La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Società » Ma chi sei? »

Se un amico cambia faccia: lettera (addolorata) a Massimo Cacciari

04-10-2010

di

Massimo Massimo Massimo, amico caro: che cosa ti è successo? Eletto sindaco a Venezia, sorridente tra i tuoi fedelissimi, hai detto: non mi vedrete mai in televisone, statene certi. Non riusciamo ancora a rimetterci dallo stupore quando, per chi ti ricorda ai cancelli di Porto Marghera e intimo di Toni Negri, Nono e Vedova, sei andato da Don Verzè con il sospetto che la facoltà di Filosofia sia stata fatta apposta per te. Già non riusciamo a capire come mai dopo aver sostenuto , nell’ordine: Miglio e Chiamparino e baciato sulle guance Bondi alla Mostra del cinema di Venezia, tu abbia fondato un movimento (“Verso Nord”) con Franco Miracco, portavoce di Galan uomo di B.. Ma forse te ne sei già dimenticato. Già non ci è piaciuta per niente la lettera che hai scritto al Corriere elogiando il curriculum universitario di Barbara Berlusconi laureatasi in tre anni al san Raffaele e dove se no? Adesso sempre più sconfortati apprendiamo che, sceso dalla cattedra del san Raffaele, sei a Roma per formare il nuovo centro con Rutelli e Casini (niente di più lontano da te) e in due serate ti vediamo prima dalla Gruber e poi ahi ahi da Serena Dandini. Tu come uno Stefano Zecchi qualsiasi e uno Sgarbi qualunque. Soffriamo perché abbiamo appena riletto il tuo bellissimo «Icone» sguardo su Piero della Francesca e de Eyck e con una certa fatica il tuo «Hamletica». Perché è così che ci piaci: nella veste di filosofo e intellettuale così come ti hanno amato i veneziani di provata fede di sinistra. Sconforto, prima che mi dimentichi, ci è preso quando don Verzè ha detto ai giornali «Cacciari è la mia voce» e ci tormenta il sospetto che proprio lui ti abbia mandato a Roma a rifare la DC. Massimo, il primo sconforto era venuto quando in preda al narcisismo hai aperto le porte di casa per mostrare il guardaroba. Nell’immagnario popolare da vent’anni c’era un logoro loden ed ecco la rivelazione della predilezione per Armani come un modaiolo qualsiasi. Ti consideravamo unico, e la scoperta che i Cacciari sono tanti ci rattrista. Il Cacciari Armani, il Cacciari versione televisiva della Gruber: avevi un certo “boresso” insomma eri troppo allegro per uno che si macera su Nietzsche. Con antico affetto che un po’ traballa, aspettando di sapere se hai incontrato la Madonna,

tua Margherita

Margherita Smeraldi, veneziana, famiglia sefardita originaria di Salonicco, il nonno è stato il più importante presidente dei cantieri di Trieste e Monfalcone e il bisnonno materno il fondatore e proprietario de "Il Gazzettino". Ha lavorato per molti anni in un'agenzia giornalistica romana per approdare, felice, tra le braccia intelligenti di Domani/Arcoiris
 

Commenti

  1. Marco Sostegni

    Cara Margherita,
    forse Cacciari guarda oltre meglio di noi. Ha capito che si può fare filosofia anche in TV a Otto e mezzo o anche in Politica assieme a Rutelli e Casini. Ci si lamenta spesso della pochezza della nostra società civile ma un filosofo dev’essere il sale della terra in maniera quasi evangelica. E allora forse è meglio rendere meno insipida la Politica o anche la TV (un po’ popolare) che stare nell’ambito ristretto di persone “illuminate” che forse in parte possono anche averlo un po’ disilluso.
    Vedi Margherita quando uno ha un grande talento è bene che non si crei degli steccati mentali. Non ho capito la battuta sulla madonna (la scrivo volutamente con la m minuscola, quella con la Maiuscola lasciamola alle nostre preghiere).

  2. luigi tufano

    L’incipit , appassionato e dolente , rende immediatamente l’idea di quanto viene poi detto , del nucleo centrale di tutto l’articolo , di ciò che ne è veramente ( a mio avviso ) all’origine : la delusione acuta , della Smeraldi , nel constatare l’evoluzione (ideologica ? così sembra ) di un uomo ” quantum mutatus ab illo “. e non posso che concordare con lei in quanto la coerenza è l’entelechìa dell’uomo , lo connota e ne definisce la sostanza . Entelechìa in senso aristotelico certo,cioè l’essenza dell’essere ,ma mi piace definirla nell’accezione di Sciascia ( e Pasolini ) secondo cui ” un uomo che muore tragicamente ,è in ogni punto della sua vita , un uomo che morirà tragicamente “. In altri termini , non si può , per nessun motivo al mondo a meno di strambate audaci quanto censurabili essere ” la voce di Don Verzè “( e risalendo per li rami , di anello in anello , di…Dio, no !! non voglia !!) quando si ha una storia , che Margherita evidentemente conosce , parla in modo totalmente opposto . Una cosa è l’evoluzione del pensiero ed altra cosa è lo stravolgimento di principi precedentemente affermati e sui quali si è costruito un modo di presentarsi , una credibilità e si è conseguito un consenso.La prima fa parte della maturazione che deriva dall’esperienza , o dalla vita tout court , l’altra da opportuno adattamento. un caro saluto , Margherita . Luigi Tufano

  3. fiorella fighera

    Gentile Margherita, grande affetto e stima per il prof. Cacciari, ma scusi, lui non ha mai detto di essere di sinistra.

  4. margherita smeraldi

    cara Fiorella, Cacciari deputato del PCI amico intimo di Toni Negri, sindaco di Venezia per la sinistra : come puoi dire che non era di sinistra ?

  5. margherita smeraldi

    caro Marco, non si sa mai che Cacciari a forza di essere la voce di Don Verzè e intimo del Patriarca di Venezia all’improvviso possa vedere la Luce. la ringrazio del Suo commento intelligente con il quale naturalmente non sono d’accordo, ma che rispetto.

  6. margherita smeraldi

    cara Fiorella : per 20 anni a Venezia la cultura è stata dominata da : il musicista Nono, dal pittore Vedova e da un giovane Cacciari. come puoi dire che Cacciari non era di sinistra ?

  7. Adriano Pacifici

    Però, questo don Verzé. è diventato un vero e proprio tombeur d’homme de gauche, se è vero quello che ho letto da queste colonne, che perfino Niky Vendola ha inaugurato un ospedale con lui a Taranto. Quanto a Cacciari non mi meraviglio: a furia di flirtare con teologi, fare piroette di metafisica, ammiccare ai leghisti, la sua posizione di sinistra è andata progressivamente sfumando. Qualcuno riesce ad intravederla ancora?

  8. margherita smeraldi

    caro Adriano Don Verzé è una tale potenza economica e politica ( nel consiglio di amministrazione della facoltà di filosofia siede Veronica Lario editore anche del Foglio ) e ha creato con i soldi di chi non occorre dirlo un centro universitario medico che pare sia il primo in Europa. ti pare che Vendola gli possa dire di no ?

  9. Camilla Oberdaris

    Devo essere sincera?
    Di quanto scritto dalla Signora Smeraldi ho capito poco e nulla.
    Me ne assumo pienamente la responsabilità, tanto per voler essere gentile.
    C.O.

  10. margherita smeraldi

    deliziosa e carinissima Camilla : quanti anni hai ? 12 ? vuoi che ti spieghi quello che ho scritto? forse hai letto il pezzo con superficialità. rileggilo con più attenzione e se non capisci sono qui per aiutarti un abbraccio

  11. margherita smeraldi

    Massimo Cacciari è su facebook !

  12. margherita smeraldi

    Cacciari per la coerenza diventa finiano e firma un manifesto con i ” destri “

  13. Camilla Oberdaris

    Signora Smeraldi,
    devo considerare un complimento che Lei mi abbia attribuito la tenera età di 12 anni?
    Ciò che mi disorienta è che Arcoiris mi sia stato consigliato da un notevole ex-professore universitario, mio collega e coetaneo, cui ho già espresso le mie rimostranze privatamente per il Suo (di Lei, Signora) “benvenuto”.
    Chiusa la parentesi.
    Le dice nulla “Uno, nessuno, centomila” di Pirandello?
    Le dice nulla l’evidente e improcrastinabile crollo di qualsivoglia “fede politica”, sebbene Lei rivendichi per Cacciari (come può, mi scusi?) un’incrollabile fede di sinistra?
    Lei ha espresso la Sua personale amarezza per l’immagine (inevitabile, mi creda) che il primo cittadino di Venezia sta diffondendo.
    Consenta a me di esprimere la mia opinione liberamente: Lei vive in un mondo di sogni, “gentile” Signora.
    Mi eviti, per dovere di rispetto da parte di chi scrive pubblicamente (come Lei fa) nei confronti di chi legge e non condivide, le Sue grasse facezie sul mio pensiero.
    C.O.

  14. Camilla Oberdaris

    Quali grasse facezie, quando l’insicurezza personale la fa da padrona, Signora Smeraldi!
    Risentita con Lei e con il collega e amico (ex-professore universitario) che mi ha caldamente consigliato di leggerLa chiudo qui.
    Camilla Oberdaris

  15. margherita smeraldi

    Camilla Lei scrive di essere docente universitaria, purtroppo non riesco a trovare nulla sulla sua carriera universitaria. mi creda, mi consolano le altre 666 persone che mi hanno letto. un abbraccio e buona fortuna.

  16. margherita smeraldi

    Cacciari fonda il movimento verso Nord . sono già in 14 !

  17. margherita smeraldi

    il ministro di B. Sacconi oggi : un domani io e Cacciari nello stesso partito : EH ?

  18. margherita smeraldi

    1279 : grazie a tutti e buon anno alle persone intelligenti

  19. margherita smeraldi

    Cacciari : le uniche feste sensate sono quelle religiose e noi che credevamo il 25 aprile e il primo maggio !