La Lettera

Per Terre Sconsacrate, Attori E Buffoni

Governo denunciato

di

L’ho fatto. L’avevo scritto, l’ho fatto. Stamani sono stato alla Procura della Repubblica di Firenze e ho denunciato il governo. Ho presentato due esposti recanti la “notitia criminis” concernente il favoreggiamento dello squadrismo, il primo, e varie fattispecie … continua »

Dire, fare, mangiare

E la chiamano cellulite

di

L’estate ci mette a misura con il nostro corpo. La maggior parte delle donne si confronta con il problema della cellulite. Premesso che la cellulite è molto diffusa e non si può prescindere da una predisposizione personale ad averla o … continua »

Nani d’Italia

22-08-2011

di

Abbiamo avuto momenti difficili nei 65 anni di storia repubblicana, ma gli uomini chiamati a risolverli si chiamavano Luigi Einaudi, Carli, Ciampi. E i politici che ci rappresentavano nel mondo erano De Gasperi, Moro, Berlinguer, Amato, Prodi. Per non far ridere le capitali d’Europa e d’America evitiamo che il Cavaliere, Bossi, Brunetta, Romani, Verdini, Cicchitto, Gasparri, insomma quelli lì, aprano ancora bocca. Almeno i silenzi di Tremonti fanno capire che non ha mai avuto niente da dire continua »

Pubblicato in Lettere

Gli enigmi della politica? Macché, è solo fumo per gli allocchi

08-08-2011

di

Non c’è dibattito tv in cui qualcuno non lamenti che la politica non capisce più la cosiddetta ‘gente’. Ma è chiaro che pure la gente fa sempre più fatica a capire la politica. Così, noi comuni mortali troviamo del tutto incomprensibili cose come quella che martedì abbiamo sentito annunciare da Mentana: la riapertura della Camera fissata per il 12 settembre per improrogabile necessità di pellegrinaggio in Terra Santa organizzato da quel cattolicissimo Lupi che deve avere problemi con l’anima, a … continua »

Pubblicato in Credere Obbedire Combattere

Piero Ricca, barbuto contestatore antropologicamente diverso dai servi del “buffone” e della P2

21-07-2011

di

Da oggi vi racconteremo storie di persone e personaggi che, nell’Italia dei furbi, dei furbetti e degli “indignati”, si ostinano a rivendicare – a volte rumorosamente, per sfondare il muro del silenzio e dell’omertà – il diritto a essere considerati e trattati come cittadini di una Repubblica seria. A cominciare dalla libertà di parola, sancita dall’articolo 21 della Costituzione, ma troppo spesso negata da zelanti guardiani del potere continua »

Pubblicato in C'è chi dice No

Berlusconi perseguitato? 14 processi, 4 condanne, 6 assoluzioni (per nuove leggi del suo governo che prescrivono i suoi reati), 2 insufficienze di prove

11-07-2011

di

Anche altri processi vanno lentamente verso la prescrizione, rallentati per anni dal “legittimo impedimento” appena abrogato dal referendum popolare. È l’analisi documentata del saggio “I mercanti della Notizia – Guida al controllo dell’informazione in Italia” di Francesco Gesualdi e Tonio dell’Olio, pubblicato dalla Emi continua »

Pubblicato in Ma chi sei?

Achtung Banditen: il presidente Napolitano fa saltare il colpo grosso del presidente Berlusconi

05-07-2011

di

Per non pagare i 750 milioni della condanna per il lodo Mondadori, gli esperti del ministro della giustizia Alfano e l’onorevole Ghedini avevano infilato nel piano lacrime e sangue due righe Salvaladri che ricordavano la legge Salvaladri del primo governo Berlusconi. Oggi come allora il Quirinale fa sapere di non gradire: la vergogna del capo del governo che si rimangia tutto e dovrà pagare. Ma i ragazzi sanno e capiscono in quale Paese stanno vivendo? continua »

Pubblicato in Italia

L’Italia che non cambia: noi ragazzi viviamo con la P4, i nostri padri sopportavano la P2

27-06-2011

di

Filo nero che continua: un faccendiere di Gelli condannato per tangenti, ha “quasi un ufficio” a Palazzo Chigi e fa la spia per Gianni Letta, stratega di Berlusconi. Da 30 anni i poteri non cambiano mano: chissà se per il futuro è già pronta la P5… continua »

Pubblicato in Italia

Caro Domani, questo Paese non cambia da sé, ma i giovani ci stanno provando. Come aiutarli e tutelarli?

27-06-2011

di

Un anno fa era Flavio Carboni, l’uomo che dai tempi della P2 e del Banco Ambrosiano di Roberto Calvi è arrivato ai sospetti odierni su bonifiche in Sardegna, eolico, manipolazione di politici, interventi perturbanti sulla cosa pubblica e su quella privata. Ma soprattutto sulla legalità. Oggi invece è la volta di Luigi Bisignani, anche lui uno dei cappucci di Licio Gelli, giornalista all’Ansa e tangentaro dichiarato via sentenza definitiva ai tempi di Tangentopoli.

E ancora una volta, come un … continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

NUOVI REFERENDUM – Tre riforme dal basso, per raddrizzare l’Italia

23-06-2011

di

L’associazione “Democrazia e Legalità” – con il contributo di economisti, giuslavoristi e magistrati – propone tre leggi di iniziativa popolare: regole e trasparenza nei partiti (come dice l’articolo 49 della Costituzione); reddito minimo garantito; lotta all’evasione. Per salvare l’Italia dal baratro continua »

Pubblicato in Quali riforme?

Pagina 2 di 1312345...10...Ultima »