La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

» Mondi

America Centrale

Quando il cardinale aiuta il golpe dei militari

20-05-2010

di

Sta girando l’Italia il cardinale Rodriguez Madriaga, Opus Dei, la cui voce ha appoggiato il colpo di stato in Honduras. Il governo liberale-massonico dell’oligarchia gli aveva concesso un appannaggio di 5.300 dollari al mese che il governo democratico di Zelaya aveva cancellato. Era anche tra i papabili dopo la morte di Giovanni Paolo II: i cattolici ringrazino il cielo continua »

Pubblicato in America Centrale

Criminalizzare Cuba che senso ha?

12-04-2010

di

Ha commesso e commette molti errori. Silvio Rodriguez, il cantante che da sempre non risparmia critiche alla conduzione del governo, dice che è venuto il momento di cancellare la “R” della parola Rivoluzione. È il momento dell’Evoluzione, protagonisti i cubani cresciuti nelliisola, non i fuoriusciti e le politiche straniere continua »

Pubblicato in America Centrale

Vi ricordate di Haiti? Non dimenticateci

08-04-2010

di

Qualche orfano ha finalmente un tetto, eppure mancano troppe cose per crescere e studiare senza nessuno continua »

Pubblicato in America Centrale

CUBA (1) – Perché gli anticastristi non hanno fermato il digiuno suicida come quando digiunavano i dissidenti amici?

01-03-2010

di

Profonda conoscitrice della cultura e della vita cubana, Alessandra Riccio legge in modo diverso la tragedia del muratore morto in carcere. Non difende nessuno, ma pone alcune domande

Dicono che Orlando Zapata era fondatore del partito Alternativa Repubblicana ma non sappiamo di questo partito né i programmi né la consistenza. Dicono che era un prigioniero politico ma sappiamo che dal luglio del 1990 entrava e usciva dalla galera con le accuse di possedere armi bianche, due … continua »

Pubblicato in America Centrale

CUBA – Sono pessimista: i presidenti latini dimenticheranno questa morte in pochi mesi

01-03-2010

di

(Andrès Oppemheimer, argentino, editorialista del Mami Herald, è l’esperto più considerato sull’America Latina. Ha vinto il premio Pulitzer e il premio re di Spagna. È stato corrispondente dall’Avana senza incontrare particolari problemi. A metà anni ’90 il suo libro “La hora final de Castro”, l’ora finale di Castro, annunciava l’imminente caduta di Fidel dopo l’abbandono di Mosca e gli anni difficili di un’economia autarchica definita “periodo especial”. Per il suicidio di Zapata, si è posto alcune domande: perché il suo … continua »

Pubblicato in America Centrale

Cuba: “socialismo reale o capitalismo reale?”

18-02-2010

di

Il tormento degli intellettuali dell’Avana. Pubblicano una lettera che mette in guardia contro “la repressione silenziosa”. Si è rifiutata di firmarla Yoanni Sanchez, la ‘bloguera’ più venerata a Miami e dalle voci sparse nel mondo che vivono delle voci di Miami

Nel bel film di Giuliano Montaldo, “L’oro di Cuba”, proiettato al Festival di Venezia e poi gelosamente conservato dalla Rai che ne è produttrice in chissà quali cassetti, Mariela, la figlia di Raúl Castro, attuale … continua »

Pubblicato in America Centrale

Ricompare Noriega: dittatore di Panama, spia della CIA

04-02-2010

di

Ha finito di scontare la galera negli Usa dopo un processo secretato per ragioni di stato negli anni del Bush padre (che governava la CIA). Ma resta in galera perché gli Usa non vogliono rimandarlo a Panama. Sa troppe cose, ha troppi amici

“Cara e piña”, faccia di ananas, come era chiamato in Panama, il generale Manuel Noriega proprio venti anni fa, nel gennaio del 1990, veniva stanato dal suo rifugio nella Nunziatura apostolica della capitale. … continua »

Pubblicato in America Centrale

“La mia casa ad Haiti non c’è più. Scrivo in una tenda bagnata dalla pioggia, e sono fortunato…”

22-01-2010

di

Testimonianza di un fotografo che vive a Port au Prince. “Eppure la gente non ha perso il sorriso. È abituata alle catastrofi e all’arroganza dei guardacoste americani. Oggi la situazione è triste, ma l’angoscia è il domani. Quando tv e giornalisti andranno via, resteremo soli nell’ombra e comincerà la paura”

Desolazione, paura, aiuti che arrivano in Haiti, ma non alla gente. I morti sono per lo più stati tolti, ma non quelli sotto le macerie. Tanta … continua »

Pubblicato in America Centrale

Pagina 3 di 41234