La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

» Inchieste

Alfabeto dell'Africa

A come Alfabeto dell’Africa: il giornale mi mancherà

30-12-2011

di

On the Road to N'Djamena - Foto di The Grabbers ClubSud del Ciad – Scrivere un Alfabeto dell’Africa è per me fermarmi un attimo la sera a casa o nei villaggi e mettere nero su bianco quello che sto vivendo, sognando o anche solo semplicemente curiosando nella periferia della storia in fondo al Ciad. Una sosta per capire, scoprire, … continua »

Pubblicato in Alfabeto dell'Africa

Alfabeto Africano – N come Natale, minacciato e insanguinato

22-12-2011

di

I contadini difendono il raccolto dagli allevatori che vogliono nutrire le loro mandrie. Confronto antico cominciato quando l’Abele contadino è stato ucciso da Caino proprietario delle mandrie. Ma la messa è una festa lunga 4 ore: piccole danzatrici accompagnano i fedeli fino alla chiesa continua »

Pubblicato in Alfabeto dell'Africa

L’ALFABETO DELL’AFRICA – N come Nuba, nessuno ne parla: popolo che lotta per non sparire colpevole di sedere sul petrolio

05-12-2011

di

 Mentre i media sono concentrati sulla terribile situazione che vive la Siria (ed è giusto parlarne!) nessuno sembra accorgersi della tragedia dei Nuba, Nord Sudan. Non arrivano immagini e informazioni. E senza immagini sembra quasi che non succeda niente. Decimato da una guerra civile che da vent’anni lo oppone al governo di Khartum, il popolo Nuba vive in una regione che si estende nel Kordofan meridionale e, … continua »

Pubblicato in Alfabeto dell'Africa

L’ALFABETO DELL’AFRICA – D come Donne, ecco come soffrono la solitudine dei dimenticati con la forza di non rinunciare alla vita

24-11-2011

di

Donne africane - Foto di Guido AndolfatoKamta (nome che vuol dire ventre) è seduta a terra dolorante. Appoggia la schiena al muro della chiesa di Moissala, in fondo al Ciad. Il ventre gonfio indica che la gravidanza è agli sgoccioli. Le doglie stanno per cominciare e per un attimo le fanno dimenticare il sogno che ogni ragazza vive sulla sua pelle fin da piccola: … continua »

Pubblicato in Alfabeto dell'Africa

L’ALFABETO DELL’AFRICA – S come Speranza: scene di vita quotidiana, la vita, la lotta, la paura lontano dai riflettori

10-11-2011

di

Pastorella dell'Ennedi, Ciad - Immagine di TaniARTDappertutto in fondo al Ciad è tempo di arachidi. Anche i prigionieri che godono di qualche ora d’aria si ritrovano con la cesta in mano e i chicchi in bocca. La raccolta è in corso e tutti sono nei campi sotto il sole con la schiena piegata. È festa e le piogge sono ormai lontane. Si lavora con … continua »

Pubblicato in Alfabeto dell'Africa

L’ALFABETO DELL’AFRICA – T come Tratta degli schiavi: ieri come oggi i bambini non sono esseri umani

31-10-2011

di

Pascolano gli animali appena camminano a camminare, macchine da guerra allevati per uccidere, ragazzine cuoche delle guerriglie. Gli eunuchi di un secolo fa erano bambini ai quali si negava l’occasione della vita come milioni dii ragazzi 2000 che devono solo “obbedire” continua »

Pubblicato in Alfabeto dell'Africa

L’ALFABETO DELL’AFRICA – P come Prigioni, come paura di vivere e morire dietro le sbarre che escludono l’umanità

13-10-2011

di

Calore che soffoca, niente luce, niente bagno. Quando si sta “comodi” in 35 persone all’interno di celle da 60 metri? Ognuno si arrangia come può. Ci sono malati di malaria e di ogni altro malanno. Nessuno li cura. Il 15 per cento muore per Aids dietro le sbarre. In Costa d’Avorio prigioni costruite per 1500 reclusi ne ospitano invece 4500 continua »

Pubblicato in Alfabeto dell'Africa

L’ALFABETO DELL’AFRICA – W come Wangari Maathai, la donna che parlava agli alberi

03-10-2011

di

Nobel per la Pace, prima donna africana, ha combattuto fino all’ultimo respiro per difendere la natura che l’incuria e gli affari continuano a violentare. Nel continente nero “albero” vuol dire persone che chiacchierano in amicizia, sonno sotto le fronde nelle notti calde, simbolo di un’attenzione impegnata a frenare deforestazione e contaminazione dell’acqua, nella speranza di una vita normale continua »

Pubblicato in Alfabeto dell'Africa

Pagina 1 di 212