La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Società »

In quel 1871 pare fosse stata scomunicata non perché non sopportava le deviazioni di un curato: al suo vescovo australiano non piaceva la scuola che aveva aperto per i poveri. Riabilitata e sugli altari: è comprensibile l'imbarazzo di Benedetto XVI che non sa più dove appigliarsi, anche se...

Il papa ha santificato una suora che aveva denunciato un prete pedofilo, ma la storia non è andata così

25-10-2010

di

In gran pompa magna il papa ha canonizzato, cioè ha dichiarato «santa» suor Mary MacKillop (1842-1909). Si dice che nel 1871 fosse stata scomunicata per avere denunciato un prete pedofilo e che poi la scomunica fosse stata tolta. Le cose non quadrano dal punto di vista giuridico. Su questo fatto vi sono molti dubbi perché pare che la suora fosse stata scomunicata perché si oppose al Vescovo e alla sua corte che non vedevano bene l’attivismo della suora e le sue scuole per i poveri.

Anche se fosse vero, non vedo il motivo di tanto orgoglio perché ancora nel 2001 le norme emanate da Ratzinger prefetto del Sant’Uffizio («Circa i delitti più gravi» del 18 maggio 2001 [AAS 93(2001), 785-788]) imponevano «il segreto papale» sui fatti di pedofilia. Per la legge canonica voluta da Ratzinger chi vìola il «segreto papale» incorre immediatamente nella scomunica «latae sententiae», cioè immediata e riservata esclusivamente al papa. Solo dopo gli scandali di Irlanda e di Germania, si è parlato dell’opportunità di collaborare con le autorità civili, denunciando i chierici colpevoli.

Non vedo la necessità di tutta questa enfasi nell’esaltare una suora che probabilmente è estranea del tutto a quello che le si attribuisce adesso. Forse la logica sta da un’altra parte: dicendo che già nel 1800 una suora/donna ha denunciato un pedofilo, si vuole dire che la trasparenza è di casa da quelle parti e si tenta così di ricostruire una verginità che invece non c’è. A me sembra invece un tentativo di un papato disperato che non sa più dove appigliarsi e non riesce più a reggere gli eventi che scoppiano dovunque.

Paolo Farinella, biblista, scrittore e saggista, è parroco nel centro storico di Genova in una parrocchia senza parrocchiani e senza territorio. Dal 1998 al 2003 ha vissuto a Gerusalemme "per risciacquare i panni nel Giordano" e visitare in lungo e in largo la Palestina. Qui ha vissuto per intero la seconda intifada. Ha conseguito due licenze: in Teologia Biblica e in Scienze Bibliche e Archeologia. Biblista di professione con studi specifici nelle lingue bilbiche (ebraico, aramaico, greco), collabora da anni con la rivista "Missioni Consolata" di Torino (65.000 copie mensili) su cui tiene un'apprezzata rubrica mensile di Scrittura. Con Gabrielli editori ha già pubblicato: "Crocifisso tra potere e grazia" (2006), "Ritorno all'antica messa" (2007), "Bibbia. Parole, segreti, misteri" (2008).
 

Commenti

  1. [...] This post was mentioned on Twitter by Giuseppe Di Meo, Domani – Arcoiris TV. Domani – Arcoiris TV said: Il papa ha santificato una suora che aveva denunciato un prete pedofilo, ma la storia non è andata così http://ff.im/-sCIjH [...]

L'APPUNTAMENTO SETTIMANALE CON FREI BETTO

Il Brasile aspetta il ritorno di Lula: il cancro non lo fermerà

di

“Ricordo l’inizio della nostra amicizia quando ancora correva per diventare presidente: scarabocchiava su un pezzo di carta i temi per i quali battersi e saliva sul banco travolgendo chi ascoltava” continua »

Con questa faccia da straniero

Scrivere per Domani non mi fa sentire straniero

di

La mia amica mi ha regalato un bellissimo quaderno. Il quaderno della fortuna. Sul davanti del quaderno c’è il disegno di un agricoltore con un carretto tirato da due mucche. Dietro una piccola spiegazione di cos’è il frumento. È scritto: … continua »