La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Libri e arte » Cosa Leggere »

Il ritorno di Skármeta, l’autore del “Postino”: una storia dal profondo Cile

21-04-2011

di

Un padre da film di Antonio SkarmetaProprio mentre in Spagna sta uscendo il nuovo romanzo di Antonio Skármeta dal titolo Los días del arcoíris (i giorni dell’arcobaleno), già vincitore del IV Premio Iberoamericano Planeta Casa de America de Narrativa 2011, Einaudi presenta in libreria Un padre da film (traduzione di Paola Tomasinelli, 70 pagine, 10,00 euro).

Romanzo breve – ma intenso – che rimanda un po’ alle atmosfere del fortunatissimo “Il postino di Neruda” (da cui, come ben sappiamo, è stato tratto l’omonimo e altrettanto fortunato film di Michael Radford, con Massimo Troisi, Philippe Noiret e Maria Grazia Cucinotta). È la storia di Jacques, giovane insegnante della scuola di Contulmo, un piccolo centro del sud del Cile. E sullo sfondo la storia – velata anche di mistero – di suo padre, che anni prima aveva abbandonato la famiglia per trasferirsi (almeno così diceva lui) a Parigi. Storia di un’assenza quindi, e di una sofferenza: quella della madre, che quel giorno vede crollare il mondo e inaridirsi la vita, “come se una folata di vento gelido l’avesse spenta”.

Ma è anche la storia di quei personaggi – come suo solito magistralmente disegnati da Skármeta – che ruotano in quel paese cileno: l’imprevedibile mugnaio Cristián; le provocanti sorelle Teresa ed Elena; e l’alunno Gutiérrez, che vuole a tutti i costi “diventare grande” e andare, con Jacques, al bordello della cittadina di Angol…

E propria quell’iniziatica “gita”, cambierà, inaspettatamente tutte le carte in tavola (ma lasciamo ai lettori il gusto della sorpresa). Una storia semplice, ma ricca di humour e soprattutto di quell’amore per i propri personaggi che da sempre l’autore del “Postino” ci ha regalato. O, come ha scritto “El País”: “Una storia minima raccontata con singolare grandezza”.

Error: Impossibile creare la directory /ha/web/web/domani.arcoiris.tv/www/sito/uploads/2017/09. Verifica che la directory madre sia scrivibile dal server!Paolo Collo (Torino, 1950) ha lavorato per oltre trentacinque anni in Einaudi, di cui è tuttora consulente. Ha collaborato con “Tuttolibri” , “L’Indice” e “Repubblica”. Ogni settimana ha una rubrica di recensioni su "Il Fatto Quotidiano". Curatore scientifico di diverse manifestazioni culturali a Torino, Milano, Cuneo, Ivrea, Trieste, Catanzaro. Ha tradotto e curato testi di molti autori, tra cui Borges, Soriano, Rulfo, Amado, Saramago, Pessoa.

Libro Gratis