La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Sono un giudice e vado in pensione nell’Italia dei politici malversatori

21-06-2010

di

Me ne vado mentre c’è un governo che prima o poi verrà riconosciuto colpevole di sfruttamento della Costituzione. Me ne vado con un Presidente del Consiglio che si è avvalso della facoltà di non rispondere quando sospettato dell’origine mafiosa del suo patrimonio. Me ne vado mentre si spera nell’alleanza di Fini con Casini, Rutelli e Follini come se non avessero votato le leggi anticostituzionali di Berlusconi. E l’opinione pubblica non ha mostrato sdegno continua »

Pubblicato in Italia

Se succede qualcosa al pentito Spatuzza, il ministro Maroni si dimette?

21-06-2010

di

Se fosse una fiction o un film di mafia, sapremmo come va a finire. Un pentito senza protezione finisce come Gaspare Pisciotta. Perché la decisione di non concedere la protezione a Gaspare Spatuzza da parte del Viminale si basa su una sceneggiatura fin troppo prevedibile. E ce l’hanno pure chiarito nella motivazione, che mette in relazione il rifiuto con le dichiarazioni (fuori tempo massimo!) di Spatuzza su Dell’Utri e Berlusconi. Così dubbi non ne restano. Anche se i tg (Tg3 … continua »

Pubblicato in Credere Obbedire Combattere

Caro Domani, a chi (e a cosa) servono la Confindustria e il ministro-plenipotenziario Brunetta?

21-06-2010

di

Mentre a Pomigliano la Fiat si appresta a sancire, in barba alla Costituzione, il divorzio tra lavoro e democrazia, Confindustria fa da stampella al governo Berlusconi-Tremonti (che intanto rifila ai veneziani l’astro morente Brunetta, appena trombato come candidato sindaco). Ma le imprese italiane continuano a morire continua »

Pubblicato in C'è posta per noi

Sudafrica: la Coppa del Mondo è una spugna che beve e risputa i malumori del mondo

21-06-2010

di

Capricci e dispetti trasformano i campioni strapagati in ragazzini che non diventano mai uomini. Vent’anni fa Michel Platini racconta alla scrittrice Margherite Duras: “sono diventato uomo durante finale di Coppa Europa con la Juventus quando è crollata una tribuna e sono morti 39 spettatori. Questa, la gloria, pensavo, mentre alzavo la coppa della vittoria?” continua »

Pubblicato in Società

Il pallone di Fidel

21-06-2010

di

All’Avana Castro riflette sul nuovo pallone “rapido e sgusciante che lascia sconcertati i giocatori”. Ma parla anche degli Stati Uniti e di Israele: “delle speranze su Obama resta poco o niente”. Verità o pessimismo di un vecchio leader? continua »

Pubblicato in Dov'è la pace di Obama?

Diario di una giornalista inglese: io pacifista disarmata, prigioniera nelle carceri israeliane

21-06-2010

di

Una delle tendenze più impressionanti dopo l’attacco della flottiglia è stata la velocità con cui la hasbara israeliana sia stata smascherata dai giornalisti del web. Gli audioclip manipolati, in cui amatori con finto accento arabo sibilano “Tornatevene ad Auschwitz” agli ufficiali navali israeliani, non ci hanno messo molto ad essere tolti di mezzo, vero? Poi ci sono le affermazioni “talmente patetiche da sembrare comiche” sul fatto che … continua »

Pubblicato in Parole globali

Il referendum della vergogna: approvazione obbligata “altrimenti chiudo Pomigliano”

21-06-2010

di

Cosa può fare chi ha famiglia e vive nella Napoli in macerie dopo vent’anni di Bassolino? Ricatto che brucia i diritti dei lavoratori continua »

Pubblicato in Italia

Non ho i soldi per le bollette, com’è difficile scrivere poesie

21-06-2010

di

Ero seduto alla fermata dell’autobus. Mentre aspettavo, leggevo il giornale. Immerso nei miei pensieri, non mi sono reso conto che era lì e mi guardava. Ero andato all’Enia per capire se potevo pagare le bollette a rate perché nella mia situazione lavorativa  facevo fatica ad arrivare a fine mese. Le bollette erano tante e non sapevo come fare. Allora guardavo il giornale ma ero distratto, chiuso dentro i miei pensieri. “Quanti poeti!”. Sentendo … continua »

Pubblicato in Con questa faccia da straniero

Pagina 4 di 11« Prima...23456...10...Ultima »