La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

C'è posta per noi »

Faccio leggere questo giornale ai miei studenti

27-12-2011

di

Sono molto dispiaciuta nell’apprendere che Domani chiude anche se non sono sempre riuscita a trovare il tempo per leggere tutto quanto è stato pubblicato in questi 3 anni circa. Ringrazio coloro che tramite Domani ci hanno sempre fornito informazioni interessanti che ho sempre fatto girare tra amici e anche tra i miei studenti. Se potessi essere utile perchè Domani potesse continuare ad esistere ed ossigenare le nostre menti mi rendo disponibile. Grazie di cuore.

Maria Regina Brun

 

Un giornale diverso

————————

Peccato, questo sito era una piattaforma diversa nella rete, che dava spazio a opinioni che altrove non hanno voce, perché scomode, oppure perché non schematicamente allineate nella geometria ideologica nazionale. Una perdita grave, senza ombra di dubbio.

Mauricius Tarcisii

 

Sono una signora “in età”: mi mancherà molto

——————————————————–

Caro Domani, apro la posta e trovo questa terribile notizia. La chiusura del vostro giornale on line. Sono una signora “in età” poco usa al web e dintorni ma abbastanza in gamba per usare il PC quel tanto che basta per comunicare coi miei simili e leggere i giornali come il vostro. MI mancherà molto anche perché facevo “girare” le notizie soprattutto quelle sulle donne essendo una femminista che crede ancora in certi valori. Ma perché a rimetterci sono sempre quelli più intelligenti? Perché le notizie/approfondimenti più interessanti non riescono ad essere divulgati? Se doveste fare appelli potrei fare una discreta campagna; auguro comunque a tutti un buon futuro anche se suona sinistro augurarlo chi non ne ha più ma voglio sperare che un giorno molto prossimo Domani tornerà. I miei più affettuosi saluti.

Elena Cianci

 

Si spegne una voce libera

——————————

Vi seguo praticamente dall’inizio con curiosità,interesse, condivisione e apprezzamento…peccato davvero! Una voce importante, critica, libera che si spegne…e proprio in questo momento in cui le poche voci così sarebbero indispendabili! Mi unisco a quanto scrive Paolo Farinella, prete: posso/possiamo fare qualcosa? Grazie per tutto quanto fatto e donato!

Angela Rigoli

 

I senza voce resteranno senza voce

——————————————

Credo che, se Domani sarà oscurato, perderemo uno spazio che sapeva dare voce aì senza-voce, a coloro che credono ancora in un’etica fatta di umanità autentica, di relazioni vere, di confronti sinceri.

Mauro Matteucci

 

Posso fare qualcosa? Non voglio lasciarvi andare

———————————————————–

Mi spiace moltissimo, sinceramente. Sono una fedele lettrice di Domani e non capisco le ragioni della chiusura. Perchè non lottate, come i Wikimen? Non voglio dire ‘mi mancherete’ perchè non voglio lasciarvi andare. Possiamo fare qualcosa? Un abbraccio a tutti quelli che hanno collaborato a fare di Domani un grande momento di informazione on line. Vi aspetto. Tornate presto.

Claudia Canesi

 

Ho letto con voi cose belle e coraggiose

———————————————–

Mi spiace molto questa notizia. Perchè questa chiusura? Ho letto con voi cose belle e coraggiose. Come dice Marco Lombardi, anche io spero che dalla pianta tranciata nascano nuovi virgulti. Forse i miracoli non avvengono solo a “Le Havre”. Auguri e un abbraccio.

Franco Scaroni

 

(altre 50 lettere lamentano l’addio di Domani)

 

 

Commenti

  1. Antonietta Iuri

    Sono rimasta senza parole e non mi capacito del perche’di questa chiusura annunciata:perche’ chiudere uno spazio libero che apre la mente alle persone e le tiene informate nel modo piu’ libero, democratico e culturalmente piu’ ricco?Spero vivamente che tutto cio’ non avvenga,nel frattempo…vi abbraccio!!!!Antonietta

  2. Mara Paola Magini

    Sono dispiaciutissima della chiusura di Domani avete bisogno di soldi? Io sono pensionata ho un prestito ma qualcosa riesco a donare,

  3. marianna mazzanti

    Come chiude il Domani? In questo periodo lavoro come una pazza, mi “distraggo” un attimo ed che notizia mi ritrovo?Non è possibile ed ora?Perchè chiudete?Non ci posso credere! Non se ne può andare un’altra voce libera e indipendente! NO NO NO!

  4. giovanni fiata

    dove è scritto esattamente che e perche’ domani chiude ?

    giovanni fiata 30 dicembre

  5. michele bilo

    Lo so io perchè avete deciso di chiudere: qualcuno vi ha riempito la pattera di soldi, per farvi tacere. Non c’è altra spiegazione. E pensare che quasi quasi stavo iniziando a prendervi sul serio…