La Lettera

Per Terre Sconsacrate, Attori E Buffoni

Governo denunciato

di

L’ho fatto. L’avevo scritto, l’ho fatto. Stamani sono stato alla Procura della Repubblica di Firenze e ho denunciato il governo. Ho presentato due esposti recanti la “notitia criminis” concernente il favoreggiamento dello squadrismo, il primo, e varie fattispecie … continua »

Dire, fare, mangiare

E la chiamano cellulite

di

L’estate ci mette a misura con il nostro corpo. La maggior parte delle donne si confronta con il problema della cellulite. Premesso che la cellulite è molto diffusa e non si può prescindere da una predisposizione personale ad averla o … continua »

Lettere

Patrick FOGLI – La prima repubblica è finita con le stragi di mafia, come finirà la repubblica di Arcore?

19-09-2011

di

“Le bombe vogliono aprire la strada a qualcosa, non rovesciare qualcosa. Il potere politico è già stato rovesciato o quasi”. La frase è di Bettino Craxi, le bombe a cui fa riferimento sono quelle di mafia, del ’93. La pronuncia in quei giorni e ascoltata oggi, con quello che dovremmo sapere, fa quasi paura.

Marx dice che la storia si presenta sempre due volte, prima in tragedia e poi in farsa. Così la seconda Repubblica pare la trasposizione da … continua »

Pubblicato in Lettere

Sergio CASERTA – Chi paga la manovra?

15-09-2011

di

Il voto della Camera lo conferma e gli scontri di piazza pure: il peso della finanziaria grava sempre sulle famiglie e su chi timbra al mattino. I 169 miliardi degli evasori sono appena sfiorati, manager e grandi capitali rispettati con deferenza: appena il 3 per cento di patrimoniale a chi guadagna più di 300 mila euro. Spiccioli per loro mentre 41 milioni di persone pagano il ticket e tirano la cinghia continua »

Pubblicato in Lettere

Gianfranco PASQUINO – Sordo e grigio non è il Parlamento, ma i parlamentari. Referendiamo contro il Porcellum

12-09-2011

di

Se anche il quasi statista Gasparri riconosce che il governo deve “ascoltare” la società, in questi giorni di disastro morale ed economico la gente fa sapere di non più sopportare che gli amici degli amici da mandare in Parlamento vengano scelti da Berlusconi e Bossi durante una cena ad Arcore continua »

Pubblicato in Lettere

Raniero LA VALLE – Il golpe di Berlusconi

08-09-2011

di

Gli uomini contano. Alla conferenza di pace di Parigi De Gasperi salvò l’Italia: era, in quel consesso, un Paese nemico, distrutto dalla guerra, gravido di miseria; tutto, tranne l’enorme prestigio del presidente del Consiglio italiano e la dignità con cui difese l’Italia, era contro di lui. Ma De Gasperi colpì gli Alleati, apparve credibile, e l’Italia rientrò ben presto a pieno titolo nella comunità internazionale, e cominciò la sua ricostruzione, prima della Germania, prima del Giappone, suoi alleati di guerra, … continua »

Pubblicato in Lettere

Riccardo LENZI – Le stragi fasciste dalla P2 al PDL. Se persino Priore, giudice di Ustica, usa gli argomenti di Gelli e Cossiga

05-09-2011

di

Nel paese degli opinionisti – molto autorevoli, molto “garantisti”: Panebianco, Minoli, Fasanella, il giudice Rosario Priore – c’è chi gioca con il dolore dei familiari delle vittime di stragi. Un esempio? È bastata la “notizia” che la Procura di Bologna, tuttora alla ricerca dei mandanti della strage alla stazione, ha (doverosamente) iscritto nel registro degli indagati personaggi tirati in ballo dalla famigerata Commissione Mitrokhin, per rimettere in discussione la matrice fascista della bomba e ridare fiato a vecchie “piste alternative”: … continua »

Pubblicato in Lettere

Daniele FERRETTI – I sindaci protestano per i tagli, destra e sinistra assieme: resta il problema di qualità e legalità. Troppo spesso non coincidono

05-09-2011

di

L’agonia di Parma, ex città felice, riflette in periferia gli stessi problemi del governo centrale: familismo politico, reti di interessi personali, soprattutto qualità approssimative dei manager che gestiscono le opere pubbliche. L’interesse della gente viene sacrificato per esaudire appalti ed egoismi di potenti gruppi nazionali o locali. Il labirinto dei servizi continua »

Pubblicato in Lettere

Sergio CASERTA – La farsa delle manovre, le coop nel labirinto della crisi

01-09-2011

di

Dopo le varie mannaie, ecco che si vuole colpire l’economia sociale, tassando le cooperative e colpendole proprio per quello che sono: realtà che puntano sulla mutualità sociale invece che sui capitali. Un provvedimento che, se approvato, verrebbe dopo lo smantellamento delle garanzie dei lavoratori e il privilegio del profitto a tutti i costi continua »

Pubblicato in Lettere

Giancarla CODRIGNANI – Comunione e Liberazione, incenso ed affari

27-08-2011

di

È l’anima spirituale della confindustria cattolica: 41 sedi in Italia, 34 mila imprese associate. I dirigenti (da Formigoni in giù) sono convinti di aver fatto un onore a Napolitano consentendogli di parlare al meeting per i 150 anni dell’unità del paese. Ma la dottrina da seguire l’ha distribuita Tremonti che ha tirato le somme nel concludere la manifestazione. Per capire come funziona, controllare la lista degli sponsor milionari continua »

Pubblicato in Lettere

Pagina 5 di 35« Prima...34567...102030...Ultima »