QUI CAMORRA

Immondizie o faide familiari? Ricomincia la guerra dei 3 anni nella Napoli dei boss

di

Strana “associazione criminale” è la camorra. A pensarci bene questa mafia è quanto di meno associazionistico può venire … continua »

Qui Mafia

Per coprire quale segreto la Francia nasconde il delitto di Nicolas Giudici, giornalista ucciso quando frugava nei misteri della Corsica?

di

Giornalista e saggista ucciso dieci anni fa, ma il delitto è stato subito “secretato”. Prima del colpo fatale la commissione parlamentare che si occupava del “caso Corsica” lo aveva a lungo interrogato su clientelismi e vendette. Poi il delitto e … continua »

QUI 'NDRANGHETA

La ‘ndrangheta a Milano, vent’anni di onorata società

di

Se ne parla come di una novità che il ministro Maroni rimpicciolisce ma la “Duomo Connection” risale al 1990: dopo 24 operazioni di magistratura e polizia siamo arrivati ai 300 arresti di assessori e politici lombardi continua »

La libertà online di un giornalista di carta

30-12-2011

di

What is Next Panel - Foto di Nancy WhiteNella mia trentennale attività svolta nei giornali, la collaborazione a Domani occupa una posizione anomala. Non tanto per la forma del settimanale on line rispetto alla carta stampata quanto per altre due «tipicità» che proverò a spiegare. Abituato a scrivere per mensili e settimanali, raramente per i quotidiani, sono impressionato dalla velocità. Tra … continua »

Pubblicato in Ma chi sei?

Ma i banchieri sanno chi è la gente?

27-12-2011

di

Nel Racconto di Natale di Dickens l’usuraio Ebenezer Scrooge è costretto a rivedere il passato, contemplare il presente e prevedere il futuro. Così la visione del suo destino di avaro senza cuore lo induce al pentimento. Uscito dalla magica sospensione del tempo, rientra nella vita trasformato. Si emenda, chiede perdono, corregge i suoi errori, distribuisce ricchezza e riceverà affetto.

Con massima semplicità e capacità di persuasione Dickens racconta una storia cui anche il lettore incredulo finisce per soggiacere. Anche … continua »

Pubblicato in Ma chi sei?

Giorgio Bocca, la “provocazione” di piazza Fontana

27-12-2011

di

 Quattro ore dopo le bombe di piazza Fontana (12 dicembre 1969) nella stanza di Italo Pietra, direttore del Giorno, i cronisti di ritorno da una Milano impaurita dove avevano provato a capire cosa era successo, raccontano storie e sospetti, testimonianze parziali dalle conclusioni che si somigliano. Scontentano Angelo Rozzoni, vice di Pietra, maniche rimboccate, matita in mano davanti a un foglio che resta bianco … continua »

Pubblicato in C'è chi dice No

La quaresima dei maschi italiani, più devoti al calcio (truffa delle monete d’oro) che al Natale della speranza

27-12-2011

di

È arrivato il 25 dicembre, il giorno della nascita di Cristo secondo i cristiani; secondo i pagani invece era il dì della rinascita del sole, il dies natalis solis invicti, nella loro concezione ciclica del tempo. Vedevano aumentare i minuti della luce pomeridiana e capivano che la fiamma nutrice della vita, il più benefico fra gli dèi, insomma Elio che tutto vede e tutto … continua »

Pubblicato in Italia

Togliere la parola ai poveri? Già fatto

27-12-2011

di

Chi non ha denaro non può parlare, chi non può parlare non ha potere. Presidente Napolitano, venga nel cuore cattolico di Milano e ricordi don Zeno di Nomadelfia continua »

Pubblicato in Dignità

Ho una strana nostalgia per Craxi: con lui non saremmo ridotti così

27-12-2011

di

Sono uscito dal PSI perché non sopportavo i craxiani, ma non ho poi sopportato la campagna diffamatoria che di Craxi ha fatto il male assoluto, alibi della sinistra per lanciarsi verso imprenditori e finanza continua »

Pubblicato in Ideali

Tristi festività: con le tasche vuote siamo tutti immigrati, ma se la pelle è nera la malinconia diventa paura

22-12-2011

di

Firenze, 15 dicembre. Manifestazione antirazzista - Foto di Antonella BeccariaVigilia di Natale sottotono, in piena manovra anticrisi, con i negozi meno affollati del solito, nelle strade di Firenze comunque discretamente illuminate a festa. Forse, più che mai contrariata dalle preoccupazioni economiche, anche se nessuno vorrebbe darlo a vedere, nella città più “borghese” che ci sia, la gente per strada già non … continua »

Pubblicato in Italia

La signora ministro Fornero piange sulle case dei giornalisti

22-12-2011

di

Vecchio tentativo di impadronirsi di un patrimonio immobiliare di miliardi che mezzo secolo di versamenti degli iscritti ha permesso di mettere a disposizione di giovani e vecchi giornalisti. Come fa la signora a dire di non essere in grado di controllarne i bilanci? Basta una telefonata e avrà tutto sul suo tavolo come lo hanno avuto altri ministri prima di lei. Provi almeno a fare una chiamata continua »

Pubblicato in Italia

Pagina 2 di 10512345...102030...Ultima »
L'APPUNTAMENTO SETTIMANALE CON FREI BETTO

Il Brasile aspetta il ritorno di Lula: il cancro non lo fermerà

di

“Ricordo l’inizio della nostra amicizia quando ancora correva per diventare presidente: scarabocchiava su un pezzo di carta i temi per i quali battersi e saliva sul banco travolgendo chi ascoltava” continua »

Con questa faccia da straniero

Scrivere per Domani non mi fa sentire straniero

di

La mia amica mi ha regalato un bellissimo quaderno. Il quaderno della fortuna. Sul davanti del quaderno c’è il disegno di un agricoltore con un carretto tirato da due mucche. Dietro una piccola spiegazione di cos’è il frumento. È scritto: … continua »