La Lettera

Per ripulire la democrazia inquinata i ragazzi hanno bisogno di un giornale libero

di

È abbastanza frequente che editori della carta stampata chiudano i loro giornali. Anche a me è capitato quando dirigevo “L’Avvenire d’Italia”, e oggi si annuncia una vera e propria epidemia a causa della decisione del governo di togliere i fondi all’editoria giornalistica. Ma che chiuda Domani di Arcoiris Tv, che è un giornale on line, è una notizia …

La Lettera

Domani chiude, addio

di

L’ironia di Jacques Prévert, poeta del surrealismo, versi e canzoni nei bistrot di Parigi, accompagna la decadenza della casa reale: Luigi Primo, Luigi Secondo, Luigi Terzo… Luigi XVI al quale la rivoluzione taglia la testa: “Che dinastia è mai questa se i sovrani non sanno contare fino a 17″. Un po’ la storia di Domani: non riesce a contare fino …

Libri e arte » Teatro »

Teatro bene comune per il palcoscenico di dopodomani

di

Teatro Municipal - Foto di Elton Melo

“Non si può bluffare se c’è una civiltà teatrale, ed il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte”. Parole di Leo …

Inchieste » Quali riforme? »

Il governo Berlusconi non è riuscito a cancellare l’articolo 18, ci riuscirà la ministra Fornero?

di

Roma 23 marzo 2002: l'ex segretario Cgil Sergio Cofferati al Circo Massimo

Il governo Monti ha perso il primo round con Susanna Camusso che fa la guardia alla civiltà del lavoro, fondamento dell’Europa Unita. Sono 10 anni che è morto Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Br. Si sentiva minacciato, chiedeva la scorta: lo Scajola allora ministro ha commentato la sua morte, “era un rompicoglioni”. Rinasce l’odio di quei giorni? Risponde Cesare Melloni, …

Rubriche » Salute »

Gli studi non sono ancora concordi sul momento della giornata migliore per prendere farmaci che aiutano la ghiandola a lavorare meglio. Ma su tutti gli studi vale una regola: rispettare l'organismo e i suoi normali cicli

La tiroide non funziona a dovere? Assumere ormoni la sera può risolvere il problema

07-07-2011

di

La tiroideLa tiroide è una ghiandola situata nella regione anteriore del collo, davanti e lateralmente alla laringe ed ai primi anelli della trachea, produce ormoni in risposta a uno stimolo ipofisario che si esprime con la produzione di TSH (a sua volta in risposta all’ipotalamico TRH). La produzione degli ormoni rientra nell’asse ipotalamo-ipofisi-tiroide che funziona seguendo un meccanismo di regolazione a feed back. Gli ormoni tiroidei giocano un ruolo molto importante nel controllo del metabolismo corporeo e se la tiroide non produce una quantità sufficiente di ormoni (ipotiroidismo), insorgono alterazioni a carico di tutti i sistemi dell’organismo.

La levo-Tiroxina è un isomero dell’ormone prodotto dalla tiroide e viene utilizzata nel trattamento dell’ipotiroidismo, quale ormone sostitutivo a riequilibrio della funzionalità tiroidea. Interagisce con gli alimenti o con altri farmaci conseguentemente se ne è da sempre consigliata l’assunzione al mattino a digiuno anche se non rientra perfettamente nel ritmo circadiano che caratterizza la produzione di ormoni dell’asse, in quanto i livelli più alti di T3 e T4 si raggiungono durante la notte e le prime ore del mattino, mentre i livelli più bassi si rilevano tra le 12 e le 21.

Il funzionamento della tiroideIn clinica si tende a rispettare, per ciò che può essere possibile, la fisiologia dell’organismo, conseguentemente una buona sostituzione nell’ambito della funzionalità tiroidea vorrebbe un picco serale-notturno di ormoni tiroidei entrando in contrasto con la consueta prescrizione mattutina. Alla base di questa nota vi sono due studi effettuati nel primo decennio del 3 millennio in Nord America, prima, quindi in Europa:

  • il primo venne pubblicato nel 2007 sulla rivista Clinical Endocrinology e si svolse a Washington su di un piccolo campione di pazienti (12) allo scopo di determinare gli effetti della somministrazione della l-tiroxina in relazione al tempo e agli alimenti valutando, poi, i livelli sierici del TSH
  • il secondo si svolse in Olanda tra l’aprile 2007 e il novembre 2008 su 105 pazienti affetti da ipotiroidismo primario e venne pubblicato in Arch Intern Med. 2010 “Effects of Evening vs Morning Levothyroxine Intake – A Randomized Double-blind Crossover Trial” e condotto dal Dipartimento di Medicina interna del Maasstad Hospital Rotterdam, Rotterdam (Drs Bolk and Berghout and Mss Nijman and Jongste), dal Dipartimento di Endocrinologia Erasmus Medical Center Rotterdam, Rotterdam (Dr Visser), e dal Dipartimento di Cardiologia, Academic Medical Center, University of Amsterdam, Amsterdam (Dr Tijssen), the Netherlands

Ambedue i lavori menzionati hanno dimostrato che l’assunzione serale dell’ormone sostitutivo migliora la funzionalità della tiroide risultando più vicina alla fisiologia dell’organismo. Al fine di determinare con esattezza il possibile cambiamento in risposta alla levo-tiroxina, ci si è basati sulla valutazione della concentrazione sierica dell’ormone stimolante la tiroide, TSH, che ha confortato il tentativo effettuato all’interno di una struttura specializzata, spostando la somministrazione dalle 9 del mattino alla mezzanotte.

I pazienti sono stati monitorati per 6 mesi ed istruiti ad assumere 1 compressa al mattino e una alla sera prima di coricarsi (una conteneva levotiroxina, mentre l’altra un placebo), con uno switch al terzo mese. Pur non rilevando enormi differenze di concentrazione dell’ormone tra le due somministrazioni, anche se comunque l’ormone ipofisario tireostimolante, TSH, tende a mostrare una ridotta concentrazione sierica, come gli ormoni tiroidei (T3 e T4) tendono ad aumentare, si consiglia la prescrizione serale in quanto parrebbe di più facile gestione, oltre al fatto di inserirsi nel ritmo circadiano fisiologico dell’asse ipotalamo-ipofisi-tiroide.

Note di approfondimento

Error: Impossibile creare la directory /ha/web/web/domani.arcoiris.tv/www/sito/uploads/2017/07. Verifica che la directory madre sia scrivibile dal server!Laureata in medicina e chirurgia si è da sempre occupata di disturbi del comportamento alimentare, prima quale esponente di un gruppo di ricerca universitario facente capo alla Clinica psichiatrica Universitaria P.Ottonello di Bologna e alla Div. di Endocrinologia dell'Osp. Maggiore -Pizzardi, a seguire ha fondato un'associazione medica (Assoc. Medica N.A.Di.R. www.mediconadir.it ) che ha voluto proseguire il lavoro di ricerca clinica inglobando i Dist. del comportamento alimentare nei Dist. di Relazione. Il lavoro di ricerca l'ha portata a proporre, sempre lavorando in equipe, un programma di prevenzione e cura attraverso un'azione di empowerment clinico spesso associato, in virtù dell'esperienza ventennale maturata in ambito multidisciplinare, a psicoterapia psicodinamica e ad interventi specialistici mirati. Ha affrontato alcune missioni socio-sanitarie in Africa con MedicoN.A.Di.R., previo supporto tecnico acquisito c/o il Centro di Malattie Tropicali Don Calabria di Negrar (Vr). Tali missioni hanno contemplato anche la presenza di Pazienti in trattamento ed adeguatamente preparati dal punto di vista psico-fisico. Il programma clinico svolto in associazione l'ha indotta ad ampliare la sfera cognitiva medica avvicinandola all'approccio informativo quale supporto indispensabile. Dirige la rivista Mediconadir dal 2004, è iscritta all'Elenco speciale dei Giornalisti dell'OdG dell'Emilia Romagna e collabora con Arcoiris Tv dal 2005 (videointerviste, testi a supporto di documenti informativi, introduzione di Pazienti in trattamento nel gruppo redazione che oggi fa capo all'Assoc. Cult. NADiRinforma, redazione di Bologna di Arcoiris Tv).
 

Commenti

  1. giovanna arrico

    Bene…alcune volte la prescrizione è stata fatta esattamente al contrario. Grazie.

  2. Nara Zanoli

    ANCHE PER L’EUTIROX VALE LO STESSO DISCORSO?E’ MEGLIO PRENDERLO LA MATTINA?gRAZIE DELLA RISPOSTA NARA

  3. Luisa Barbieri

    la L-tiroxina è il principio attivo dell’Eutirox, lo studio cui ho fatto riferimento consiglia di assumerlo alla sera a qualche ora di distanza dal pasto, quindi sempre a stomaco vuoto