QUI CAMORRA

Immondizie o faide familiari? Ricomincia la guerra dei 3 anni nella Napoli dei boss

di

Strana “associazione criminale” è la camorra. A pensarci bene questa mafia è quanto di meno associazionistico può venire … continua »

Qui Mafia

Per coprire quale segreto la Francia nasconde il delitto di Nicolas Giudici, giornalista ucciso quando frugava nei misteri della Corsica?

di

Giornalista e saggista ucciso dieci anni fa, ma il delitto è stato subito “secretato”. Prima del colpo fatale la commissione parlamentare che si occupava del “caso Corsica” lo aveva a lungo interrogato su clientelismi e vendette. Poi il delitto e … continua »

QUI 'NDRANGHETA

La ‘ndrangheta a Milano, vent’anni di onorata società

di

Se ne parla come di una novità che il ministro Maroni rimpicciolisce ma la “Duomo Connection” risale al 1990: dopo 24 operazioni di magistratura e polizia siamo arrivati ai 300 arresti di assessori e politici lombardi continua »

» Società

Le parole rubate

Ci sono parole che, nel corso del tempo e senza che ce ne rendessimo conto, ci sono state scippate. Riappropriarsi delle parole significa innanzitutto ripronunciarle. Riprendere il filo che conduce alle origini del loro autentico significato.

De Mauro: il movimento gay dovrebbe parlare italiano e non aggrapparsi ad un malinconico inglese

15-07-2010

di

Per sconfiggere i pregiudizi non serve parlare inglese: “c’è un fondo reazionario della nostra cultura che si serve del cattolicesimo italiano come una foglia di fico”. Tullio De Mauro, il più importante linguista italiano, affronta per la prima volta in questa intervista il problema dell’omosessualità. Parlarne liberamente, ma parlarne come? continua »

Pubblicato in Le parole rubate

Eja eja Cavaliere, da enormi balle a un mar di delusioni

08-07-2010

di

Com’è mutevole l’umana psiche. In un momento di disamore verso Colui che, abbandonata ogni cura del suo “particulare”, tutto s’è dato al nostro bene, mi venne spontaneo, un giorno, scrivere questo epigramma:

Silvio Berlusconi,
da enormi balle,
un mar di delusioni

nonché questa sonetto “in ANA” frutto d’improvviso accecamento ideologico

Il cavalier che nomasi Banana,
e tronfio s’en va, munito di bandana,
se ben lo vagli, con la mente sana,
campion lo eleggi … continua »

Pubblicato in Le parole rubate

Popolo. Dico: popolo

11-01-2010

di

Con questa poesia di Roberto Roversi inauguriamo una nuova “inchiesta”: LE PAROLE RUBATE. Ci sono infatti parole che, nel corso del tempo e senza che ce ne rendessimo conto, ci sono state scippate. Basti pensare a recenti invenzioni come “Popolo della Libertà”. Riappropriarsi delle parole significa innanzitutto ripronunciarle. Riprendere il filo che conduce alle origini del loro autentico significato: la cultura, i valori e il vissuto (passato e presente) di un popolo. Partiamo proprio da qui. Alla ricerca delle parole … continua »

Pubblicato in Le parole rubate

Pagina 2 di 212