La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Società » Italia »

Sono un prete operaio che non può più lottare, abbiate misericordia di me

19-09-2009

di

Sento il bisogno di dirvi cosa sta succedendo nella mia vita. Io ho fatto 27 anni di lavoro molto pesante perché, spinto dal mio Gesù, volevo affiancarmi agli operai più massacrati. Ho subito cinque infortuni (schiena, 2 braccia, ginocchio, mano). Sono andato in pensione nel 2002 perché mi hanno notato una presenza di amianto sul mio polmone. Nel 2008 ho cominciato poi ad avere la drammatica perdita della memoria; peggiorando continuamente non capisco più in gruppo parole, nomi, vie, città, e non riesco a leggere libri e giornali e capire radio e televisione.
Da 2 anni sto prendendo 15 farmaci al giorno ma purtroppo non mi danno nessun miglioramento. Adesso mi hanno notificato di avere anche Alzhaimer. Sono in situazione molto sconforta e talvolta mi preferirebbe ormai di morire. Essendo così conciato non sono molto in grado di fare il mio modo di vivere che avevo deciso quando mi sono buttato prete operaio.
Fin da bambino e poi nel seminario, ho capito che Gesù proponeva di mettersi in basso e aiutare i poveri e i massacrati.
Questo Gesù a cui da sempre mi aggancio continuamente mi ha inserito la sua vera religione che mi fa prendere distanze da come si è generata la religiosità cattolica.
Vi ho inviati tanti brani dei vangeli che non sono stati presi onestamente dalla chiesa.
Questa religione gerarchica attiva ormai da 2 mila anni, il mio Gesù non l’avrebbe avuta così.
La ricca struttura di vaticano, cattedrali, chiese enormi e rapporto con i potenti del mondo, non era voluto dal mio Gesù.
Ci sono state anche uccisioni ma anche la dimenticanza di mettersi in basso e affiancarsi seriamente a tutti i poveri del mondo.
Oggi i poveri stanno aumentando oltre 1 milione: ogni giorno muoiono 30 mila bambini senza cibo e senza casa. Se io non avessi la tragedia della mia testa, senza memoria e molto dolorante, mi dedicherei a questi poveri del mondo dando loro quello che posso.
Forse sarei scomunicato ma il mio Gesù mi dice che se fosse di nuovo nel mondo sarebbe ancora ucciso dalla struttura religiosa.
Io conciato come sono mi sento  molto disperato.
Se riesco faccio qualche vicinanza a esseri umani che sono tristi e massacrati.
Ma vorrei essere in grado di fare per loro e per tanti altri molto di più.
Abbiate misericordia di me.
Avrei tanto bisogno di vedermi con alcuni di voi, soprattutto quelli disponibili, per non passare le mie giornate chiuse solo in una stanzetta, che mi sembra di essere in prigione.
Pregate per me per sperare di riattivarmi oppure per chiudere la mia triste vita.

 

Commenti

  1. cosimo cavalluzzo

    ciao sandro sono don cosimo di Benevento. Avrei piacere di parlare, magari vederci o sentirci s vuoi mi telefoni 333 6023220 ciao

  2. Angelo Gallo

    Gentilissimo Don Sandro!
    Il nostro Gesù ha voluto che avessi tempo e buona salute.
    Vorrei conoscere il suo. nr. di telefono, l’indirizzo di posta @ e sapere dove abita per poterla incontrare.
    I miei riferimenti: anga92@email.it – 3384896526.
    Buona giornata, Angelo dalla Sicilia.

  3. pierangelo

    Sandro, sei uno che ha dedicato la vita al prossimo, sei un vero uomo d’amore, di rivoluzione e di solidarietà.

    Sono un ateo che crede nella giustizia sociale e che annovera tra i grandi uomini che hanno lottato (e son morti ammazzati) per i poveri e i diseredati Gesù Cristo, grande anche, e soprattutto, senza l’aureola di essere un dio o un santo, ma semplicemente un uomo giusto e rivoluzionario.

    Sento che sei come questi uomini e mi prendo la briga di dire che, “se dio esiste”, non ti merità perchè tu hai dedicato la vita agli altri e lui invece con gli altri ci gioca, e spesso in modo molto crudele.

    Buon tutto.

    pierangelo

  4. maria cristina galasso

    Sono profondamente colpita e commossa dalle tue parole,caro don Sandro,molti di noi educati al cristianesimo sono delusi ed indignati nei confronti di questa chiesa,vorrei sapere dove ti trovi e se si può corrispondere con te.

  5. maria cristina galasso

    sono profondamente colpita e commossa dalla storia di don Sandro,molti di noi,educati al cristianesimo,sono delusi ed indignati da questa chiesa che abbandona e rifiuta i suoi figli migliori.Io abito a Salerno,mi piacerebbe sapere dove si trova don Sandro