La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Libri e arte » Cosa Leggere »

Gli imbecilli che vivono di Tv

04-03-2010

di

Sarà vero, la menzogna al potere” di Enrico Buonanno (Einaudi)


Finalmente un libro-antidoto. Antidoto contro la stupidità, l’imbonimento, la “balla” costruita ad arte, l’oscurantismo, la faciloneria. Un libro per non farsi prendere in giro. Per un mondo che – grazie anche, ora, al cinema, alla televisione e a internet, ma soprattutto grazie alla voglia di mistero che prende tutti noi congelati in una vita sempre uguale – ormai “beve” qualsiasi scemenza gli venga offerta sul (falso) piatto della scienza, del mistero o dell’ignoto. Per un mondo che crede negli Ufo, nell’Area 51, nei Templari, nel Graal, nell’oroscopo, in Scientology o nel mostro di Lochness. Per un mondo che è convinto che sulla Luna non ci sia mai allunato nessuno, o che il macello delle Twin Towers sia stato organizzato dalla Cia, o che nelle fogne di Manhattan scorazzino allegramente branchi di alligatori assassini. O che tuttora esista una sorta di “complotto giudaico” ai cui vertici opera e complotta la banca d’affari Goldman Sachs. O che sia possibile vincere al gioco delle carte o delle tre campanelle…

E via rincretinendo… E via cercando di trovare un qualche responsabile ai guai che ci affliggono. Il Colpevole, il Responsabile Assoluto. E non è che a queste scemenze credano contadine analfabete (con tutto il mio rispetto per queste signore) o adolescenti pustolosi dalla fantasia troppo sviluppata. No. A queste scemenze credono milioni di persone, di tutte le classi sociali, persone stimate e istruite. A destra come a sinistra. Apparentemente “normali”.

Una sorta di Internazionale dei Babbei, di Club dei Boccaloni, di Università degli Studi di Scemenzopoli. E se tra i lettori c’è qualcuno, involontariamente e innocentemente, che sia stato colpito da questa grave malattia (che probabilmente porta alla demenza precoce), consiglio come antidoto la lettura del volume di Errico Buonanno, recentemente pubblicato da Einaudi, dal titolo Sarà vero. La menzogna al potere.

Un utile e illuminante viaggio tra falsi, sospetti e “bufale” che hanno – anche con conseguenze tragiche e nefaste – fatto la storia. Dal favoloso Regno del Prete Gianni a Ermete Trismegisto, dagli Illuminati di Baviera ai Rosacroce, passando naturalmente e inevitabilmente per i Templari, il Sacro Graal, Rennes-le Château e padre Saunière. E non potevano mancare i famigerati Protocolli dei Savi di Sion. Un saggio divertente, documentato e leggibilissimo per chi ha finalmente capito che Il Codice Da Vinci è solo un romanzo.

Error: Impossibile creare la directory /ha/web/web/domani.arcoiris.tv/www/sito/uploads/2017/07. Verifica che la directory madre sia scrivibile dal server!Paolo Collo (Torino, 1950) ha lavorato per oltre trentacinque anni in Einaudi, di cui è tuttora consulente. Ha collaborato con “Tuttolibri” , “L’Indice” e “Repubblica”. Ogni settimana ha una rubrica di recensioni su "Il Fatto Quotidiano". Curatore scientifico di diverse manifestazioni culturali a Torino, Milano, Cuneo, Ivrea, Trieste, Catanzaro. Ha tradotto e curato testi di molti autori, tra cui Borges, Soriano, Rulfo, Amado, Saramago, Pessoa.
 

Commenti

  1. alberto

    Nel mio piccolo ho il sito sopraindicato che è tutto un messaggio rivolto a quei cretini di pensionati che, dopo che il cervello è stato creativo per 40 anni, si rincoglioniscono vivendo di tv.
    Se ne hai voglia vai a vedere come mi sono reinventato. La mia vita da single è piena e sono felice di vivere anche se prima o dopo toccherà anche a me, di passaggio come tutti i mortali . Poiché non sono un credente non ho necessità di sacrificarmi per salvare l’anima. Faccio quello che me pare. Ciao

  2. Marino Renda

    Chiedete a Caio Giulio Cesare se i complotti non esistono!!!!!
    Oppure lei veramente crede che JFK sia stato ucciso da Oswald?????
    Non capisco poi perchè mette insieme TV e torri gemelle, quando le poche volte in cui se ne è parlato fu solo per denigrare coloro che mettevano in dubbio la versione ufficiale, questi milioni di persone non hanno certo appreso dalla TV che la CIA avrebbe complottato.
    Io non so chi ha fatto crollare le torri, so però che nessun Boing ha colpito il Pentagono, che le torri crollando su se stesse hanno scaglito grossi detriti a centinaia di metri di distanza, crolli preceduti da grossi scoppi in sequenza, e sopratutto è proprio l’FBI che esplicitamente non ricerca Bin Laden per i fatti dell’11 sett 2001.

  3. Mario De Canditiis

    Egregio dr. Collo…
    35 anni in Enaudi… mah!
    Come fa a mischiare cose così diverse?
    Seconso lei nel 1969 gli Americani atterrarono sulla luna? oppure 3 o 4 anni dopo? Non si sa, ma forse il babbeo è colui che crede a tutto quello che gli dicono?
    Non si tratta di complotti ma di manipolazioni create ad arte da professionisti.
    Il sig. Giocchino GENCHI è un cretino? Lei dirà … Vuole vendere un liobro quindi dici quelle cose.. Ed invece Lei cosa fa?

    Nella stessa minestra Lei ci infila I Savi di Sion e l’11 settembre 2001… ?
    E’ proprio vero la cultura non è proporzionale all’intelligenza.
    Stia bene

  4. Pasquale Miedico

    Illustrissimo Sig. Buonnanno non metto in dubbio la sua professionalità come scrittore non avendo mai letto (credo) articoli o libri da lei editi ma ciò che non posso accettare da uomo è pensare che con la posizione che lei ha possa profetizzare ciò che la storia ha scritto e comunque lasciato con testimonianze forti e profonde. Quindi penso che un buon antidoto lo debba prendere Lei in prima persona perchè offende le verità di persone che oggi ancora soffrono lottano e lavorano per avere un mondo migliore semplicemente cercando la verità . Da persona colta come credo che lei sia non credo che possa fare di tutta un’erba un fascio. Si rilassi e faccia un’esame di coscienza . Auguri per il suo libro e apra gli occhi, ad una certa età non si può vivere ancora con gli occhi chiusi.
    Pasqwi

  5. Chicco Vernocchi

    Una cosa e’ un complottivismo assoluto ed acritico, un’altra e’ avere le fette di salame sugli occhi e prendere per buone tutte le versioni ufficiali, in un epoca in cui, guardacaso, chi e’ al potere possiede di fatto ogni mezzo di comunicazione.
    Alla larga dalla demagogia di qualsiasi segno !

  6. paolo picca

    Bravo dott.Collo,come vede ha avuto conferma in alcuni dei precedenti commenti che queste persone sono milioni!
    Personalmente ne conosco alcuni e ciò che mi allibisce è che,come dice lei, sono tutti \"apparentemente normali\"
    Chissà,forse è dovuto alla monotonia delle cose troppo normali rispetto all\’indiscusso fascino del complotto misterioso,magari internazionale con invischiati Cia o Mossad (non più il K.G.B. peccato…).Con i miei migliori saluti.Paolo Picca.

Libro Gratis