La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Rubriche » Passavo di lì »

Nei tre giorni di adorazione televisiva nessuno spettacolo ha eguagliato il colloquio tra don Gelmini e il presidente Berlusconi, «vittime innocenti della giustizia corrotta». Resisteremo, hanno devotamente giurato al bue e all’asinello...

PASSAVO DI LÌ – Nella Betlemme Tv arrivano due poveri ladroni

27-12-2010

di

Ci si sono messi proprio tutti, alla televisione, per farmi piangere a Natale. Donne abbandonate che invocavano mariti fedifraghi sperando in un atto di resipiscenza. Ragazzine sulla via della perdizione che tornavano all’ovile profumate della virtù del rimorso. Ministre di color fulvo che promettevano di regalare, a chi patisce e stenta, i tre milioni di euro che sperano di ottenere come sacrosanto risarcimento da un giornale (monumento di nequizia) che aveva infangato il loro nome. Ministri color di nebbia che si appellavano ai vecchi compagni perché, dimentichi d’antica diaspora, corressero solleciti in loro soccorso. Figlie amorose richiamanti i padri a dimenticata saggezza e, nel contempo, ricche di consigli a baiadere montate in gloria e obliose di antica morigeratezza. Pezzenti e straccioni per un giorno convocati da gran dame a laute libagioni in uno sfolgorio di pini pallonati e al suono di musiche celestiali. Padri trasognati (“incocalii” diremmo qui a Venezia) e madri lacrimose in tacita venerazione dei loro pargoletti per un giorno poeti davanti a un presepe ricco di neve, di pecorelle e di pastori. Ma il culmine della commozione, il momento delle lacrime irrefrenabili fu quando ebbi il privilegio di ascoltare il dialogo fra il nostro Presidente, odoroso di laica santità, e don Gelmini, l’innocente perseguitato. Mai, mai dimenticherò quello scambio di confidenze al confessionale del cuore fra un puttaniere, un bestemmiatore, un pallonaro, un “déniaiseur” di minorenni, idealmente circonfuso di ceneri penitenziali e un prete, accusato di abusi sessuali, che a tutti mostrava l’aureola del martirio. Viva il Natale, viva questo giorno della Grazia e della Bontà.

Gino Spadon vive a Venezia. Ha insegnato Letteratura francese a Ca' Foscari.
 

Commenti

  1. Mauro Matteucci

    E’ il Natale, o meglio la dissacrazione del Natale, che questa indegna gerarchia ecclesiastica – non i credenti – si merita
    Mauro

  2. Adriano

    @mauro Sì ma sono secoli che si lanciano invettive contro la Chiesa corrotta che ancora crea scandali con lo Ior, Sindona, Sepe ecc., e i credenti sono ancora lì a piatire e sperare. Auguri e… Buona attesa

  3. gino spadon

    Un codicillo, se permettete. Molti giornali italiani hanno ritenuto scandaloso uno sceneggiato, mandato in onda dalla BBC nel periodo natalizio, in cui hanno caricaturato le figure di Giuseppe e di Maria facendo del primo un poco di buono e della Madonna una teenager a tutto disponibile. A mio parere non tanto di scandalo si dovrebbe parlare in questo caso quanto di irriverenza, di irriverenza grave. Scandaloso, invece, è stato il dialogo, visto alla TV, fra il puttaniere Berlusconi tutto latte e miele e il probabile palpeggiatore o inchiappettatore don Gelmini davanti a lui genuflesso, mentre gli si stampavano, rapidissimi, nella mente messaggi subliminali di questo tenore… 8 per mille… finanziamento scuole private… sanatoria ICI… insegnamento religioso a suon di conquibus…..

  4. roberto milani

    Questi ladroni son quelli che terranno compagnia al Bambinello diventato adulto? Direi di no, visto che uno di quei due si salverà. Ma sai mai…….