La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Libri e arte » Cosa Leggere »

Ma i gatti sanno chi siamo? Sanno se li amiamo?

27-12-2010

di

Romanzo

Il cimitero dei pianoforti

di José Luís Peixoto

trad. di G. Boni

Einaudi

euro 15,00

Se c’è ancora qualcuno che pensa che la letteratura portoghese contemporanea significhi solo il pur grandissimo e indimenticabile Saramago, consigliamo questo insolito, bellissimo testo di un giovane – è del 1974 – alentejano autore di romanzi, poesie e testi per il teatro. Il romanzo è una cronaca famigliare in cui si alternano le voci dei vari protagonisti: il padre, ormai defunto, e il figlio, maratoneta alle Olimpiadi del 1912 (e saranno proprio i chilometri di quella gara a scandire il susseguirsi dei capitoli). Luogo di unione delle varie storie che via via vengono raccontate, la loro falegnameria, all’interno della quale si cela il “cimitero dei pianoforti” – sfasciati, abbandonati, azzoppati, scordati –, luogo di ricordi, nascondiglio, metafora delle vite loro e delle persone a loro vicine. Una scrittura ricercata, intensa, evocativa, a volte geniale. E soprattutto musicale, come per una partitura. “Una rivelazione”, come ebbe a dire proprio Saramago.

++

Saggi

Non sono venuto a far discorsi

di Gabriel García Márquez

trad. di B. Arpaia

Mondadori

euro 18,00

In attesa del nuovo romanzo del vecchio “Gabo” che, pare, dovrebbe vedere la luce l’anno prossimo e dovrebbe intitolarsi, pare, “Ci vedremo in agosto”, Mondadori manda in libreria questa raccolta di testi scritti dall’autore “per essere letti in pubblico”: da quello stilato nel 1944, all’età di diciassette anni, a quello scritto nel 2007 per il IV Congresso Internazionale della Lingua a Cartagena. Le occasioni sono legate a premi, convegni, seminari, commemorazioni (come l’omaggio a Julio Cortázar) o compleanni (come quello dell’amico, e vicino di casa, Álvaro Mutis). I temi, naturalmente, sono quelli a lui più congeniali: la letteratura, l’ambiente, la politica, la cultura, l’educazione… Da non perdere, “La solitudine dell’America Latina”, discorso tenuto in occasione del conferimento del Premio Nobel per la Letteratura, nel 1982 e “Giornalismo: il miglior mestiere del mondo”, del 1996.

+++

Poesia (felina)

I gatti lo sapranno

a cura di F. Dall’Aglio

Passigli

euro 14,90

Per gli appassionati di poesia, per gli amanti dei felini o per chi deve ancora fare un regalo a un amico/amica gattofilo/a, ecco questo delizioso volumetto edito da Passigli che raccoglie – con il testo a fronte – un’esauriente antologia di poesie ispirate da questo nostro enigmatico e baffuto amico. Dal Tasso a Benni, passando per Borges e Pessoa, Rilke e Prévert, Yeats e García Lorca, Neruda, Fortini, Bukovky o Pavese. Ed è dai versi di quest’ultimo che è stato tratto il titolo dell’intera, veramente bellissima, raccolta: “Ancora la brezza e l’alba / fioriranno leggere / come sotto il tuo passo, / quando tu rientrerai. / Tra i fiori e i davanzali /i gatti lo sapranno”.

Error: Impossibile creare la directory /ha/web/web/domani.arcoiris.tv/www/sito/uploads/2017/11. Verifica che la directory madre sia scrivibile dal server!Paolo Collo (Torino, 1950) ha lavorato per oltre trentacinque anni in Einaudi, di cui è tuttora consulente. Ha collaborato con “Tuttolibri” , “L’Indice” e “Repubblica”. Ogni settimana ha una rubrica di recensioni su "Il Fatto Quotidiano". Curatore scientifico di diverse manifestazioni culturali a Torino, Milano, Cuneo, Ivrea, Trieste, Catanzaro. Ha tradotto e curato testi di molti autori, tra cui Borges, Soriano, Rulfo, Amado, Saramago, Pessoa.

Libro Gratis