La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Rubriche » Passavo di lì »

PASSAVO DI LÌ – Primo comandamento: non essere sessista

19-05-2011

di

Bay to breaker 2011 - Foto di Gregoire VandenbusscheSulla vicenda Strauss-Kahn solo una riflessione: se il comportamento di un uomo, (qualunque uomo), nei confronti delle donne contasse qualcosa ai fini della sua reputazione anche politica, allora un noto mandrillo come sembra che il presidente Dominic fosse non sarebbe stato candidato ad un ruolo istituzionale.

Cominciamo a considerare il non essere sessista come un prerequisito per la rappresentanza, così come l’onestà, la rettitudine e la fedina penale pulita?

Error: Impossibile creare la directory /ha/web/web/domani.arcoiris.tv/www/sito/uploads/2017/10. Verifica che la directory madre sia scrivibile dal server!Monica Lanfranco è giornalista e formatrice sui temi della differenza di genere e sul conflitto. Ha fondato il trimestrale di cultura di genere MAREA. Ha collaborato con Radio Rai International, con il settimanale Carta, il quotidiano Liberazione, con Arcoiris Tv. Cura e conduce corsi di formazione per gruppi di donne strutturati (politici, sindacali, scolastici). Insegna Teoria e Tecnica dei nuovi media a Parma. Il suo primo libro è stato nel 1990 "Parole per giovani donne - 18 femministe parlano alle ragazze d'oggi". Nel 2003 ha scritto assieme a Maria G. Di Rienzo "Donne disarmanti - storie e testimonianze su nonviolenza e femminismi" e nel 2005 è uscito il volume "Senza Velo - donne nell’Islam contro l’integralismo". Nel 2007 ha prodotto e curato il film sulla vita e l’esperienza politica della senatrice Lidia Menapace dal titolo "Ci dichiariamo nipoti politici". Nel 2009 è uscito "Letteralmente femminista – perché è ancora necessario il movimento delle donne" (Edizioni Punto Rosso).
 

Commenti

  1. Domenico Falconieri

    Sessismo: orientamento ideologico o semplice tendenza culturale che porta a discriminare un sesso rispetto all’altro, in genere decretando la superiorità di quello maschile, ed a valutare le capacità intrinseche delle persone sulla base dei loro ruoli sessuali.
    Essere mandrillo, mi scusi signora, non mi sembra che significhi, per forza, essere anche sessisti.
    Amare il sesso e l’altro sesso non mi sembrano buone ragioni per essere tacciati di scarsa capacità professionale. Molti di più, poi, sono i sessisti nel mondo della “gente normale”, governata da chi sia anche mandrillo (non sto inneggiando a Berlusconi, beninteso!). Basta guardarsi intorno quotidianamente!

  2. Franco Bifani

    Io sono del parere, invece, che Monica non sia affatto in torto, in quanto il sessismo, come tutti gli -ismi, di connotazione negativa, sia il prequel culturale, il cui sequel può configurare azioni da volgare, becero ed allupato mandrillo di un arrapato costituzionale cronico come Strauss-Kahn. Mi meraviglia molto il fatto che la schifiltosa gauche francese, radical-chic e di nicchia, lo difenda così apertamente. Si vede che a certe donne “sinistre” francesi piace tanto il modello maschile impersonato ed esemplificato da monsieur Dominique