QUI CAMORRA

Immondizie o faide familiari? Ricomincia la guerra dei 3 anni nella Napoli dei boss

di

Strana “associazione criminale” è la camorra. A pensarci bene questa mafia è quanto di meno associazionistico può venire … continua »

Qui Mafia

Per coprire quale segreto la Francia nasconde il delitto di Nicolas Giudici, giornalista ucciso quando frugava nei misteri della Corsica?

di

Giornalista e saggista ucciso dieci anni fa, ma il delitto è stato subito “secretato”. Prima del colpo fatale la commissione parlamentare che si occupava del “caso Corsica” lo aveva a lungo interrogato su clientelismi e vendette. Poi il delitto e … continua »

QUI 'NDRANGHETA

La ‘ndrangheta a Milano, vent’anni di onorata società

di

Se ne parla come di una novità che il ministro Maroni rimpicciolisce ma la “Duomo Connection” risale al 1990: dopo 24 operazioni di magistratura e polizia siamo arrivati ai 300 arresti di assessori e politici lombardi continua »

» Società

Italia

Elezioni sì, elezioni no: votare subito (nonostante il Porcellum) o aspettare Godot?

10-11-2011

di

Elezioni Politiche - Foto di Luca ZappaPersino ora che il Caimano sembra essere arrivato a fine corsa, l’opposizione è divisa sulle (urgentissime) scelte da compiere. Di Pietro, preoccupato della sua sopravvivenza politica (senza Berlusconi che fine farà l’Idv?), chiede le elezioni anticipate, mentre la dirigenza Pd auspica un governo Monti. A prescindere dalla poco appassionante questione delle alleanze – con o senza il terzo … continua »

Pubblicato in Italia

Brescia guiderà Milano nella “Casa della Memoria” per salvare la storia del terrorismo e delle stragi

10-11-2011

di

Manlio Milani, presidente della Casa della Memoria, illustra il progetto di digitalizzazione degli atti giudiziari concordato con l’amministrazione Pisapia e con la Regione Lombardia. Ma rimane il nodo dei ministeri coinvolti, che finora hanno dimostrato scarsa sensibilità e zero collaborazione continua »

Pubblicato in Italia

La “malapolizia” esiste ancora, è quella che usa oggi “metodi vecchi e in disuso” che talvolta possono uccidere

10-11-2011

di

Malapolizia di Adriano ChiarelliIl libro che mancava è finalmente in libreria. Si chiama Malapolizia, edizioni Newton Compton. Casi noti e inediti di soprusi, reati, violenze compiuti dalle forze dell’ordine, ma anche qualcosa di più. Il libro indica per la prima volta, oltre i casi diversi di cui si occupa, un percorso di analisi e conoscenza, che supera l’ipocrisia della facile spiegazione delle “mele marce” e ci … continua »

Pubblicato in Italia

Quando il parlamentare fa finta d’essere giornalista: “La mia notte con Silvio distrutto dal G20 di Cannes”

07-11-2011

di

Cronaca che suggerisce una doppia lettura: solidarietà verso un uomo rimasto solo o commediola dall’ironia velenosa? Il Giornale di famiglia ha pubblicato il racconto dei dolori del vecchio Silvio in prima pagina: Guzzanti ne è stato vicedirettore fino a quando ha sbattuto la porta accusando l’editore e capo del governo di “mignottocrazia”. Ma certe amicizie non si rompono ed ecco il gioco della nuova intimità trascritto dopo … continua »

Pubblicato in Italia

Marc Lazar: “Napolitano? L’Europa lo ammira. Mario Monti? Può salvare l’Italia”

03-11-2011

di

“Un paese non può seguire questo governo che naviga a vista…”. Cosa pensa del precipitare di un paese che conosce bene, Marc Lazar, politologo francese. Ecco la sua analisi politica ed economica della nostra catastrofe continua »

Pubblicato in Italia

Stranieri in Italia: fanno i manovali ma sono laureati, i loro “padroni” no

31-10-2011

di

I colori della cittadinanza - Foto di Noemi BisioI dati dimostrano che i più poveri difficilmente possono permettersi di emigrare. Già nel 2009 InterSos (organizzazione umanitaria per l’emergenza) ha diffuso un documento nel quale rilevava che meno del 2% dei migranti giunti in Italia provenivano da paesi di grave povertà, con un reddito pro capite annuo inferiore a 1.500 $. I paesi … continua »

Pubblicato in Italia

Presidente Napolitano, nostro padre (tecnico del controspionaggio elettronico) è stato rapito dai servizi segreti. Lo Stato ci ha offerto un miliardo di lire per lasciar perdere le ricerche: “Vogliamo la verità”

31-10-2011

di

I carabinieri cominciano a indagare in ritardo e perdono la sua foto. Familiari e testimoni del rapimento minacciati e perseguitati da telefonate che fanno paura. All’improvviso un passeggero Air France viaggia da Parigi al Cairo col nome di Davide Cervia 9 giorni prima dello scoppio della guerra del Golfo. Chi era? E perché usava il nome dello scomparso? continua »

Pubblicato in Italia

4 novembre, la “patria” festeggia la guerra dei professionisti: nel 2011 hanno speso 22 miliardi rubati alla società civile che cerca la pace

31-10-2011

di

Scuole senza soldi, studenti allo sbando, pensioni al lumicino, polizie senza benzina mentre compriamo l’ultima generazione di bombardieri e andiamo nel mondo a distribuire la “pace” con nuove bombe che bruciano la gente continua »

Pubblicato in Italia

Pagina 5 di 65« Prima...34567...102030...Ultima »