QUI CAMORRA

Immondizie o faide familiari? Ricomincia la guerra dei 3 anni nella Napoli dei boss

di

Strana “associazione criminale” è la camorra. A pensarci bene questa mafia è quanto di meno associazionistico può venire … continua »

QUI 'NDRANGHETA

La ‘ndrangheta a Milano, vent’anni di onorata società

di

Se ne parla come di una novità che il ministro Maroni rimpicciolisce ma la “Duomo Connection” risale al 1990: dopo 24 operazioni di magistratura e polizia siamo arrivati ai 300 arresti di assessori e politici lombardi continua »

» Società

Qui Mafia

ACQUA E RIFIUTI. STRATEGIA DI UN POTERE SICILIANO

12-09-2009

di

C’è un soggetto pubblico in Sicilia che evoca emergenze, ma anche torrenti di denaro: l’Arra, Agenzia regionale per i rifiuti e le acque, istituita con decreto del presidente della regione Cuffaro il 28 febbraio 2006.

L’Arra è una struttura centralistica, rigidamente verticale, che ha avocato competenze che appartenevano a un pulviscolo di enti territoriali: dai comuni ai consorzi di bonifica, assumendone comunque di nuovi, sulle linee della legge Galli. L’avvento di tale organo ha chiuso in via definitiva la fase, … continua »

Pubblicato in Qui Mafia

L’etica pubblica e la modernità. Come pensare oggi il rapporto fra morale e politica?

01-09-2009

di

Il Novecento è stato definito il secolo breve, ma è stato più ancora il secolo dei paradossi e dei contrasti. Ha segnato significativi progressi negli iter della democrazia, e tuttavia, anche nel cuore pulsante del vecchio continente, è stato macchiato da regimi che hanno interrotto traumaticamente ogni tradizione democratica e da genocidi che per metodo, tecniche e «razionalità» organizzativa non hanno mai avuto precedenti nella storia. Alla crescita esponenziale del benessere in importanti aree del pianeta ha corrisposto la piaga … continua »

Pubblicato in Qui Mafia

L’acqua più cara d’Italia. Il caso delle Isole Eolie.

01-09-2009

di

Come era prevedibile, nella Sicilia della privatizzazione idrica, le anomalie, anziché esaurirsi con le gare d’appalto, in alcuni ATO con esiti da scandalo, presentano risvolti sempre più preoccupanti, mentre scorrono le vicissitudini di intere popolazioni che mancano dell’erogazione necessaria e pagano l’acqua più cara che in altre aree del paese. Gli ambienti interessati stanno provvedendo in effetti a porsi in regola, pagando l’obolo alla tradizione, facendo cioè i conti fino in fondo con i grovigli di poteri, legali e non … continua »

Pubblicato in Qui Mafia

Recessione e mafie. L’Africa e le vie della droga

28-07-2009

di

Fonte: http://sudterrae.blogspot.com/

Più di qualsiasi altra parte del globo, l’Africa evoca calamità e regressioni militari, nondimeno costituisce, oggi più che in passato, un mondo eterogeneo, anzitutto sotto il profilo economico. Se l’immensa regione centrale, di cui è emblema Korogocho, la “favela” più popolosa del mondo, rimane infatti irriducibilmente povera, l’intera fascia settentrionale va progredendo, agganciandosi addirittura al trend di paesi come India e Cina, che in questo momento, come … continua »

Pubblicato in Qui Mafia

RECESSIONE E MAFIE. LE NUOVE FRONTIERE DEL NARCOTRAFFICO

18-07-2009

di

In tutti i continenti, negli ultimi decenni le economie di origine illegale hanno vissuto i trend dei mercati da protagoniste, correlandosi alle Borse come entità finanziarie imprescindibili. È andato stabilizzandosi per ciò stesso il raccordo delle mafie con i maggiori business, dalla speculazione immobiliare all’industria dei metalli, dalle energie naturali e rinnovabili all’acqua. Le classifiche di Forbes, che hanno visto scalare un gran numero di magnati dell’est europeo e asiatico senza passato, oltre che autentici gangster, ne danno la misura. … continua »

Pubblicato in Qui Mafia

INCENERITORI IN SICILIA. I LATI OSCURI DI UNA SOCIETA’ MILANESE E I DANNI POSSIBILI DI UN SUBAPPALTO DA RECORD

05-07-2009

di

Berlusconi li chiama “termovalorizzatori verdi”. In realtà i mega-inceneritori previsti per la Sicilia dai bandi di gara del 2009 saranno i più pericolosi per la salute e l’ambiente. A dispetto dei diritti delle popolazioni dell’isola, così vengono tutelati gli interessi del gruppo Falck e della Pianimpianti, impresa fra le più discusse, amministrata dal calabrese Roberto Mercuri.
In un discorso recente ad Acerra, Silvio Berlusconi è stato chiaro nel dire che gli inceneritori destinati alla Sicilia dovranno essere dello stesso tipo … continua »

Pubblicato in Qui Mafia

Recessione e mafie. È l’Eldorado delle economie illegali?

19-06-2009

di

(Prima parte)

È il caso di partire da un rilievo. Nell’attuale crisi, la sola che riesce a evocare quella drammatica del 1929, un peso non da poco hanno avuto i flussi di capitali anomali, di origine illegale, per il rilievo del tutto particolare che i medesimi hanno recato nell’estendersi delle bolle speculative. Si consideri il caso della Russia, dove la forbice delle ricchezze ha assunto ampiezze iperboliche, anche al cospetto di paesi di tradizione liberal. Dopo il trauma dell’89, … continua »

Pubblicato in Qui Mafia

Acqua privata. Giochi fatti in Sicilia, si allarga la protesta

09-06-2009

di

Sotto l’egida di alcune fra le più potenti compagnie multinazionali, il bottino dell’acqua siciliana viene ipotecato da famiglie e gruppi economici fra i più discussi. La privatizzazione del bene naturale si conferma quindi, come era nelle previsioni, un affare di assoluta opacità, con buona pace delle rassicurazioni. Sconfessati i “buoni” propositi della modernizzazione, con il permanere di deficit, la mortificazione dei bisogni, l’adozione di metodologie di stile inconfondibile.

Da qualche decennio ormai, in particolare dopo il varo della … continua »

Pubblicato in Qui Mafia

Pagina 3 di 41234