La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

» Mondi

Africa

Nuove guerre: adesso gli Stati Uniti vogliono “salvare” l’Africa dalla Sharia dei fondamentalisti cristiani

31-10-2011

di

“Per caso” tornano petrolio e invasione cinese. Da anni Pechino mantiene migliaia di soldati nel continente nero: il 30 per cento del fabbisogno energetico cinese arriva dalle riserve africane. E i massacri e gli stupri degli estremisti cristiani sono ignorati da tempo immemorabile. Dopo la caduta di Gheddafi invece… continua »

Pubblicato in Africa

L’Africa della pace in cammino verso il Nobel

11-07-2011

di

Riconoscere e valorizzare il ruolo delle donne in Africa e dare loro il Premio Nobel per la Pace 2011. Questa la proposta promossa dal CIPSI, coordinamento di 48 associazioni di solidarietà internazionale, e da “ChiAma l’Africa”. La pace è un dono da promuovere e custodire sempre, perché senza la pace è impossibile la salvaguardia della dignità di ogni creatura e della creazione. Lo abbiamo letto … continua »

Pubblicato in Africa

9 luglio, Sud Sudan indipendente ma il petrolio scatena appetiti, invasioni e altri massacri: cari giornalisti, non dimenticate un Paese che ha pagato la libertà con 2 milioni di morti

07-07-2011

di

Southern Sudan: We are voting for dignity - Foto di Oxfam InternationalIl 9 luglio 2011 verrà proclamata l’indipendenza del Sud Sudan, il 54° stato dell’Africa. È con gioia che salutiamo questo giorno dopo tanta sofferenza e morte! Ci sono voluti 191 anni di lotte per arrivare a questo traguardo, così ha sostenuto in un messaggio alla nazione il primo … continua »

Pubblicato in Africa

Perché La Russa manda in Uganda i suoi “cooperanti” con le stellette?

30-12-2010

di

Missione umanitaria in un ospedale che ha bisogno di tutto, ma dietro la grande carità spuntano gli affari multimilionari degli interessi italiani nel continente martoriato: strategia di Washington alla quale ci siamo accodati continua »

Pubblicato in Africa

Cuciono in Eritrea le camicie di Armani, “volontari” obbligati dalla dittatura di Isayas

15-11-2010

di

Nella triste graduatoria del rispetto dei diritti umani, il regime contende l’ultimo posto alla Corea del Nord. Ma gli affari italiani e il governo ne provano rispetto. Abbracci dei ministri del dittatore ai ministri di Roma e collaborazioni sempre più intense tra i nostri imprenditori e i gerarchi del lavoro forzato. L’ebbrezza di produzione a costo quasi zero ha un fascino irresistibile: da Paolo Berlusconi ai grandi cotonieri, ma anche società ambigue della Campania. Lo scandalo del convegno pro Eritrea … continua »

Pubblicato in Africa

Ciad, una capra paga un anno di scuola

01-11-2010

di

Storie di ragazzi che non possono studiare, vestirsi, mangiare. Il futuro è un lusso, la speranza utopia. Ore a piedi sotto il sole che brucia per sedere fra i banchi (quando li trovano) continua »

Pubblicato in Africa

Come una ragazza sopravvive nell’Africa “di seconda mano”: rottami che il mondo civile spedisce nelle bidonvilles

20-09-2010

di

«Il ventre del pitone» di Enzo Barnabà, siciliano innamorato dell’Africa, raccoglie la storia di Lazarine: si arrangia sul filo della disperazione con furbizia e buona volontà in un continente dove 800 milioni di esclusi tirano avanti malgrado la globalizzazione continua »

Pubblicato in Africa

Ciad, stagione delle piogge: anche i Medici Senza Frontiere se ne sono andati. Noi missionari restiamo al fianco dei dimenticati

14-06-2010

di

Moissala, a sud del Ciad – Sono arrivate le piogge a Moissala e il caldo infernale comincia a lasciare il sud del Ciad. A volte sembrava di bruciare e anche all’ombra non vedevi l’ora della pioggia. Quando le prime nuvole sono arrivate è stata una gioia per tutti anche se la gente ci prende gusto a dormire fuori. Se i grandi della terra non si metteranno daccordo sulle emissioni di gas come farà la nostra gente e restare qui? Gli … continua »

Pubblicato in Africa

Pagina 1 di 212