La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Rubriche » Salute »

La ricerca suggerisce la somministrazione di una bassa dose di estrogeni alle malnutrizioni da anoressia nervosa per migliorare la densità minerale ossea (Bmd). I risultati di questo nuovo studio sono stati presentati lunedì 13 giugno 2011 al 93° convegno annuale della società di endocrinologia a Boston, negli Stati Uniti

La pillola delle adoscelenti: per evitare fratture ossee nelle malnutrizioni da anoressia, estrogeni a bassi dosaggi

16-06-2011

di

Madhusmita Misra

Madhusmita Misra

L’abbassamento della densità ossea, con conseguente aumento del rischio di fratture, rappresenta un sintomo comunemente riscontrato nelle malnutrizioni da anoressia nervosa ed è da porre in relazione con le basse concentrazioni di estrogeni, ormoni che prevengono la perdita ossea. Madhusmita Misra del Massachusetts General Hospital di Boston e colleghi hanno effettuato uno studio della durata di 18 mesi su ragazzine di età compresa tra i 12 e i 18 anni.

Sono state sottoposte alla ricerca 110 pazienti affette da anoressia nervosa e 40 ragazze con peso corporeo nella norma, a controllo, e si è confrontata la risposta al trattamento con bassi dosaggi di estrogeni verso placebo. Si è visto che il trattamento con gli estrogeni determina un aumento della densità minerale ossea rilevato a mezzo di densitometria a livello del rachide lombare e dell’anca.

Tabella 1 - Patogenesi delle fratture ossee

Tabella 1 - Patogenesi delle fratture ossee

In passato si era tentata la terapia con estro-progestinici, per intenderci veniva somministrata la pillola anticoncezionale, ma non si era osservato nessun miglioramento della densità ossea nelle ragazze con anoressia nervosa, forse perché il farmaco può sopprimere la produzione del fattore di crescita insulino-simile (IGF-1), mentre la risposta ai soli estrogeni pare essere maggiormente adeguata ed in sintonia con la fisiologia delle ragazze in crescita. Considerando il fatto che gli estrogeni contribuiscono a promuovere la fusione delle ossa piatte, i soggetti sottoposti a studio sono stati suddivisi a seconda dell’età ossea relativamente ai dosaggi somministrati:

  • le ragazze con ossa chiaramente immature, più giovani dei 15 anni di età, hanno ricevuto bassi dosaggi di estradiolo per via orale oppure placebo (3,75 mcg 0-6 mesi; 7,5 mcg di 6-12 mesi e 11,25 mcg 12-18 mesi), più calcio e vitamina D
  • le ragazze con ossa mature, di età maggiore ai 15 anni, hanno ricevuto in modo casuale estradiolo transdermico (100 mcg ) associati a cicli di progesterone oppure placebo per 18 mesi consecutivamente, più calcio e vitamina D
  • i 40 controlli sani hanno ricevuto solamente calcio e vitamina D

Alla densitometria ossea era chiara la ridotta densità ossea nelle ragazze malnutrite rispetto ai controlli sani, mentre dopo 6, 12, 18 mesi di terapia con estrogeni si è osservata l’equiparazione. Questo studio conferma l’importanza del recupero di una normale densità ossea che il disturbo dell’alimentazione compromette in maniera considerevole e che può rappresentare un problema molto serio, anche dopo il recupero del peso corporeo.

Tabella 2 - Anoressia: tipologie e conseguenze

Tabella 2 - Anoressia: tipologie e conseguenze

La somministrazione di bassi dosaggi di estrogeni, oltre ad incrementare il peso corporeo, come abbiamo visto, interviene nel ripristino della consistenza dello scheletro, va quindi tenuta in considerazione nella terapia farmacologica che accompagna il trattamento rieducativo alimentare cui le anoressie vengono sottoposte.

Note di approfondimento

Error: Impossibile creare la directory /ha/web/web/domani.arcoiris.tv/www/sito/uploads/2017/11. Verifica che la directory madre sia scrivibile dal server!Laureata in medicina e chirurgia si è da sempre occupata di disturbi del comportamento alimentare, prima quale esponente di un gruppo di ricerca universitario facente capo alla Clinica psichiatrica Universitaria P.Ottonello di Bologna e alla Div. di Endocrinologia dell'Osp. Maggiore -Pizzardi, a seguire ha fondato un'associazione medica (Assoc. Medica N.A.Di.R. www.mediconadir.it ) che ha voluto proseguire il lavoro di ricerca clinica inglobando i Dist. del comportamento alimentare nei Dist. di Relazione. Il lavoro di ricerca l'ha portata a proporre, sempre lavorando in equipe, un programma di prevenzione e cura attraverso un'azione di empowerment clinico spesso associato, in virtù dell'esperienza ventennale maturata in ambito multidisciplinare, a psicoterapia psicodinamica e ad interventi specialistici mirati. Ha affrontato alcune missioni socio-sanitarie in Africa con MedicoN.A.Di.R., previo supporto tecnico acquisito c/o il Centro di Malattie Tropicali Don Calabria di Negrar (Vr). Tali missioni hanno contemplato anche la presenza di Pazienti in trattamento ed adeguatamente preparati dal punto di vista psico-fisico. Il programma clinico svolto in associazione l'ha indotta ad ampliare la sfera cognitiva medica avvicinandola all'approccio informativo quale supporto indispensabile. Dirige la rivista Mediconadir dal 2004, è iscritta all'Elenco speciale dei Giornalisti dell'OdG dell'Emilia Romagna e collabora con Arcoiris Tv dal 2005 (videointerviste, testi a supporto di documenti informativi, introduzione di Pazienti in trattamento nel gruppo redazione che oggi fa capo all'Assoc. Cult. NADiRinforma, redazione di Bologna di Arcoiris Tv).