La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Piccoli editori » Nutrimenti »

Nutrimenti: i libri sono uno strumento per capire e conoscere

03-02-2011

NutrimentiNutrimenti nasce nell’autunno del 2001. La presentazione del nostro primo libro, fissata per il 21 settembre, è stata a lungo in forse. Solo dieci giorni prima c’era stato l’attentato alle Torri gemelle di New York. Pretendere di dar vita a una nuova casa editrice in quei giorni di incertezza globale sembrava un folle azzardo. Ci siamo invece detti che anche in anni difficili e duri, come quelli in cui viviamo, i libri possono essere una guida preziosa, uno strumento per conoscere e capire. Non qualcosa di superfluo, ma anzi di necessario ed essenziale. Come il cibo, nutrimenti per l’appunto.

In principio le collane sono due, una di saggistica di attualità e una di letteratura di viaggio. Nel 2002 nasce la collana Specchi, che raccoglie biografie e autobiografie: vite che segnano, o hanno segnato il nostro tempo, ritratti che nei propri lineamenti raccontano di problemi aperti, di conflitti irrisolti, di esigenze e bisogni non appagati. In Specchi esce nel 2006 Terra del mio sangue di Antjie Krog, il libro da cui è stato tratto il film In My Country e che racconta l’esperienza della Commissione per la Verità e la Riconciliazione in Sud Africa voluta da Nelson Mandela e presieduta da Desmond Tutu. La stessa collana ospita alla fine del 2007 I sogni di mio padre, l’autobiografia del presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

Nel 2007 nasce anche Greenwich, collana dedicata alla letteratura angloamericana contemporanea. Autori che si distinguono per innovazione e creatività nella narrazione, per uno sguardo intriso di rabbia e ironia, per uno stile acceso di invenzioni lessicali. Come Percival Everett, con la sua scrittura colta, ricercata, ma prepotentemente vitale, sempre in bilico tra l’invenzione linguistica e la lucida analisi del mondo contemporaneo. Il percorso di ricerca nella letteratura si completa con la nascita di Gog, una collana pop italiana e internazionale, che ha al centro l’investigazione del reale e dell’immaginario, i miti reinterpretati e analizzati. L’esordio di Gog, nell’ottobre del 2008, ha per noi un duplice valore: Caro signor Capote, il romanzo più importante di Gordon Lish, mitico editor di Raymond Carver, viene pubblicato per la prima volta in Italia e segna anche il centesimo libro della casa editrice.

Fra i titoli più significativi dei primi otto anni di attività, vanno certamente ricordati: L’Armadio della vergogna di Franco Giustolisi, sulle stragi nazifasciste che insanguinarono l’Italia tra il 1943 e il 1945, un libro importante nella ricostruzione di una memoria condivisa; un inedito di Bertrand Russell, L’alfabeto del buon cittadino; Berlusconate, una documentata raccolta di gaffe e battute politicamente scorrette del presidente del Consiglio italiano che è stata per diversi mesi nelle classifiche dei libri più venduti.

Insieme alla narrativa e alla saggistica di attualità, Nutrimenti ha poi dedicato fin dall’inizio una parte significativa della propria produzione al mare, alla vela, alla nautica, settore in cui si colloca ormai tra gli editori di riferimento in Italia. La nostra casa editrice ha infatti dato voce a molti dei più importanti velisti italiani, pubblicato manuali tecnici di largo successo, dato vita a una collana di letteratura del mare, Nautilus, in cui ha ad esempio riproposto i diari originali di Ernest Shackleton del suo tentativo di esplorazione dell’Antartico in Sud. La spedizione dell’Endurance.

Libro Gratis