostra testa e non con le fandonie propinate dai media, ridaremo ossigeno ad una democrazia diretta che manca da molto in questo paese. Sappiamo quindi cosa fare e facciamolo.

  2. Domenico Falconieri

    A voler essere più precisi, circa il 30% della popolazione ha votato la coalizione (quindi non Berlusconi!), rispetto alla totalità degli Italiani. Per cui, quando mister B. dichiara d’esser stato votato dagli Italiani, o comunque dalla loro maggioranza, afferma un FALSO clamoroso, come tante, troppe altre cose!