La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

C'è posta per noi »

I Bertoldi che votano Lega, al merito preferiscono la furbizia

08-04-2010

di

Si continua a dire che la Lega “interpreta il malumore della gente del nord” mentre invece la Lega “è la gente del nord” e sta diventando per il paese quello che i barbari sono stati per l’impero romano d’occidente. Quello che dice la Lega è quello che dice la gente, senza la mediazione della politica. Non ha un consenso crescente in termini numerici assoluti, la loro maggior importanza nel paese è dovuta al progressivo ritiro dalla partecipazione alla vita politica (anche solo attraverso il voto) di quelle parti di società più capaci, messe nell’angolo dalla mediocrità imperante.

La Lega è il PCI che univa attorno a sé persone che non capivano, ma che si fidavano. Il popolo italiano ha l’astuzia di Bertoldo, ma non il suo senso di giustizia. Il popolo italiano ha il talento di mr. Ripley. Il popolo italiano è opportunista ed è stato democristiano dopo essere stato fascista e berlusconiano dopo esser stato craxista, crocefiggendo il regnante caduto nel nome di quello che aveva vinto.

Il popolo italiano è come viene descritto il popolo in 1984 di George Orwell: “Il popolo è alla ricerca della libertà e della sicurezza, ma se deve scegliere tra una delle due, allora preferisce la sicurezza”. La Lega è come la gente italiana, rappresenta la gente italiana, perché è fatta della stessa anima della gente italiana.

Noi non siamo un popolo che al merito preferisce la furbizia e che sa far diventare un pregio altrui come la coerenza un difetto da far tornare a nostro vantaggio.
D’altra parte questo modo di comportarsi, Macchiavelli l’ha insegnato a tutto il mondo.

Buona giornata.

==========

I lettori che vogliono intervenire e inviarci le loro opinioni, possono mandare una mail all’indirizzo editoriale[at]arcoiris.tv (sostituire [at] con il simbolo @). Tra quelle pervenute, sceglieremo le più interessanti e le pubblicheremo nella rubrica C’è posta per noi.